Come costituire uno studio associato

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Lo studio associato sta diventando un'opportunità di lavoro per molti giovani e soprattutto per coloro che sono liberi professionisti. Oggi vedremo in questa guida come costituire uno studio associato e tutte quelle informazioni che sono necessarie per un suo buon funzionamento. Ovviamente associarsi o meno comporta come sempre dei vantaggi e dei piccoli svantaggi che poi, successivamente andremo ad elencare.

24

La costituzione

La costituzione di uno studio associato può avvenire tramite una semplice scrittura privata o con una firma autentica o con un atto pubblico. Una volta che abbiamo dato inizio allo studio associato bisogna aprire una propria partita iva che bisogna aprirla presso l'agenzia delle entrate. Ovviamente, tutto ciò non tende ad influire sul sistema fiscale e quindi sulle tasse, visto che il reddito non influenza come reddito dell'impresa. Questo è un reddito di un lavoro autonomo. Ricordiamo che tutti coloro che vogliono partecipare ad uno studio associato devono essere iscritti al proprio albo d'ordine. Il rapporto tra il fondatore e il professionista rimane invariato e individuale tramite un semplice contratto o una lettera che tende ad incaricare la persona.

34

I vantaggi e gli svantaggi

I vantaggi dell'associarsi sono molto semplici ma nello stesso tempo fondamentali. Infatti, i vantaggi principali sono: ripartire i costi, si hanno differenti professionalità a disposizione sul quale bisogna contare, migliorare la gestione degli incarichi, condividere i mezzi di lavoro quindi un lavoro di squadra e non individuale e offrire i servizi completi. Gli svantaggi sono molto pochi se non basati tutti sui ricavi che pur essendo una certa somma devono essere divisi per tutti i professionisti che lavorano per questo studio associato.

Continua la lettura
44

Il trattamento e i ricavi

Ovviamente, è presente anche un trattamento che prende nome di trattamento fiscale, che tende ad individuare autonomamente il proprio reddito lavorativo anche se non viene sottoposto ad imposte o tasse. Oltre al trattamento fiscale è presente anche un altro tipo di trattamento ovvero quello previdenziale dove i professionisti devono iscriversi alla cassa di previdenza del proprio ordine. I ricavi in uno studio associato invece, tendono ad essere molto importanti. Questi ricavi vengono chiamati ricavi presuntivi visto che sono e che vengono calcolati tramite un metodo informatizzato e statico. Questo metodo serve proprio per calcolare i ricavi per ogni singola attività che di impresa o professionale come in questo caso.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lavoro e Carriera

Come diventare assistente di uno studio veterinario

Se ami davvero gli animali e ti piace prenderti cura di loro, un'ottima opportunità professionale è rappresentata dall'intraprendere un percorso per diventare assistente di uno studio veterinario. La prima cosa che occorre sapere, a proposito di questa...
Lavoro e Carriera

Come usufruire delle 150 ore di diritto allo studio in Sanità

Dal 1° Gennaio al 31 dicembre di ogni anno è possibile usufruire dei permessi per il cosiddetto diritto allo studio. Infatti, se siete dei lavoratori della Pubblica Amministrazione, ed in particolare nel settore della Sanità, avete il diritto di assentarvi...
Lavoro e Carriera

Come conciliare lo studio al lavoro

Sia lo studio che il lavoro sono entrambi importanti: lo studio ci dà un guadagno intellettivo e ci aiuta a saper rispondere alle esperienze cognitive che la vita ci pone, mentre il lavoro ci aiuta da un punto di vista economico. Entrambi sono fondamentali...
Lavoro e Carriera

Come avviare uno studio di psicologo

La psicologia è una disciplina il cui scopo è essenzialmente quello di studiare i processi psichici e mentali degli individui ed è suddivisa in diversi ambiti di applicazione, come ad esempio la psicologia clinica, del lavoro, dello sviluppo, sociale,...
Lavoro e Carriera

Come diventare audiometrista

Un Audiometrista è un tecnico professionista sanitario che ha ricevuto una formazione specifica per l'utilizzo di attrezzature per l'audiometria tonale pura attrezzature. Si tratta quindi di una figura professionale in grado di condurre valutazioni acustiche...
Lavoro e Carriera

Nuove società: la società tra professionisti

La società tra professionisti (Stp) consente di andare oltre la consueta formula dello studio associato, accogliendo anche soci iscritti ad organi professionali diversi. C'è inoltre da dire che la responsabilità viene condivisa con la società, solo...
Lavoro e Carriera

Come diventare Ostetrica

Se il parto non ti impressiona per niente, se hai la passione i neonati e pensi di avere una buona predisposizione per la loro assistenza, allora sei sulla buona strada per essere una buona dell’ostetrica! Tuttavia, la strada per diventare ostetrica...
Lavoro e Carriera

Come diventare docente universitario

Molti aspiranti docenti vorrebbero prendere parte alla vita universitaria in veste di precettori. All'interno del sistema universitario italiano si distinguono due soli ruoli accademici per il professore universitario. Si parla infatti di docenti e di...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.