Come detrarre le spese sui farmaci

tramite: O2O
Difficoltà: facile
18

Introduzione

Come avviene solitamente ogni anno, verso la fine del mese di Luglio si avvicina il periodo dove i lavoratori dipendenti e quelli autonomi sono obbligati a presentare la propria dichiarazione dei redditi.
Nella presente pratica e sintetica guida che potrete leggere con attenzione nei passaggi successivi, vi spiegherò come bisogna detrarre correttamente le spese sui farmaci acquistati durante l'anno precedente a quello in cui si sta compilando il Modello Unico oppure il Modello 730 (se il datore di lavoro fa da sostituto d'imposta).
Seguendo esattamente tutte le istruzioni che verranno riportate bene in seguito, pertanto, riuscirete sicuramente a recuperare un pochino degli euro che avete sostenuto per voi stessi: auguri di buona e attenta lettura!!!

28

Occorrente

  • Scontrini o fatture fiscali delle spese sanitarie
  • Tessera sanitaria
  • Modello Unico o Modello 730
38

Precisamente, dalla dichiarazione dei redditi, sarà possibile decurtare solamente le spese corrisposte per l'acquisto dei farmaci non rimborsabili dal Servizio Sanitario Nazionale (SSN) e il pagamento dei ticket riconosciuti mutuabili.
Innanzitutto, per ottenere il diritto alla detrazione dei medicinali con l'obbligo di prescrizione medica, sarà necessario conservare quest'ultima e lo scontrino fatto dal farmacista: qualora la ricetta del medico venga ritirata dalla farmacia, però, bisognerà provvedere a farsi una fotocopia della medesima.

48

Per riuscire ad avere la detrazione dei farmaci da banco acquistati tramite una prescrizione medica, basterà semplicemente allegarci la ricevuta fiscale oppure compilare la cosiddetta dichiarazione sostitutiva dell'atto notorio in carta libera (autocertificazione), la quale dovrà contenere l'elenco di tutti i medicinali comprati nel corso di un anno, da ciascuna persona che appartiene al nucleo familiare del contribuente.

Continua la lettura
58

Dal Gennaio del 2008, è stato introdotto anche lo scontrino parlante, che dovrà essere rilasciato dal farmacista e indicare i seguenti dati:
- l'intestazione della farmacia;
- la natura, la qualità e la quantità dei farmaci acquistati;
- il codice fiscale del contribuente.
Per fare ciò, occorrerà sempre avere dietro la tessera sanitaria e presentarla al momento dell'acquisizione: dall'anno 2010, per tutelare la privacy dei cittadini, la ricevuta fiscale non dovrà più contenere il nome del medicinale, ma soltanto il codice identificativo stampato sulla propria confezione.

68

Di conseguenza, sarà obbligatorio conservare accuratamente e con estrema attenzione tutte le ricevute fiscali dell'anno oggetto della dichiarazione dei redditi (Modello Unico o Modello 730).
Precisamente, sarà possibile detrarre il 19% delle spese corrisposte per i farmaci, delle visite mediche e delle cure, ma la detrazione verrà applicata solamente per la somma eccedente la franchigia pari a 129,11€.

78

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Finanza Personale

Come detrarre le spese sanitarie

Con il sempre più crescente costo della sanità, si dovrebbe essere sempre vigili nella ricerca di possibilità per rivendicare le agevolazioni fiscali per le spese mediche. Ogni cittadino contribuente può potenzialmente richiedere una detrazione delle...
Finanza Personale

Come detrarre le spese scolastiche dal reddito

La vita di tutti i giorni è spesso contornata da spese di qualsiasi tipo, dal mangiare all'uso dei mezzi pubblici, dal pagamento delle bollette alle rette scolastiche dei propri figli. Risparmiare denaro e ritornare in possesso di almeno una parte di...
Finanza Personale

Come detrarre le spese per la badante

In Italia sono tante le persone che si avvalgono dei servizi di una badante. Spesso e volentieri si tratta di personale altamente qualificato. Ciò comporta un certo investimento da parte della persona che ha necessità di assistenza. Fortunatamente è...
Finanza Personale

Come detrarre l'irpef per le spese di ristrutturazione

Le spese di ristrutturazione degli immobili consentono, già dal 1998, di detrarne una quota ai fini del pagamento dell'irpef in dichiarazione dei redditi con il decreto sviluppo e decreto Stabilità tese alla semplificazione nella comunicazione da fare...
Finanza Personale

Come detrarre le spese di trasporto

In occasione del calcolo della dichiarazione dei redditi, tra le tante voci presenti nel modulo da compilare troviamo quella relativa alle detrazioni: queste possono essere di diversa natura, in quanto riguardano spese mediche, di ristrutturazione di...
Finanza Personale

Come detrarre le spese di affitto

In tempi di crisi come questi, ormai diventa sempre più difficile far quadrare i conti, e spesso fatichiamo ad arrivare a fine mese, sommersi come siamo da bollette, spese, tasse, prestiti da restituir. Per tirare un po' il fiato, nella seguente guida,...
Finanza Personale

Come detrarre le spese universitarie

Basandoci sulla normativa italiana in atto, annualmente si è tenuti a compilare la dichiarazione dei redditi con l'apposito modello 730. Tale dichiarazione, può essere effettuata in modo del tutto autonomo oppure affidandosi a degli esperti del settore....
Finanza Personale

Come detrarre le spese di ristrutturazione

Ristrutturare un edificio comporta delle spese notevoli e in questa particolare situazione di crisi economica non è molto facile poter affrontare la spesa derivante dai lavori edili. È proprio per questo motivo che il Consiglio dei Ministri ha emanato...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.