Come costruire una casa su un terreno agricolo

Tramite: O2O 03/09/2018
Difficoltà: media
19

Introduzione

Questa guida vi aiuterà a capire perfettamente cosa fare per costruire una casa su un terreno agricolo.
Il progetto di cui parleremo è ideale per tutti coloro che amano la natura e dispongano di un terreno. Sempre più persone, infatti, per allontanarsi dallo smog della città preferiscono costruire la propria casa in campagna. Questo garantisce uno stile di vita diverso e più sano rispetto al vivere in città. Per l'attuazione di questo progetto, però, si incontrano non poche difficoltà e allora ci si chiede: come costruire una casa su un terreno agricolo? Vediamo, in questa guida, i requisiti fondamentali per poter attuare un progetto di questo genere. Non ci resta che augurare a tutti coloro i quali hanno deciso di seguire la seguente guida, una buona lettura ed anche i migliori auguri per la vostra nuova casa!

29

Occorrente

  • Svolgere attività agricola
  • Avere il permesso di costruire
  • Costruire la casa in modo funzionale all'attività
39

Cosa si intende per terreno agricolo

Per individuare un terreno agricolo è necessario ricorrere allo strumento del PRG, cioè il Piano Regolatore Generale. Il PRG è il documento che a livello comunale individua e classifica le aree in varie tipologie. A titolo esemplificativo e non esaustivo si possono individuare: aree edificabili, aree destinate ad attività produttive, aree pubbliche di interesse generale, aree di interesse storico od artistico e aree agricole. Il PRG ha lo scopo di individuare le aree e delimitarne la destinazione d'uso per la tutela di superiori interessi di carattere pubblico, come la salvaguardia dell'ambiente e del territorio. I fini sono quelli di limitare l'edificabilità e garantire il giusto equilibrio tra zone libere e zone costruite.
Il terreno agricolo è quello in cui si manifesta, in parte, vegetazione spontanea e in parte sia idoneo a colture di tipo agricolo.

49

Come verificare se il terreno è in zona agricola

Il vostro terreno si classifica in un'apposita zona territoriale omogenea. Per conoscere di che zona si tratta è necessario presentare apposita domanda presso il Comune di competenza. Mediante modulo, disponibile normalmente sul sito internet istituzionale di ciascun Comune, è possibile richiedere il Certificato di destinazione urbanistica dell'area di vostro interesse. Al modulo, debitamente compilato, andrà apposta una marca da bollo del valore di euro 16,00 e andranno allegati diversi documenti. I documenti richiesti possono variare a seconda dell'ufficio tecnico comunale, ma normalmente sono: l'estratto di mappa catastale e la ricevuta di versamento dei diritti di istruttoria e di segreteria. Gli importi degli oneri da corrispondere sono variabile e dipendono dalle tariffe applicate dal servizio urbanistica.

Continua la lettura
59

Quali sono i requisiti per costruire

Innanzitutto, il primo requisito per poter costruire su un terreno agricolo è quello di essere il proprietario del fondo. Ulteriormente è necessario essere un imprenditore agricolo e/o un coltivatore diretto a titolo principale.
Il tipo di edificio per cui chiedere il permesso per costruire dovrà rispettare la vocazione del terreno, dovrà essere cioè funzionale alla conduzione del fondo e rispondente alle esigenze dell'imprenditore agricolo o coltivatore. In poche parole l'edificio dovrà essere utile per lo svolgimento dell'attività agricola.

L'imprenditore agricolo potrà costruire la sua prima casa (in via esclusiva) solo dopo aver ottenuto il permesso di costruire e ad aver assolto agli obblighi urbanistici (pagamenti degli oneri e delle tasse).
Il secondo requisito è il rispetto dei limiti previsti dallo strumento urbanistico vigente nel comune in cui si intende intraprendere l'attività. Sarà quindi attenersi alle disposizioni di conversione degli indici di edificabilità del terreno agricolo.

