Come contestare l'estratto conto della carta di credito

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

L'estratto conto della propria carta di credito può contenere addebiti sbagliati, doppie scritturazioni, oneri di prodotti e servizi mai richiesti e ricevuti o altre anomalie. In questo caso è possibile contestare tali errori. Bisogna contattare direttamente la società che ha emesso la carta di credito e la banca. Ecco come contestare l'estratto conto della carta di credito.

24

In questi casi la prima cosa da fare è effettuare la contestazione. Il termine per procedere è sessanta giorni dal ricevimento dell’estratto conto. Bisogna quindi controllare al più presto l’estratto conto ricevuto. In caso di superamento del termine il documento si considera accettato. La contestazione va fatta per iscritto con raccomandata con ricevuta di ritorno. Bisogna indirizzarla alla società emittente e alla banca. Molte società emittenti di carte di credito mettono a disposizione un servizio clienti telefonico. La segnalazione per via telefonica, tuttavia, non sostituisce la raccomandata. Non dà infatti la prova del reclamo in caso di successiva iniziativa giudiziaria.

34

Nella lettera bisogna indicare innanzitutto i propri dati anagrafici, i dati della carta, gli estremi del conto corrente e la data di ricevimento dell’estratto conto. È necessario poi dare una spiegazione dettagliata degli errori e delle operazioni da verificare. Bisogna preferibilmente specificare quale avrebbe dovuto essere la cifra esatta. Si deve allegare la fotocopia degli scontrini/fatture, della carta di credito e dell’estratto conto. Alla fine bisogna effettuare la richiesta di riaccreditare la somma. Se l'istituto emittente richiede di compilare un modulo, è possibile allegare la lettera a tale modulo. La banca deve rispondere entro 30 giorni. Se la banca non rispetta il termine il consumatore può esporre il caso all’Arbitro Bancario e Finanziario. Come ultima alternativa ci si può rivolgere al Giudice tramite un avvocato.

Continua la lettura
44

Uno degli errori più comuni è la mancata corrispondenza tra la somma addebitata e quella concordata. In questi casi il percorso più rapido per ottenere il rimborso è quello di controllare lo scontrino e rivolgersi all’esercente. Può accadere, tuttavia, che il rivenditore non sia disposto a collaborare. In questo caso bisogna necessariamente rivolgersi alla società che ha emesso la carta di credito. In caso di clonazione o furto della carta di credito, invece, bisogna fare denuncia dai Carabinieri. Si deve allegare copia della denuncia alla lettera di contestazione.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Finanza Personale

Come contestare un addebito su carta di credito prepagata

I titolari di carte di credito prepagate possono presentare controversie alle emittenti per una serie di motivi, tra cui anche per aver notato degli addebiti non autorizzati a loro carico. Qualunque sia la ragione, è necessario mantenere sempre la pazienza...
Finanza Personale

Come scegliere una carta di credito, prepagata, carta-conto o carta regalo

La moneta virtuale, sta pian piano sostituendo quella cartacea, rendendo molto semplici ed eseguibili da casa, transazioni che prima potevano essere un po' più difficoltose. Lo strumento per eccellenza di cui si avvale questo nuovo metodo sono le carte....
Finanza Personale

Come visualizzare l'estratto conto della carta Postepay

Oggi è impossibile non avere un bancomat, una carta di credito o una carta prepagata, dove conservare i propri risparmi e dove tenerli al sicuro. Le Poste Italiane ad esempio, proprio come le banche, forniscono tantissimi servizi ai cittadini italiani,...
Finanza Personale

Carta di credito e carta di debito: differenze

Le carte di credito e quelle di debito ci permettono di avere accesso ai nostri risparmi, senza dover portare in giro soldi contanti. Questa grande innovazione ci aiuta a gestire al meglio le nostre risorse economiche e si possono utilizzare praticamente...
Finanza Personale

Come leggere un estratto conto

Al giorno d'oggi, per gestire i propri risparmi è diventato fondamentale l'utilizzo di un conto corrente. Ogni tre mesi circa, la banca provvede a inviare al correntista l'estratto conto dei movimenti effettuati sul conto corrente in questione. In questo...
Finanza Personale

Come richiedere l'estratto conto della Postepay

Le Poste Italiane forniscono validi servizi per i cittadini italiani consentendo operazioni di vario genere. Offrono anche la possibilità di aprire un conto corrente (bancoposta), libretti postali o carte prepagate (Postepay). Quest'ultime risultano...
Finanza Personale

Come addebitare i pagamenti su carta di credito

La carta di credito è uno degli strumenti più utilizzati, ad oggi, nel mondo delle transazioni. Qualsiasi acquisto può essere completato con l'utilizzo di una di queste carte, fornite su richiesta dagli istituti bancari. Nel momento in cui avviene...
Finanza Personale

Come scegliere una carta di credito

Oggi la carta di credito è la più comoda forma di pagamento preferita dalle persone, per la sua utilità: tramite telefono, internet o all'estero e per i pagamenti di bollette di luce, gas, telefono. È un'agevolazione di pagamento che ci fa risparmiare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.