Come Determinare Il Ccn

Tramite: O2O 21/02/2017
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Il CCN (Cpitale Circolare Netto) è l'ammontare di risorse che compongono e finanziano l'attività operativa di una azienda ed è un indicatore che viene utilizzato allo scopo di verificare l'equilibrio finanziario dell'impresa nel breve termine. Questo capitale è un margine costituito dalla differenza tra le attività correnti e le passività correnti, in altri termini da (Rimanenze + Liquidità Immediate + Crediti a Breve Termine) meno (Debiti Finanziari + Debiti a Breve Termine). Questo margine è conosciuto anche con il termine "finanziario", in quanto al suo interno ne fanno parte non soltantole voci di natura operativa (come per esempio crediti verso clienti, scorte di magazzino e debiti commerciali), ma anche di natura finanziaria, come banche a breve (sia attive che passive) liquidità in cassa, assegni, valori bollati. Attraverso i passaggi seguenti andremo a vedere come bisogna procedere per determinare il CCN.

26

Cominciamo subito col dire che il Capitale Circolante Netto esprime le la quantità di capitale che si "Muove" entro 12 mesi dal momento della misurazione. Questo indicatore può essere sia finanziario che economico. La differenza tra i due consiste nelle poste che andiamo ad inserire. Dal punto di vista Economico il CCN è dato dalla differenza tra capitale di esercizio e passività di gestione. Il primo elemento è dato da tutti quegli elementi attivi che sono legati all'attività tipica dell'azienda e sono pertanto a veloce rigiro.

36

Il secondo elemento, invece, è dato da tutte quelle passività legate alla gestione caratteristica dell'impresa acquisite nel corso dell'esercizio. Il CCN Finanziario è dato dalla differenza tra Attivo Circolante e Passività Correnti. In sostanza, si può dire che si tratta della differenza tra gli elementi finanziari che saranno liquidi entro i 12 mesi e tutti gli elementi passivi che invece richiedono liquidità entro lo stesso periodo.

Continua la lettura
46

Vediamo un esempio di calcolo del CCN Finanziario per comprendere meglio di cosa stiamo parlando. Supponiamo che un'impresa abbia dei debiti a breve per ? 2.000, Cassa per ? 500 e dei crediti a breve per ? 3.000. Le rimanenze di esercizio sono pari a ? 2.000. Inoltre si hanno in portafoglio Titoli di stato liquidabili a breve per 1.500 ?. Il CCN sarà dato dalla somma degli elementi attivi meno la somma degli elementi passivi. Nel nostro caso si avrà quindi la somma di tutti gli elementi detti meno i Debiti a breve che verranno sottratti. Quindi 3.000 più 500 più 2.000 più 1.500 meno 2.000; il CCN è pari a ? 5.000. Infine, il Capitale Circolare Netto si può ottenere anche sottraendo il capitale fisso ai finanziamenti durevoli, ovvero la somma del capitale proprio e delle passività consolidate. Come avrete capito, il calcolo da eseguire è molto semplice e in pochi passaggi riuscirete a determinare il CCN.

56

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Aziende e Imprese

Come determinare la posizione finanziaria netta

Il concetto di debito netto è particolarmente importante negli investimenti ed è uno dei parametri più comunemente utilizzati in analisi tecnica. Azioni che ottengono buoni risultati nel tempo, tendono ad essere emessi da aziende che sono finanziariamente...
Aziende e Imprese

Come determinare il valore teorico del diritto di opzione

Il diritto di opzione è riconosciuto agli azionisti e agli obbligazionisti che possiedono obbligazioni convertibili in azioni, ed è costituito da una cedola negoziabile, che rappresenta la facoltà di sottoscrivere nuovi titoli, in sede di aumento...
Aziende e Imprese

Come determinare le rimanenze finali da inserire all'interno dello Stato Patrimoniale

Quando si parla di rimanenze di magazzino sostanzialmente si intendono quei prodotti comperati da un'azienda che devono essere venduti oppure che servono all'attività dell'azienda. Le rimanenze di magazzino sono costituite dalle materie prime, dalle...
Aziende e Imprese

Come Determinare Il Tasso di Crescita G

Il tasso di crescita è senza ombra di dubbio un fattore molto importante, si parla di questo tasso nell'ambito della finanza. Il tasso di crescita lo potrai ricavare in diversi modi e può avere diverse caratteristiche e anche andamenti. Può essere...
Aziende e Imprese

Come determinare l'equilibrio costi/ricavi di produzione

Conoscere la struttura dei costi aiuta non solo a formare il prezzo di vendita, ma anche a sapere se l’impresa, producendo a quel dato livello di costi, può ottenere un reddito positivo, e qual è la quantità di servizi che deve produrre e vendere...
Aziende e Imprese

Come calcolare il margine di struttura

Il margine di struttura (abbreviato spesso con la sigla MS) rappresenta una delle grandezze differenziali ricavate dal bilancio.Il valore di tale margine si ottiene con la differenza tra il capitale netto e le attività immobilizzate.Nei prossimi passaggi...
Aziende e Imprese

Come calcolare la rotazione del capitale investito

Quando bisogna gestire una società oppure un'azienda, diventa tassativo determinare periodicamente la rotazione del capitale investito in relazione alle vendite effettuate. È molto importante eseguire questo calcolo con estrema precisione per venire...
Aziende e Imprese

Come aprire un negozio di elettronica online

Ormai il mercato degli oggetti e soprattutto dei prodotti tecnologici ed elettronici si sta spostando sempre di più verso gli store online. Sono sempre di più, infatti, coloro che sono alla ricerca di offerte o affari sul web per provare a risparmiare...