Come detrarre la ritenuta d'acconto

Tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Quando parliamo di ritenuta d'acconto, intendiamo generalmente una trattenuta che viene sottratta da una somma di denaro che viene pagata, o da un bonifico che viene percepito da banche, clienti oppure da un datore di lavoro. La detrazione della ritenuta d'acconto, siccome può essere di diverse tipologie, può avvenire attraverso particolari criteri e nel rispetto delle regole e dei tempi stabiliti dalla legge. In questa guida pertanto verrà spiegato, in pochi e semplici passaggi, come fare per detrarre una ritenuta d'acconto.

27

Occorrente

  • Certificazioni relative
  • Modello unico
37

I modelli da presentare

Per prima cosa è necessario sapere che vi sono tantissimi tipi di ritenuta d'acconto, come ad esempio la ritenuta d'acconto sul reddito di un libero professionista, quella sul reddito di capitale oppure quella sul reddito di un lavoratore dipendente. Per poter detrarre una ritenuta d'acconto bisogna innanzitutto procurarsi il modello Unico o il Modello Unificato Compensativo.

47

La certificazione

I soggetti interessati dalla detrazione della ritenuta d'acconto avranno l'obbligo di rilasciare, entro il 15 marzo dell'anno successivo fino al periodo in cui le somme sono state erogate, una specifica certificazione attestante l'ammontare complessivo (ovvero il totale) delle prestazioni operate. In questo caso, è opportuno fare una doverosa precisazione: nel caso in cui dovessero verificarsi dei mancati versamenti della ritenuta d'acconto sui compensi da parte del sostituto d'imposta, quest'ultimo sarà a tutti gli effetti impossibilitato ad effettuare la detrazione dell'importo presente nella dichiarazione dei redditi.

Continua la lettura
57

L'importo detraibile

Nel caso in cui tutto l'iter venga effettuato nel pieno rispetto delle regole e nei tempi prestabiliti dalla legge, sarà possibile inoltrare la richiesta del recupero della ritenuta d'acconto attraverso la presentazione del modello unico. In caso di esito positivo, la ritenuta d'acconto verrà detratta, qualora si possiedano dei beni immobili (case o affini), dalla dichiarazione dei redditi. L'importo che andrà in detrazione corrisponderà esattamente al 20% dell'ammontare del reddito dichiarato attraverso l'apposita certificazione avvenuta. Per facilitare questa operazione, esistono degli appositi calcolatori online; a tal proposito, seguendo questo link https://www.ritenuta.it/ sarà possibile calcolare in maniera facile, rapida ed efficace l'importo della ritenuta d'acconto, sia partendo dall'importo netto che partendo dall'importo lordo.

67

L'importanza della documentazione

È fondamentale inoltre ricordarsi di conservare sempre la certificazione dalla quale è stata calcolata la detrazione della ritenuta d'acconto. In alternativa, fanno fede anche le ricevute o le fatture che attestino l'avvenuto pagamento, un estratto conto, oppure la lettera di trasmissione dell'assegno relativo al compenso che attesti l'avvenuto scomputo. In questo modo, sarà possibile dimostrare di aver subito le relative ritenute d'acconto e si potrà così evitare un'eventuale doppia imposizione. Nel caso in cui il soggetto che esegue la ritenuta non dovesse rilasciare la dichiarazione relativa, infatti, il contribuente che ha subito la ritenuta d'imposta non è assolutamente obbligato ad effettuare il versamento una seconda volta.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Finanza Personale

Come recuperare le tasse di una ritenuta d'acconto

Se si è un freelance e non si ha la partita IVA la maggior parte dei servizi vengono erogati dietro pagamento con ritenuta d'acconto. Essa, come tutti i contratti commerciali, comporta il pagamento delle tasse. La ritenuta che si applica su compensi...
Finanza Personale

Come Fatturare con ritenuta d'acconto

Chi offre prestazioni di lavoro occasionali, per delle competenze tecnico-pratiche che possiede, può ora fatturare con ritenuta d'acconto senza però essere costretto ad aprire una posizione i. V. A.. Infatti per chi non svolge attività a fini di lucro...
Finanza Personale

Come detrarre le spese mediche dalla dichiarazione dei redditi

Il momento della dichiarazione dei redditi è sempre fonte di preoccupazione e grattacapi e si vorrebbe poter detrarre il più possibile per pagare un'imposta ridotta o addirittura per vedersi riconosciuto un rimborso. Sono molte le spese che si possono...
Finanza Personale

Come detrarre le spese scolastiche dal reddito

La vita di tutti i giorni è spesso contornata da spese di qualsiasi tipo, dal mangiare all'uso dei mezzi pubblici, dal pagamento delle bollette alle rette scolastiche dei propri figli. Risparmiare denaro e ritornare in possesso di almeno una parte di...
Finanza Personale

Come detrarre le spese per la badante

In Italia sono tante le persone che si avvalgono dei servizi di una badante. Spesso e volentieri si tratta di personale altamente qualificato. Ciò comporta un certo investimento da parte della persona che ha necessità di assistenza. Fortunatamente è...
Finanza Personale

Come detrarre il costo della RC auto dalla dichiarazione dei redditi

In questo periodo di crisi economica e preoccupante recessione potrebbe essere un aiuto a tutti i consumatori ricordarsi di detrarre i costi dell'assicurazione auto o del motociclo dal modello 730, tenendo a mente che la detrazione è possibile anche...
Finanza Personale

Come detrarre le spese universitarie

Basandoci sulla normativa italiana in atto, annualmente si è tenuti a compilare la dichiarazione dei redditi con l'apposito modello 730. Tale dichiarazione, può essere effettuata in modo del tutto autonomo oppure affidandosi a degli esperti del settore....
Finanza Personale

Come detrarre le spese di affitto

In tempi di crisi come questi, ormai diventa sempre più difficile far quadrare i conti, e spesso fatichiamo ad arrivare a fine mese, sommersi come siamo da bollette, spese, tasse, prestiti da restituir. Per tirare un po' il fiato, nella seguente guida,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.