Come definire i ruoli aziendali

Tramite: O2O 11/07/2018
Difficoltà: media
18

Introduzione

Fra le svariate problematiche che potrebbero nascere all'interno di una qualsiasi realtà aziendale, numerose sono quelle che si originano da una sbagliata definizione dei compiti. Non stabilire chiaramente responsabilità e limitazioni di ciascun lavoratore porterà sicuramente alla riduzione dell'efficienza sul lavoro.
Nella presente semplice e rapida guida, pertanto, vi fornirò qualche rilevante indicazioni su come bisogna definire i ruoli aziendali. Procedere alla seguente definizione, significherà ottenere dei buoni risultati finali sul mercato in cui agisce la vostra azienda. Quando si parla di azienda si parla o meglio si cerca sempre di fare riferimento ai vari ruoli all'interno appunto di un'azienda che tendono a comporre l'organismo al meglio facendo risultare così una buona organizzazione all'interno lo svolgimento dei lavori aziendali nel miglior modo possibile. Vediamo di seguito come definire i ruoli aziendali.

28

Occorrente

  • Azienda
  • Definizione e separazione dei ruoli aziendali
  • Capacità
  • Competenza
  • Responsabilità
38

I fattori

Per tentare di assegnare a ciascun lavoratore il suo esatto ruolo aziendale, i fattori che dovrete tenere in considerazione sono almeno tre. Le capacità dell'individuo, le proprie competenze e la sua responsabilità.
Desiderate riuscire a definire bene i giusti ruoli aziendali di ogni dipendente di una qualunque azienda? Risulterà necessario che la strategia decisa per far ottenere a quest'ultima i risultati finali migliori venga identificata considerando tutto l'organico a disposizione. Di conseguenza, la strategia e i ruoli aziendali andrebbero definiti insieme. Questi fattori che vi abbiamo appena elencato sono i fattori principali per quanto riguarda l'assegnazione dei lavori e quindi dei ruoli all'interno della propria azienda. La cosa più importante da tenere in conto è la competenza e nello stesso tempo la responsabilità visto che se noi tendiamo ad assegnare un ruolo ad una persona quella persona assume piena responsabilità di tutto ciò che accade all'interno di quella frazione.

48

Il rischio

Definire i ruoli aziendali e mantenerli ben separati tra loro è un'attività molto "rigida" in numerose aziende (specialmente quelle medio/grandi). Questa definizione e separazione viene compiuta per avere la sicurezza che un certo lavoro termini grazie al lavoro del dipendente più indicato. Difatti, quest'ultimo dovrà eseguire soltanto quella mansione e nient'altro.
Il rischio risulta comunque doppio. Innanzitutto, la risorsa potrebbe sentirsi eccessivamente slegata dalle altre risorse umane presenti nell'azienda. Di conseguenza, si potrà sentire come un corpo estraneo alla società, non riuscendo a condividerne gli obiettivi finali e cresce professionalmente. Ovviamente quando parliamo di assegnazione dei ruoli per la prima volta tendiamo sempre un po' a rischiare visto che non sappiamo come quella medesima persona svolge il suo lavoro e quindi nella maggior parte dei casi il rischio tende ad essere veramente molto alto.

Continua la lettura
58

Il progetto

Il secondo rischio che potrebbe accadere nel definire i ruoli aziendali e separarli fra loro è il seguente. Bisogna occuparsi di uno specifico progetto che prevede un lavoro di squadra? La risorsa umana abituata a svolgere compiti da sola si troverà incapace di dare il suo contributo.
In questo modo, il gruppo lavorativo perderebbe involontariamente un elemento che potrebbe rivelarsi importante per la riuscita del progetto stesso. Prima di assegnare i ruoli o anche dopo averli assegnati è molto importante creare un progetto con delle regole così da non sbagliare e da organizzarsi al meglio all'interno di una struttura dove ci sono moltissimi dipendenti come in questo caso un'azienda.

68

La tematica

La tematica della definizione ideale dei ruoli aziendali venne studiato anche nell'ambito della psicologia del lavoro. Alcune teorie di questa disciplina ritengono di enorme importanza le attitudini di ciascun lavoratore, ovvero l'approccio che ognuno di loro ha rispetto al proprio luogo di lavoro.
Secondo queste teorie, l'ambiente non è capace d'influenzare le inclinazioni delle persone e costituisce soltanto un loro processo interno. Esaminando attentamente tale aspetto, si potranno stabilire con esattezza le capacità della singola risorsa umana, in modo da destinarla al giusto ruolo aziendale. La tematica come abbiamo detto tende ad essere molto informale nel senso che se tutto ciò che abbiamo specificato in precedenza tende a funzionare possiamo dire che siamo stati bravi da una parte ma anche fortunati dall'altra.

78

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Aziende e Imprese

10 metodi per risparmiare sulle spese aziendali

Per gestire un'attività commerciale redditizia appare opportuno effettuare un'analisi periodica dei costi, così da individuare le eventuali fonti di spreco e poterle conseguentemente ridurre. A tal proposito nella seguente guida vi suggeriremo 10 metodi...
Aziende e Imprese

Come misurare le performance aziendali sui social media

Se per la vostra azienda avete adottato alcune strategie di marketing per misurare le performance e quindi per verificare se hanno sortito l’effetto sperato, potete trovare la riposta che cercate sui social media. Infatti in questo mondo è possibile...
Aziende e Imprese

Smart working: normativa per la sicurezza

Viene definito smart working (cioè, lavoro agile) quella forma di rapporto di lavoro subordinato che persegue una duplice finalità: incrementare la produttività del lavoratore e al contempo consentire allo stesso la possibilità di conciliare gli impegni...
Aziende e Imprese

Come calcolare il costo del lavoro

Il costo del lavoro e la sua determinazione servono a pianificare le uscite aziendali e le spese di gestione dell'attività nel suo complesso. In qualsiasi busta paga sono visibili i costi del lavoratore, che tendenzialmente rappresentano la risultante...
Aziende e Imprese

Come redigere il budget aziendale

In questa guida, passo dopo passo, darò tutte le indicazioni utili su come redigere nel migliore dei modi il budget aziendale. Il budget aziendale rappresenta uno strumento a disposizione delle aziende per stabilire, a livello annuale, i risultati da...
Aziende e Imprese

Come ottenere la certificazione ISO

Possedere i requisiti a norma di legge quando viene esercitata una qualunque attività è indispensabile per chiunque voglia cimentarsi in un lavoro abbastanza impegnativo. La legge europea stabilisce che è necessario munirsi di una certificazione ISO...
Aziende e Imprese

Come vestirsi per un evento aziendale

Le capacità verbali hanno un loro potenziale, oltremodo l'abbigliamento indossato durante un evento aziendale ha la sua importanza. Tuttavia esistono diversi casi possibili, divisibili nelle seguenti categorie: partner aziendali o dipendenti e consumatori...
Aziende e Imprese

Come capire la partita doppia

I sistemi da adottare per la contabilità sono davvero infiniti, così come i metodi ai quali ricorrere. La partita doppia, ad esempio, viene impiegata per la registrazione dei movimenti aziendali: in questo caso, potrete controllare simultaneamente il...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.