Come detrarre l’acquisto di una stufa a pellets

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Con la legge n. 208 del 28/12/2015, ovvero la nuova Legge di Stabilità 2016, le agevolazioni per l'acquisto di caminetti e stufe sono state confermate ed è stato contestualmente protratto il termine del loro acquisto fino al 31/12/2016. La detrazione fiscale trova la sua applicazione sugli interventi di ristrutturazione edile e comprende il montaggio di impianti energetici auto produttivi, quali i fotovoltaici, i caminetti e le stufe. Anche l'acquisto di una stufa a pellets è contemplato in questo programma di bonus e, per poterlo detrarre, occorrerà fare riferimento a determinate condizioni richieste. Vediamo quali sono e come procedere.

25

La finalità dell'agevolazione fiscale è diretta ad incentivare il risparmio energetico e pertanto le stufe a pellets che abbiano determinate caratteristiche, a livello di emissione e di rendimento, rientrano nella detrazione IRPEF, prevista nella misura del 50%, che si ripartisce in dieci anni. Questa verrà operata anche nell'eventualità in cui non intervengano opere a livello edile, purché l'installazione occorra ai fabbisogni energetici dell'immobile ed al suo servizio.

35

La detrazione del 50% viene ampliata al 65% nel caso di acquisto di un camino o di una stufa dotata di caldaia integrata, ovvero relativamente ai cosiddetti "prodotti idro", purché vengano ritenuti come interventi di "riqualificazione energetica", tramite debita dichiarazione rilasciata da un tecnico professionista iscritto all'Albo. Il comma 347 della Legge di Stabilità 2015 ha tuttavia previsto la percentuale del 65% anche per i generatori di calore a biomassa, con o senza caldaia integrata, che presentino precisi requisiti relativamente al rendimento ed all'emissione.

Continua la lettura
45

Per ottenere la detrazione al 50%, oppure quella al 65%, occorrerà dunque che il produttore ci rilasci una dichiarazione attestante le doti termiche della stufa. Per la sua installazione bisognerà avvalersi di un tecnico qualificato, che ci consegni il relativo certificato di conformità, a norma. Altresì, per rientrare nel programma di detrazione, il pagamento dell'acquisto dovrà essere effettuato mediante un metodo tracciabile e pertanto non in contanti, ma tramite un bonifico (postale o bancario), o attraverso un vaglia. Nel pagamento dovranno essere specificati determinati elementi: la data, il codice fiscale del soggetto che effettua il versamento, il codice fiscale e/o il numero di partita IVA del destinatario dell'importo del pagamento e la causale del versamento stesso, con preciso riferimento alla norma, di cui all'art. 16 bis del D. P. R. N. 917/86. All'atto del pagamento, l'istituto bancario o postale opererà una ritenuta fiscale, nella misura dell' 8%.

55

La detrazione verrà effettuata in sede di compilazione della dichiarazione dei redditi (relativa all'anno di acquisto della stufa), da parte del nostro commercialista o di un CAF autorizzati, giustificata dalle ricevute del pagamento effettuato e delle dichiarazioni di conformità richieste, senza tralasciare di indicare i dati catastali dell'immobile oggetto dell'intervento.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Richieste e Moduli

Come detrarre le assicurazioni vita, morte e infortuni

Ogni anno si è chiamati ad effettuare delle dichiarazioni relative al proprio reddito, alle proprietà possedute e ad alcuni tipi di pagamento. All'interno dei modelli dedicati che devono essere compilati, vi è una voce specifica atta a consentire di...
Richieste e Moduli

Mutuo: come detrarre gli interessi

Come vedremo nel corso di questa guida, la normativa attualmente vigente prevede la possibilità per un contribuente di detrarre gli interessi derivanti dalla stipulazione del contratto di mutuo, stipulato sulla propria casa familiare. Se desiderate scoprire...
Richieste e Moduli

Come detrarre una polizza vita

Quando si parla di una polizza vita generalmente si intende una sorta di assicurazione sulla propria vita. Si tratta di un metodo molto diffuso al giorno d'oggi che viene fatto prevalentemente per assicurare un sostegno dal punto di vista economico alla...
Richieste e Moduli

Come detrarre le spese dell'affitto

Quando si avvicina il periodo della dichiarazione dei redditi, la grande preoccupazione è quella di racimolare tutte le ricevute delle spese sostenute durante l'anno precedente, per poi metterle in detrazione. Tra queste spese possono essere messe anche...
Richieste e Moduli

Come detrarre i figli a carico

Quando si ha uno stipendio fisso e si è in regola anche con i contributi versati, è possibile usufruire delle detrazioni fiscali, che comprendono le varie spese che avvengono in un anno all'interno della famiglia (ad esempio: sanitarie, scolastiche,...
Richieste e Moduli

Come usufruire degli incentivi statali per l'acquisto di biciclette elettriche

Le biciclette elettriche sono dei mezzi di trasporto estremamente efficienti. Si possono sostituire a mezzi più inquinanti e costosi, e hanno una funzione doppia. Sono utilizzabili come biciclette, ma all'occorrenza, si può attivare la modalità elettrica....
Richieste e Moduli

Come calcolare il rimborso Irpef sulle spese sanitarie e assicurative

L'aggravio fiscale che le famiglie italiane sono costrette a pagare sotto forma di tasse è davvero elevato, ragion per cui è sempre bene poter detrarre dalle tasse delle spese. Ci sono diversi servizi che si possono detrarre, ma le spese che occupano...
Richieste e Moduli

730: tutte le detrazioni

Cominciamo col dire che, il 730 è il modulo attraverso il quale viene effettuata la denuncia dei redditi e viene stabilito l'importo di tasse da pagare allo Stato. Tuttavia, dai redditi, devono essere sottratte alcune somme che fungono da "rimborso"...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.