69

Cosa fare se il terreno non è edificabile

na soluzione alternativa, senza dover necessariamente essere un imprenditore agricolo e richiedere la licenza di edificabilità, è quella di appoggiare sul terreno una casa mobile.
La casa mobile è quella che non viene ancorata al terreno in modo definitivo. Questo significa che essa non muta lo stato dei luoghi e non genera volumetria. Una casa mobile (assimilabile ad una roulotte o ad un camper) non essendo una costruzione dotata di una piattaforma di appoggio e di allacci fissi alle utenze, non richiede permessi particolari.Se la scelta dovesse ricadere su questo tipo di soluzione, assicuriamoci di rispettare tutti i requisiti necessari. È richiesto, infatti, di: mantenere lo stato di mobilità (ovvero le ruote e la possibilità di spostamento); non ancorare la casa mobile ad una piattaforma e non creare allacci permanenti alle utenze (acqua, luce e gas). Il requisito da rispettare, nel caso il terreno non fosse edificabile, è la temporaneità dell'esigenza. Le case mobili, essendo case prefabbricate provviste di targa, hanno già ottenuto, al momento dell'immatricolazione, la concessione da parte della motorizzazione e sono soggette al pagamento di un bollo annuale (come tutti i veicoli immatricolati). Se il fondo non fosse edificabile, sarà necessario utilizzare questa soluzione in modo limitato nel tempo. È anche richiesto che gli scopi dell'attività svolta siano ricettivi, come accade per villaggi turistici o camping.

79

Come risparmiare se il terreno è edificabile

Se volete fare a meno di coltivare il terreno e volete risparmiare allora la soluzione migliore è una casa prefabbricata. Ciò è realizzabile nel migliore dei modi se il terreno è edificabile.
Una volta che abbiamo il progetto autorizzato ed esecutivo, infatti, i tempi di lavorazione sono nettamente inferiori rispetto alla costruzione di una casa tradizionale e anche il costo è di molto inferiore. Ciò che incide molto su questo aspetto è la scelta dei materiali.

Le case prefabbricate non sono sempre sinonimo di precarietà e insicurezza. Infatti le case prefabbricate oltreché in legno, vengono costruite anche in cemento. L'idea del prefabbricato risponde sicuramente all'esigenza di realizzare un basso impatto ambientale. Infatti una soluzione molto diffusa è quella di utilizzare il cemento alleggerito. La struttura portante si compone in modo tradizionale ma con un materiale più leggero. Il resto della struttura si compone di prefabbricati di facile movimentazione.
Soluzioni di questo tipo sono molto diffuse in nord Europa.
Da tenere bene in considerazione sono anche le agevolazioni fiscali, destinate a chi farà la scelta più green!

89

Guarda il video

99

Consigli

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Case e Mutui

Come acquistare un terreno per costruire una casa

Chi ha intenzione di costruire una casa propria molto spesso ha bisogno innanzitutto di acquistare un terreno edificabile. Prima di fare ciò però è necessario informarsi bene in modo tale da non commettere errori ed incorrere in pericolosi rischi,...
Case e Mutui

Come stimare il valore di un terreno edificabile

I terreni edificabili hanno un valore di mercato rispetto a quelli agricoli o su cui non è possibile costruire. Un prezzo che deve tenere conto di diversi fattori, come ad esempio la metratura, il luogo in cui si trova o la presenza di particolari vincoli....
Case e Mutui

Come comprare un terreno

L'acquisto di un terreno può essere una procedura relativamente semplice se si seguono determinate accortezze in fase d'acquisto. Intanto occorre avere le idee molto chiare su come adoperare il terreno e quale sia lo scopo finale: produzione agricola,...
Case e Mutui

Come eseguire il rilievo di un terreno o di un edificio

In questa guida, passo dopo passo, darò tutte le indicazioni utili su come eseguire nel migliore dei modi il rilievo di un terreno o di un edificio. Il rilievo non è altro che un'operazione tecnico-grafica che ha come scopo finale lo studio e la rappresentazione...
Case e Mutui

Come acquistare una casa con un contratto di terreno edificabile

Stai pensando di acquistare una proprietà ma non hai denaro a sufficienza? In questa guida ti spiegherò come prendere casa con un contratto di terreno edificabile. Invece di chiedere un finanziamento tradizionale, mediante un mutuo o un leasing, esistono...
Case e Mutui

Come valutare un rustico prima di acquistarlo

Se intendete acquistare un rustico, prima di procedere con il rogito notarile vi conviene controllare alcuni importanti fattori. Nello specifico si tratta di verificare se ci siano danni strutturali gravi, se l'ubicazione è lontana da ospedali ed altri...
Case e Mutui

Come calcolare l'IMU sui terreni agricoli

Mentre la vecchia Imposta Comunale sugli Immobili, conosciuta con la sigla ICI, non prevedeva un pagamento per i proprietari di terreni agricoli, l'IMU (Imposta Municipale Unica) prevede anche il pagamento di questi ultimi, che prima erano completamente...
Case e Mutui

Come si calcola il canone di locazione dell'immobile

Il canone di locazione è il corrispettivo che bisogna versare per poter godere del bene di proprietà del locatore. Generalmente il canone viene corrisposto in denaro; le parti però possono accordarsi diversamente se ad esempio viene locato un terreno...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.