Come detrarre i figli a carico

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Quando si ha uno stipendio fisso e si è in regola anche con i contributi versati, è possibile usufruire delle detrazioni fiscali, che comprendono le varie spese che avvengono in un anno all'interno della famiglia (ad esempio: sanitarie, scolastiche, lavorative ecc.); se il reddito non supera una certa soglia il compenso sarà maggiore, normalmente potrà essere ricevuto dopo 3 o 4 mesi dalla richiesta. Le detrazioni fiscali vengono effettuate durante il 7 e 30 che si effettua a fine anno entro marzo; queste sono una sorta di sconto che riceve il contribuente a fine anno. Naturalmente per ricevere le detrazioni fiscali è necessario avere tutta la documentazione necessaria ed essere in regola. Ecco dunque come poter detrarre i propri figli a carico.

26

Il comma 221

Vediamo il comma 221 dell'articolo della legge finanziaria emanata nel 2009. Il lavoratore ha diritto alle detrazioni per i figli a carico, quando lo dichiara, prima no. Nella dichiarazione, i codici fiscali sono obbligatori per i soggetti per i quali si chiede la decurtazione. I lavoratori dipendenti o i pensionati godono della detrazione nella retribuzione. Per ottenerla dobbiamo presentare una domanda specifica all'Agenzia delle Entrate o al Caf.

36

Le decurtazioni base

Le decurtazioni base per i figli a carico, in base alla nuova disciplina, sono di 950 euro per i figli che hanno più di tre anni. Per figli che hanno un'età inferiore ai tre anni vanno dai 900 euro ai 1.220 euro. La maggiorazione per i soggetti portatori di handicap oscilla ma può arrivare ad un massimo di 1.620 euro.

Continua la lettura
46

La detrazione

Innanzitutto occorre togliere dall'importo di 95.000 euro il reddito che il contribuente ha dichiarato, per poi dividere il tutto sempre per 95.000. La formula sarà questa: " Detrazione base x (95.000 - reddito complessivo) / 95.000 ". Quindi per esempio per un solo figlio a carico (minore di tre anni), la formula è la seguente: "950 x (95.000 - reddito) / 95.000". Se invece si hanno più figli l'importo di 95.000 aumenterà di 15.000 per ogni figlio successivo.

56

La detrazione in caso di separazione

Quando abbiamo il caso dei genitori separati le detrazioni vengono divise in 2, a meno che ci sia un accordo. Per esempio, se un genitore percepisce più dell'altro, può assumersi la totale spesa della detrazione (ma solo con il consenso del coniuge). Nel caso di separazione, il genitore con i figli affidati dovrà assumersi l'impegno della detrazione; se è presente un affidamento congiunto, a meno sempre di accordi specifici, si ritorna alla ripartizione di base. Se un genitore è a carico dell'altro la totale detrazione spetta a quest'ultimo.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Richieste e Moduli

Come compilare il registro carico e scarico dei rifiuti

Il registro di carico e scarico dei rifiuti è una funzione che permette di riportare accuratamente le operazioni di smaltimento degli scarti, dalla zona in cui sono stati prodotti a quella in cui saranno effettivamente smaltiti. Il registro di carico...
Richieste e Moduli

Come richiedere uno spazio pubblico per il carico e lo scarico merci

Se avete un'attività commerciale di qualsiasi genere, non potrete far a mano di rapportarvi con dei fornitori. Che siano di generi alimentari, oppure di beni non deperibili, mobilia o addirittura farmaci, avrete sempre quotidianamente o settimanalmente...
Richieste e Moduli

Come detrarre le spese dell'affitto

Quando si avvicina il periodo della dichiarazione dei redditi, la grande preoccupazione è quella di racimolare tutte le ricevute delle spese sostenute durante l'anno precedente, per poi metterle in detrazione. Tra queste spese possono essere messe anche...
Richieste e Moduli

Come Dare Ai Figli Il Doppio Cognome

In Italia ogni bambino che nasce riceve in automatico il cognome paterno, il quale viene interamente sostituito da quello materno nel caso in cui il padre biologico si rifiuta di riconoscere il proprio figlio. Anticamente, invece, c'era l'usanza, soprattutto...
Richieste e Moduli

Come richiedere gli assegni al nucleo familiare per i genitori non conviventi

Oggi andremmo a trattare come richiedere gli assegni al nucleo familiare per i genitori non conviventi: Cosa sono gli assegni familiari? Un aiuto economico da parte dello stato per le famiglie con figli a carico di solito messi in busta paga. La maggior...
Richieste e Moduli

Come calcolare il rimborso Irpef sulle spese sanitarie e assicurative

L'aggravio fiscale che le famiglie italiane sono costrette a pagare sotto forma di tasse è davvero elevato, ragion per cui è sempre bene poter detrarre dalle tasse delle spese. Ci sono diversi servizi che si possono detrarre, ma le spese che occupano...
Richieste e Moduli

Consigli per la corretta richiesta degli assegni familiari

Gli assegni familiari vengono generalmente richiesti dal capofamiglia, costituiscono una sorta di incremento del proprio stipendio in relazione al numero di figli che si possiedono, e a determinati requisiti. Un supporto che può rivelarsi molto utile...
Richieste e Moduli

730: tutte le detrazioni

Cominciamo col dire che, il 730 è il modulo attraverso il quale viene effettuata la denuncia dei redditi e viene stabilito l'importo di tasse da pagare allo Stato. Tuttavia, dai redditi, devono essere sottratte alcune somme che fungono da "rimborso"...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.