Come controllare la busta paga

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Per un impiegato è fondamentale saper controllare la propria busta paga. Questo documento rilasciato dal datore di lavoro comprende una serie di voci e di informazioni per il dipendente. La loro lettura informa sul calcolo effettuato per addivenire al netto dello stipendio percepito, in un preciso lasso di tempo. Verificando il prospetto in modo dettagliato, si potranno riscontrare eventuali errori o anomalie. Lo scopo che si prefigge la presente guida è quello di fornire delle indicazioni in materia. Scopriamo insieme, pertanto, come controllare la busta paga.

26

Occorrente

  • busta paga
36

Leggere una busta paga

La busta paga si ripartisce in varie sezioni. Ognuna di esse indica una voce specifica. Questa, a sua volta, si distingue in tutte le caratteristiche che la compongono. Analizziamole dettagliatamente. Nella parte in alto si riportano i dati anagrafici del datore di lavoro, sia esso una ditta o una società. Seguono quelli del lavoratore, con la specifica del nome, del cognome, della data di nascita e della qualifica. Inoltre è esposta la data di assunzione e quella di fine rapporto, nel caso in cui trattasi di lavoro a tempo determinato. Sapere come controllare la busta paga ci permetterà di scoprire altre indicazioni. In questa sezione del prospetto è esposta anche la paga base del lavoratore e la contingenza, oltre al tipo di contratto. Per esempio, part time con l'indicazione della percentuale.

46

Analizzare le voci di una busta paga

Per controllare la busta paga, analizziamo ora il corpo centrale. Esso riporta tutte le voci riguardanti il compenso spettante al dipendente, al lordo delle trattenute. Il compenso si stabilisce calcolando lo stipendio ordinario e le eventuali ore di straordinario. In genere, in questa parte del prospetto, si indicano anche le ferie godute, i permessi e le festività. Inoltre, se il contratto lo prevede, si riportano anche le voci relative ad eventuali premi di produttività e le indennità. In determinati periodi dell'anno si includono anche le voci di tredicesima e quattordicesima mensilità, sempre se previste dal contratto. Potrebbe anche essere esposta una anticipazione sul trattamento di fine rapporto (TFR). Questa parte del prospetto paga contiene anche le ritenute fiscali, oltre agli assegni familiari, se dovuti.

Continua la lettura
56

Comprendere le imposte e le trattenute

Per saper come controllare la busta paga, proseguiamo nella lettura. La parte finale della busta paga comprende le voci che indicano la somma che il datore di lavoro versa all'Istituto Nazionale della Previdenza Sociale e all'Istituto Nazionale Assicurazione Infortuni sul Lavoro, per la garanzia della pensione (di vecchiaia e di invalidità). Oltre ad eventuali trattamenti economici in caso di malanni e di maternità. Oppure di indennità in caso di disoccupazione successiva del lavoratore. Inoltre viene anche evidenziata la trattenuta del successivo trattamento di fine rapporto che verrà versato al termine del rapporto di lavoro. Infine sulla destra in basso si indica il saldo, al netto di tutte le competenze, che percepirà il lavoratore. https://www.inps.it/nuovoportaleinps/default.aspx.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lavoro e Carriera

Come leggere la propria busta paga

La busta paga è un vero e proprio tabulato, in cui sono specificate nel dettaglio alcune voci, come: trattenute Irpef, contributi Inps, detrazioni fiscali, assegni familiari (possono essere retribuiti quando un dipendente ha a carico una moglie e dei...
Lavoro e Carriera

Come calcolare le trattenute nella busta paga

Cosa sono le trattenute? Iniziamo con questa semplice domanda.La busta paga oltre a contenere dati identificativi del datore e del dipendente, la posizione assicurativa INAIL, voci da cui è composta la retribuzione, è composta anche dalle trattenute...
Lavoro e Carriera

Tfr in busta paga: 10 cose da sapere

lI TFR (Trattamento di Fine Rapporto) è un corrispettivo in denaro che spetta ad ogni lavoratore quando cessa la sua attività. Qualsiasi lavoratore ha sempre diritto al TFR quando il rapporto di lavoro termina, anche se il lavoro è casuale, occasionale...
Lavoro e Carriera

5 cose da sapere sulla tredicesima in busta paga

Sapete quali sono i mesi preferiti da una certa categoria di lavoratori? Senza dubbio quelli di dicembre e giugno. Perché, vi starete chiedendo? Perché a dicembre si lavora meno per le vacanze natalizie? Oppure perché a giugno iniziano le prime ferie...
Lavoro e Carriera

Come calcolare gli scatti di anzianità in busta paga

I contratti collettivi premiano l'anzianità di servizio del dipendente con i cosiddetti scatti di anzianità. La motivazione che sta alla base di tale norma è molto semplice: il dipendente che passa più tempo nella stessa azienda, conosce molto meglio...
Lavoro e Carriera

Come calcolare la liquidazione dalla busta paga

La liquidazione, meglio conosciuta come TFR, sigla che sta ad indicare il trattamento di fine rapporto, non è altro che una somma che spetta a ciascun lavoratore non appena cessa il rapporto di lavoro dipendente fra quest'ultimo ed il suo datore di lavoro,...
Lavoro e Carriera

Cosa fare se il datore di lavoro non paga

Può accadere di avere dei seri problemi con il proprio datore di lavoro. I problemi con cui si può venire in contatto sono veramente tanti e possono succedere ogni giorno, in particolar modo in questo periodo di profonda crisi economica. Nello specifico,...
Lavoro e Carriera

Come si calcola il guadagno netto di un'ora di lavoro straordinario

A chi possiede un contratto di lavoro dipendente può essere richiesto, di tanto in tanto, di lavorare anche al di fuori del proprio consueto orario. In tempi di crisi, fare alcune ore di straordinario può essere importante per il proprio bilancio, naturalmente...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.