Come costituire una associazione sportiva dilettantistica

Tramite: O2O
Difficoltà: difficile
110

Introduzione

In questa guida vedremo come costituire una associazione sportiva dilettantistica. Lo sport è salutare per il corpo e per la mente. In virtù di ciò nascono, sempre più di frequente, le associazioni sportive. Per sapere come costituire una associazione sportiva dilettantistica, occorre seguire un iter ben preciso, sia a livello pratico che burocratico.

210

Occorrente

  • Atto costitutivo
  • statuto
  • mod. A 5
  • certificato di affiliazione
  • certificato di iscrizione al Coni
310

Il numero di soci necessario e la registrazione all'Agenzia delle Entrate

Il primo passo per costituire una associazione sportiva dilettantistica è stabilire gli scopi precisi e la tipologia di attività che si intende svolgere. Fatto questo, occorre reperire almeno tre soci co-fondatori. Con essi, si andrà a costituire il Consiglio Direttivo. In seguito, dovrete procedere alla registrazione dell'Atto costitutivo e alla redazione di uno Statuto interno. Indispensabile poi recarsi presso l'Agenzia delle Entrate. Qui procederete alla registrazione della vostra società sportiva dilettantistica. Assicuratevi di portare con voi l'Atto costitutivo e lo Statuto in duplice copia. Sarà necessario apporre due marche da bollo del costo di 14,62 euro. Prima di registrare il contratto, compilerete un modulo, che andrà firmato dal Presidente dell'Associazione. La tassa di registrazione ammonta a 168,00 euro.

410

L'attribuzione del Codice Fiscale

Per costituire una società sportiva dilettantistica, è obbligatorio seguire l'intero iter previsto dalla Legge. Nello specifico, lo statuto legislativo che regola tale tipologia di impresa è il 289/2002, articolo 90. L'Agenzia delle Entrate assocerà poi alla società il relativo Codice Fiscale. Dovrete però sostenere la tassa prevista per la registrazione, bolli e per gli atti. Il documento preciso per l'attribuzione del Codice Fiscale è il modello A-5, scaricabile online sul Sito Ufficiale o da richiedere all'Agenzia stessa.

Continua la lettura
510

La registrazione al Coni

Successivamente, è necessario richiedere l'iscrizione dell'attività al registro della Federazione Sportiva regionale. In seconda istanza, si provvederà a iscrivere la società dilettantistica al CONI. Da tener presente che, senza questo passaggio, sono previste sanzioni piuttosto pesanti. Inoltre, grazie alla sottoscrizione al CONI, si avrà diritto alle detrazioni e agevolazioni fiscali previste dalla Legge.

610

Il tesseramento dei soci

L'affiliazione ad un ente, che sia regionale o nazionale, garantisce diversi benefici sia ai soci che all'impresa stessa. Chi si iscriverà alla società sportiva infatti potrà richiedere il tesseramento. La tessera del socio prevede un'assicurazione contro gli infortuni obbligatoria ed annuale. Il premio assicurativo è già compreso nel costo della tessera "socio", mentre l'associazione stabilirà l'importo assicurativo a sua discrezione.

710

Lo Statuto e l'Atto Costitutivo

Vediamo ora come compilare correttamente sia lo Statuto che l'Atto Costitutivo della società sportiva dilettantistica. In entrambi i documenti, dovrete indicare lo scopo della società e la sua denominazione precisa, completa di Codice Fiscale. Inoltre, andranno precisati il patrimonio societario, il luogo della sede legale dell'impresa e la sua organizzazione. Non dovrà infine mancare la descrizione completa del regolamento interno e relativo all'amministrazione societaria. Infine, si preciseranno obblighi, compiti, diritti e doveri degli amministratori della società sportiva dilettantistica, così come quelli del Presidente della stessa.

810

L'apertura della Partita IVA

Uno dei benefici delle società sportive dilettantistiche è la non tassabilità dei compensi percepiti dai soci. Questo perché l'attività svolta non è considerata commerciale dalla Legge in vigore. Tuttavia, è obbligatorio dichiarare i redditi allo Stato. Il consiglio è quello di aprire una propria Partita IVA. In questo modo, è possibile ricevere i compensi dei soci senza che siano passibili di obblighi fiscali tassabili. Dovrete però effettuare il rendiconto all'Agenzia delle Entrate presentando il bilancio annuale. Per non incorrere in errori o in mancanze, è bene affidare il registro delle entrate ad un commercialista, che provvederà a stilare il modello unico da consegnare all'Ente di competenza.

910

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Aziende e Imprese

10 cose da fare per costituire una associazione di volontariato

Avviare un'associazione di volontariato potrebbe essere un'idea molto valida per fare qualcosa di utile per sé stessi e gli altri. Il settore del no profit rappresenta infatti una risorsa importante per svolgere tutte quelle attività di sostegno alla...
Aziende e Imprese

Come costituire un'associazione culturale senza fini lucrativi

Riunirsi all'interno di un'associazione permette di vivere un'esperienza di gruppo in cui condividere interessi e passioni cercando di raggiungere un obiettivo comune. L'appartenenza ad una comunità e la possibilità di coltivare progetti condivisi è...
Aziende e Imprese

Come costituire un'associazione di volontariato

In una società come quella attuale, in cui la ricerca spasmodica di una fonte di guadagno economico è all'ordine del giorno, volersi unire in un gruppo che svolga del volontariato, corrisponde a un'azione tanto encomiabile quanto "fuori moda". Fondare...
Aziende e Imprese

Come promuovere un'associazione culturale

Se avete appena fondato un'associazione culturale e desiderate farla conoscere il più possibile, per diffonderne le linee di principio, i contenuti e le ideologie, dovrete inevitabilmente procedere con la promozione della stessa. Per fare questo è possibile...
Aziende e Imprese

Come aprire un'associazione

Un'associazione è un tipo di ente che viene costituito da un gruppo di persone fisiche o giuridiche allo scopo di perseguire uno scopo in comune fra tutti i partecipanti. Un'associazione può quindi essere di tipo sportivo, hobbistico, caritatevole o...
Aziende e Imprese

Come gestire una associazione no profit

Talvolta creare un'associazione no profit può essere più facile che gestirla, al punto che non tutti pensano in anticipo anche a come poter controllare tutto ciò che essa comporta. Le organizzazioni a scopo non di lucro e socialmente utili possono...
Aziende e Imprese

Come assicurare i soci di un'associazione

Quando si parla di assicurazioni si pensa sempre di sapere tutto ma, in realtà, non si sa davvero molto e non si sa mai cosa fare nello specifico. Il mondo che riguarda le assicurazioni, con tutta la documentazione che lo affianca, è un ambito che resta...
Aziende e Imprese

Associazione no profit: consigli sulla gestione

Un'associazione no profit è un'attività priva di scopo di lucro, in quanto il motivo d'esistere di tale associazione non ha come obiettivo il guadagno economico, ma la solidarietà da porre al servizio della propria comunità. Di seguito sono riportati...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.