Come determinare l'ammortamento dei beni immateriali

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Il piano di ammortamento è quella pratica presenta in alcune aziende per cui viene richiesta agli uffici appositi la restituzione graduale di un debito attraverso il pagamento periodico di alcune rate.
In questa guida vedremo come determinare l'ammortamento dei beni immateriali. Vedremo come calcolare questo pagamento e se si può dedurre da questi una detrazione, uno sconto per così dire su questo importante e utile pagamento che riguarda sempre più persone. Ecco dunque come fare e come procedere.

25

Gli ammortamenti possono essere di diverso tipo, riguardano soprattutto i beni materiali e i beni immateriali. Per quest'ultime si applica il cosiddetto "metodo diretto", che consiste sostanzialmente di dedurre direttamente dal costo storico del bene in questione le specifiche quote di ammortamento.

Per determinare quindi quale sia il giusto pagamento bisogna tenere in conto di certi aspetti fondamentali. Per ciascun bene viene infatti stabilita una quota di ammortamenti. I coefficienti utilizzati sono stabiliti a secondo dal settore di attività dell'impresa e dalla categoria a cui questo bene immateriale appartiene. Inoltre in questo calcolo bisognerà considerare il costo storico di quando questo bene è stato acquisito, il suo valore presunto e il valore da ammortizzare.

Le quote di ammortamento del costo di questi beni immateriali che riguardano anche i diritti di utilizzazione di opere dell'ingegno, dei brevetti industriali, dei processi, formule e informazioni relativi ad esperienze acquisite in campo industriale, commerciale o scientifico sono deducibili in misura non superiore al 50 per cento del costo.

35

Quelle relative al costo dei marchi di impresa sono deducibili in misura non superiore ad un diciottesimo del costo. Le quote di ammortamento del costo dei diritti di concessione e degli altri diritti iscritti nell'attivo del bilancio sono deducibili in misura corrispodente alla durata di utilizzazione prevista dal contratto o dalla legge.

Continua la lettura
45

Infine le quote di ammortamento del valore di avviamento iscritto nell'attivo del bilancio sono deducibili in misura non superiore ad un diciottesimo del valore stesso. Queste condizioni e i limiti previsti dalla legge nei commi 1 e 3 sono uguali anche per la deduzione del costo dei marchi d'impresa e dell'avviamento. Ricordiamo che tale procedura è prescritta dal Codice Civile.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Aziende e Imprese

Come eseguire la dismissione di beni strumentali

La dismissione dei beni strumentali consiste nell'esaurimento della funzione produttiva all'interno dell'impresa; i beni vengono dunque dismessi dal processo di produzione. Con l'espressione "beni strumentali" si intende far riferimento a quei beni che...
Aziende e Imprese

Come calcolare il fondo di ammortamento

L'ammortamento fa parte dei costi contabili che consentono alle varie aziende di distribuire il costo del valore di un bene, durante l'intera vita utile del bene stesso. In poche parole, l'ammortamento consente alle aziende di calcolare il costo di un...
Aziende e Imprese

Come compilare un registro dei beni ammortizzabili

Il sistema fiscale italiano prevede che società, aziende ed imprenditori di qualunque genere debbano compilare un registro dei beni ammortizzabili. Nello specifico si tratta di un modo per elencare tutte le immobilizzazioni di tipo materiale e immateriale,...
Aziende e Imprese

Come si calcola l'ammortamento dell'avviamento

L'ammortamento dell'avviamento è un argomento trattato nell'ambito dell'economia aziendale, come materia di studio per gli studi tecnici. L'ammortamento dell'avviamento è regolato da delle normative specifiche, come descritto nell'articolo 103; questa...
Aziende e Imprese

Come Incassare In Contanti Il Corrispettivo Per La Vendita Di Beni E Servizi A Clienti Extra Ue

Il Decreto Legge Numero 16 del marzo 2012, meglio noto come decreto fiscale, introduce delle significative novità e delle particolari agevolazioni alle imprese ed ai contribuenti. Una di queste riguarda la circolazione del denaro contante per l'acquisto...
Aziende e Imprese

Come Determinare Il Ccno

Come facilmente intuibile dal titolo della guida, ora ci dedicheremo a spiegarvi Come determinare il CCNO. Partiamo dal definire questo acronimo: per CCNO, intendiamo il Capitale Circolante Netto. In sostanza, esso è utilissimo per analizzare il bilancio...
Aziende e Imprese

Come determinare le rimanenze finali da inserire all'interno dello Stato Patrimoniale

Generalmente il magazzino costituisce una delle parti più importanti all'interno di un'azienda. Quando si parla di rimanenze di magazzino sostanzialmente si intendono quei prodotti comperati da una società che devono essere venduti oppure che servono...
Aziende e Imprese

come determinare il prezzo di vendita di un prodotto

Tra i tanti obiettivi per chi vende prodotti uno importante è sicuramente quello di utilizzare il migliore strumento di marketing possibile affinché si possa stabilire un prezzo di vendita. Tuttavia come questo ci sono tanti altri metodi per determinare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.