Come Denunciare All'autorità Marittima un oggetto ritrovato in mare

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

È una convinzione del tutto sbagliata quella di appropriarsi di un oggetto trovato in mare o sul litorale in quanto si pensa che sia approdato chissà da quale luogo lontano e che quindi il proprietario non sia rintracciabile. Questa convinzione viene probabilmente continuamente alimentata da tutta la letteratura e i film d'avventura. Non tutti sanno che appropriarsi di una qualsiasi cosa ritrovata in mare è un reato punibile a norma di legge poiché il proprietario potrebbe essere rintracciabile (Appropriazione indebita) oppure l'oggetto potrebbe essere appartenente allo Stato Italiano. Sarà dunque necessario denunciare all'autorità Marittima l'oggetto ritrovato. Vediamo come!

25

In mare o sul litorale trasportati dalle onde si trovano gli oggetti più disparati. Possono essere oggetti di poco conto ma anche di immenso valore come surf o piccole imbarcazioni nautiche in buone condizioni. Erroneamente si pensa che un oggetto ritrovato in mare è di proprietà di chi lo vede e se ne appropria ma la legge non la vede in questo modo. Il ritrovamento, pena una sanzione, va immediatamente denunciato entro e non oltre tre giorni o alternativamente, se siate in navigazione, quando arriverete a terra, all'autorità marittima. Nel caso in cui siate in alto mare comunque è sempre consigliato contattare le Autorità mediante il VHF in quanto l'oggetto potrebbe dare importanti informazioni su naufragi avvenuti recentemente.

35

Se ritrovate durante una gita in barca o una passeggiata sul litorale un oggetto che ritenete sia di valore o anche un reperto archeologico, non ve ne appropriate indebitamente perché la legge italiana regola questi ritrovamenti attraverso il Codice della Navigazione e nel caso si venisse a sapere di questo ritrovamento non denunciato, si potrebbe incorrere in sanzioni pecuniarie abbastanza pesanti.

Continua la lettura
45

Portate la cosa che avete ritrovata al primo punto di Autorità Marittima e spiegate come e dove è avvenuto il ritrovamento. La polizia costiera redigerà un verbale e menzionerà se avete trovato l'oggetto in mare o su di un luogo demaniale come la spiaggia. Sarete avvisati se il padrone dell'oggetto si farà avanti perché dovrete essere ricompensati con una somma pari ad un terzo del valore dell'oggetto e sarete inoltre rimborsati delle spese sostenute per il trasporto. L'avviso del ritrovamento verrà pubblicato dalla guardia costiera per circa tre mesi e se il proprietario non si trova, l'oggetto verrà venduto e comunque vi spetterà il compenso per il ritrovamento. La restante parte della somma incassata dalla vendita, andrà depositata presso un istituto di credito.

55

Come ultimo appunto, anche se sembra avere dell'assurdo, è necessario comunicare anche la presenza di cetacei arenati sul litorale poiché il Codice della Navigazione li considera "proprietà dello Stato". Ad ogni modo, il limite di tempo per la denuncia è sempre di tre giorni.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Richieste e Moduli

Come Denunciare Una Firma Fasulla

Purtroppo, non è raro ritrovarsi all'improvviso dei compratori di computer o altri elementi di tecnologia o essere titolari di contratti che in effetti non sono stati mai sottoscritti. Questa è una sorta di truffa che da qualche tempo sta prendendo...
Richieste e Moduli

Come Denunciare Un Avvocato In Caso Di Inadempienza

E’ possibile dimostrare l’inadempienza di un avvocato? Esiste, per questi professionisti, sia un codice deontologico che un codice penale da seguire, con valenza giuridica. Quindi, pur essendo uomini di legge, non sono assolutamente esenti dal seguire...
Richieste e Moduli

Come denunciare il maltrattamento o l'abbandono di animali

Tante cose sono cambiate in un secolo: l’uomo si è evoluto in molti aspetti, affermato in diversi campi, ma per quanto riguarda gli animali è rimasto ai tempi della preistoria. A distanza di cento anni si ripetono ancora le stesse violenze, a volte...
Richieste e Moduli

Come denunciare una strada dissestata

A chi non è mai capitato di avventurarsi su strade impervie il cui passo era interdetto dalle buche? Ciò farebbe pensare a strade periferiche, la cui manutenzione non è ordinaria; talvolta, però, le strade in questione sono anche quelle del centro...
Richieste e Moduli

Come denunciare il mancato pagamento dello stipendio

Come avrete ben compreso leggendovi il titolo di quest'interessante guida, ora andremo a spiegarvi come denunciare il mancato pagamento dello stipendio. La difesa dei vostri diritti, in questo specifico caso, è assolutamente di primaria importanza, ma...
Richieste e Moduli

Come fare una denuncia dai carabinieri

Non abbiate timore, ecco come denunciare un illecito ai Carabinieri.La denuncia è un importante strumento di collaborazione da parte del cittadino che consente alla Magistratura ed alle Forze dell' ordine di perseguire gli autori dei reati, ricordiamo...
Richieste e Moduli

Come presentare un esposto in procura

Un esposto è l'atto con cui si richiede l'intervento della Pubblica Autorità. Consiste, infatti, nel denunciare l'irregolarità di determinato fatto o di una situazione e può essere redatto da qualsiasi cittadino. Col medesimo atto si intende chiedere...
Richieste e Moduli

Come gestire un condominio senza amministratore

Nella guida, andremo a spiegarvi come gestire un condominio senza amministratore.Ci sono tantissimi condomini che, per scelta, vengono fatti gestire appositamente da un soggetto che l'amministra. Inoltre, tramite una legge approvata nel 2015, è stata...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.