Come contestare una bolletta del telefono

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Pensate che la vostra bolletta telefonica preveda addebiti non dovuti, o che includa, tra le voci, servizi di cui non avete mai usufruito? I conteggi del traffico riportati sull’ultima bolletta telefonica sono eccessivi rispetto al vostro standard abituale? Può succedere che le bollette del telefono erogate dalle compagnie telefoniche presentino voci di spesa non documentate o non previste nel contratto firmato al momento dell’acquisto del servizio o prevedano dei consumi che voi clienti ritenete di non aver fatto. Non sottovalutate gli importi non dovuti, neanche se di poco conto! In questa guida vi daremo dei consigli su come contestare una bolletta del telefono.

26

Occorrente

  • Bolletta del telefono
  • Telefono
  • Utenza
  • Compagnia telefonica
  • Raccomandata
  • Lettera di contestazione
36

La prima cosa da fare per contestare una bolletta del telefono errata è quella di inviare al più presto una lettera di contestazione attraverso una raccomandata con ricevuta di ritorno all'azienda che vi fornisce il servizio. In questo modo metterete al corrente l'azienda dell'errata fatturazione ed entro 40 giorni dovrà effettuare le verifiche del caso e comunicare l'esito delle verifiche all'utente che si è visto recapitare la bolletta errata.

46

Nella lettera di contestazione dovrete indicare i vostri dati come mittente e quelli dell'azienda che eroga il servizio, come destinatario. Dovrete scrivere a chiare lettere che volete contestare la bolletta errata, indicando il numero di fattura, il periodo indicato nella bolletta e la causa della contestazione, che in questo caso è di un servizio non utilizzato. Nella lettera indicate anche la richiesta di effettuare i controlli necessari e di emettere una nuova bolletta oppure rimborsare i soldi non dovuti (se la bolletta è già stata pagata). Con la lettera di contestazione dovrete allegare una fotocopia della bolletta errata.

Continua la lettura
56

A questo punto dovrete attendere il responso dell'azienda fornitrice dell'utenza telefonica, che entro 40 giorni dal ricevimento della vostra raccomandata dovrà fornirvi una risposta. Se l'azienda riconosce l'errore di errata fatturazione dovrà provvedere a ricalcolare l'importo ed emettere la nuova bolletta corretta, oppure dovrà rimborsarvi dell'importo che avete pagato ingiustamente entro 90 giorni.

66

Ricordatevi che se l'accredito viene effettuato entro i 90 giorni previsti, avrete diritto a un rimborso di 20 euro nella prima bolletta successiva a quella errata. Se la risposta arriva entro 180 giorni vi spetterà un indennizzo di 40 euro, tra i 180 e i 270 giorni saranno 60 euro. L'accredito dell'importo dovuto dovrà avvenire a mezzo assegno o bonifico bancario da parte dell'azienda fornitrice, oppure attraverso uno storno in bolletta.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Finanza Personale

Come agire in caso di bolletta sospetta

Da diversi anni ormai sono frequenti i casi di bollette telefoniche sospette. Un utente distratto, se non ha di fronte un importo eccessivo, paga la bolletta senza la certezza che sia realmente esatta. Nella maggior parte dei casi si tratta di vere e...
Finanza Personale

Come fare se si smarrisce la bolletta dell'eni

Pagare le bollette costituisce uno degli obblighi a cui tutti i cittadini devono rispondere per non rischiare di incorrere in pesanti e salate sanzioni. Tuttavia spesso può capitare di perdere una bolletta e non sapere come fare. In questa guida pertanto...
Finanza Personale

Contestare una multa: 5 cose da sapere

Quando sul tergicristallo della propria auto ci si ritrova un foglietto di carta subito risale il forte dubbio di aver preso una multa. Ebbene quando ci si ritrova in questa situazione bisogna provvedere al pagamento della stessa per evitare aumenti di...
Finanza Personale

Come contestare un servizio telefonico non richiesto

Ci sarà sicuramente capitato, di ritrovare all'interno della nostra bolletta telefonica dei costi più elevati, dovuti all'attivazione di particolari servizi che non avevamo assolutamente richiesto. In questi casi potremo contestare l'attivazione del...
Finanza Personale

Carta di credito: come contestare una transazione

La carta di credito: uno strumento tanto pratico, quanto pericoloso! Una moneta elettronica, un utilissimo strumento di pagamento. Ma anche un'arma a doppio taglio che ci espone alle truffe altrui. In realtà, la carta di credito non è altro che una...
Finanza Personale

Postepay: come contestare gli addebiti in caso di truffa

La Postepay, è una peculiare carta elettronica prepagata, che normalmente permette al titolare di effettuare i suoi acquisti con sicurezza e con facilità (anche online). È risaputo che nei tempi odierni, l'avvento della tecnologia ci permette di effettuare...
Finanza Personale

Come contestare una truffa subìta con la carta Postepay

Avete subito una truffa utilizzando la vostra carta prepagata Postepay e non sapete cosa fare? Allora questa è la guida che fa per voi! Oggi giorno la carta Postepay è molto diffusa, e in particolare viene utilizzata per effettuare i pagamenti online,...
Finanza Personale

Come pagare la bolletta enel con carta di credito

Se siamo proprietari di una abitazione, sicuramente sapremo che tutti i servizi di cui usufruiamo come gas, acqua, corrente elettrica, richiedono il pagamento di una certa somma in base ai consumi effettuati. La somma da pagare ci verrà comunicata mediante...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.