Come Contestare una parcella professionale

tramite: O2O
Difficoltà: facile
14

Introduzione

Se abbiamo bisogno di un servizio da parte di professionisti, come ad esempio un computo metrico o una visura catastale con planimetria di un negozio o di una casa, dobbiamo ovviamente pagare la loro parcella professionale. Gli individui interessati al rilascio di questa tipologia di documentazione sono davvero in tanti, e solitamente si tratta di avvocati, notai, geometri, architetti e quant'altro. Il professionista ha l'obbligo di dover rilasciare una fattura che attesti l'avvenuto pagamento, ma ciò non al termine della prestazione ma bensì al momento del pagamento da parte del cliente. Per questo motivo se necessitiamo di un servizio di un professionista, e poi non siamo soddisfatti del suo operato, possiamo contestare la parcella professionale seguendo quanto citato nei passi successivi di questa guida.

24

Quando un professionista presta a favore della nostra azienda un servizio di tipo professionale, normalmente e in via preventiva, ci si accorda anche sulla cifra della parcella che successivamente dovremmo procedere a pagare. Se gli importi non coincidono con quelli preventivamente accordati, allora avremmo il diritto di contestare la parcella. Ma alla domanda specifica come funziona? La risposta è chiara ed eloquente!

34

Innanzitutto per poterlo fare dovremmo produrre una comunicazione di reclamo, intestata al professionista che ha emesso la parcella nei confronti della nostra azienda, ponendo in oggetto e sottolineando per l'appunto la dicitura "reclamo". Continueremo la comunicazione con lo spiegare che non abbiamo intenzione di procedere al saldo della parcella in quell'istante, riportando di quest'ultima il numero, la data e l'importo ben preciso. Proseguiremo con lo specificare le motivazioni che ci hanno portato a ciò, a quali sono le motivazioni che vi hanno spinto a non pagare la parcella in questione. Ad esempio spiegando che il compenso presente in parcella è di molto superiore rispetto a quanto concordato e quindi vi è un rifiuto da parte nostra. Firmeremo il documento, dopo averlo datato, e procederemo al suo invio tramite una raccomandata con ricevuta di ritorno. A questo punto non ci resterà che aspettare che la nostra richiesta sia presa in considerazione e che sopratutto sia valutata in modo positivo.

Continua la lettura
44

Se ciò non accade perché il professionista si rifiuta di prendere in considerazione la nostra richiesta di modifica al suo elaborato, e pretende comunque il pagamento della parcella, allora l'unica via da seguire anche per cautelarci e non risultare inadempienti, è di inviargli una lettera di diffida tramite un avvocato di fiducia, che gli intima di rilasciare il documento corretto, previo messa in mora, il che significa che non solo il professionista deve rinunciare temporaneamente a quanto richiesto, ma deve redigere anche la pratica ex novo con le direttive imposte da noi, e che sono state la causa scatenante della controversia.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Aziende e Imprese

Come calcolare la parcella del commercialista nelle società di persone

I commercialisti svolgono un lavoro piuttosto duro ed importante per chiunque di noi. Grazie a loro possiamo calcolare quante tasse dobbiamo pagare ed evitare così fastidiose multe. Per questo quando si apre una società è bene assumere anche un commercialista...
Aziende e Imprese

5 consigli per fare networking professionale

Col termine inglese di networking intendiamo uno scambio di informazioni diretto a sviluppare dei rapporti professionali, alle volte anche sociali, con vari contatti. In estrema sintesi il networking professionale si traduce come uno tra i meccanismi...
Aziende e Imprese

Come aprire un negozio Di Giochi E Giocattoli

L'avviare un'attività commerciale oggigiorno potrebbe essere molto complicato, anzi alquanto rischioso. Se seguirete però gli accorgimenti giusti ed anche i consigli che vi daremo, il compito potrebbe risultare piuttosto semplice e facile. In tale articolo...
Aziende e Imprese

Come Recuperare Un Credito Su Fattura

Per chi ha un'attività in proprio è necessario tutelarsi e riscuotere i propri crediti. A volte infatti capita che, dopo aver emesso una fattura di vendita ad un cliente, e purtroppo quest'ultimo sia diventato un cattivo pagatore, ed il credito rimanga...
Aziende e Imprese

Come migliorare la formazione del personale

La formazione del personale, lo sviluppo e l'educazione dei lavoratori per migliorare le loro prestazioni sono fondamentali per le aziende che cercano di mantenere un vantaggio competitivo. Considerare questi suggerimenti per fornire una migliore formazione...
Aziende e Imprese

Come registrare una fattura di un professionista

I soggetti interessati all'emissione di fatture e parcelle sono moltissimi, tutte queste figure abitualmente si definiscono “professionisti”. In queste rientrano tutti gli individui dotati di un Albo Professionale come per esempio: notai, avvocati,...
Aziende e Imprese

Come aprire un negozio di elettronica online

Ormai il mercato degli oggetti e soprattutto dei prodotti tecnologici ed elettronici si sta spostando sempre di più verso gli store online. Sono sempre di più, infatti, coloro che sono alla ricerca di offerte o affari sul web per provare a risparmiare...
Aziende e Imprese

Come aprire partita iva

La partita IVA è una serie di cifre utili a identificare in maniera univoca il contribuente: è costituita da 11 numeri, di cui i primi 7 identificano lo specifico contribuente, mentre i successivi 3 servono ad identificare il codice dell’Ufficio delle...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.