Come contestare gli addebiti della Postepay

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

La Postepay non è altro che una carta prepagata e ricaricabile che viene fornita da Poste Italiane su richiesta di qualsiasi utente. È possibile utilizzarla si in Italia che all'estero per poter effettuare acquisti presso gli esercizi commerciali che sono convenzionati VISA, oppure per pagare bollettini, ricaricare cellulari e molto altro ancora. Può succedere che nella lista movimenti di questa carta si riscontrino delle anomalie. In questa guida, passo dopo passo, dirò come contestare gli addebiti della Postepay. La procedura è veramente molto semplice.

27

Movimenti

Si deve sapere prima di tutto che i movimenti anomali possono verificarsi quando ad esempio qualcuno riesca a rubare il PIN della carta Postepay. In tal caso, è bene subito correre ai ripari. Connettersi ad internet sul sito ufficiale di Poste Italiane e digitare nome utente password. Accedere successivamente all'estratto conto della Postepay. Esaminare con attenzione tutti i movimenti dell'estratto conto stesso ed individuare tutti i movimenti anomali che si sono verificati.

37

Segnalazione

Una volta che si saranno trovati tutti questi movimenti anomali, non si dovrà fare altro che prenderne nota su un pezzo di carta. In seguito, si dovrà inviare un'apposita segnalazione a Poste Italiane, nella quale si dovrà assolutamente comunicare una contestazione di pagamento inerente a questi movimenti anomali. Tale procedura andrà fatta via fax o, in alternativa, recandosi presso l'ufficio postale più vicino ed inviando una raccomandata con ricevuta di ritorno.

Continua la lettura
47

Dati della carta

In ambedue i casi, sia nel fax che nella raccomandata con ricevuta di ritorno, si dovranno specificare tutti i dati della carta Postepay, i dati di chi la possiede, nonché tutti i movimenti anomali che si vogliono contestare. La raccomandata con ricevuta di ritorno dovrà essere intestata alla Direzione Operazioni Banco Posta di Poste Italiane che si trova in viale Europa 175 a Roma. Attendere la risposta di Poste Italiane, i cui tempi sono variabili.

57

Scadenze

Si deve tenere assolutamente presente che una volta che si sarà venuti a conoscenza dei movimenti anomali presenti sulla propria carta Postepay, si avranno tredici mesi a disposizione per contestare il tutto. Nella maggior parte dei casi questi movimenti sono dovuti a vere e proprie truffe. Per poterle prevenire, consiglio vivamente di monitorare costantemente la lista dei movimenti derivanti dalle operazioni effettuate con la Postepay.

67

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Richieste e Moduli

Come richiedere un duplicato del pin della Postepay

La Postepay è una carta che molti usano per fare acquisti online e quindi effettuare i dovuti pagamenti. Ogni volta che si usa, anche nel momento del prelievo presso gli sportelli di Poste Italiane, è richiesto l'inserimento del PIN, ovvero del codice...
Richieste e Moduli

Come contestare le spese di un condominio

L'approvazione delle spese di un condominio da parte dei singoli condomini riuniti in assemblea, è causa frequente di discussioni. Non sempre ogni spesa è chiara, spesso sembra gonfiata e soprattutto inutile. Durante un'assemblea di condominio, l'approvazione...
Richieste e Moduli

Come comportarsi dopo Il furto della carta Postepay

Se siete possessori di una carta Postepay e malauguratamente doveste subire un furto non è il caso di preoccuparsi troppo. È preferibile restare calmi ed agire in fretta, pensando a tutte le operazioni che bisogna fare in questi casi. Poche e semplici...
Richieste e Moduli

Multa per ZTL: come fare ricorso

Avete beccato una multa errata per violazione del varco ZTL? Prima di entrare nel panico, c'è da chiarire che la sigla ZTL per chi non lo sapesse, non è altro che una sigla che sta ad indicare una zona a traffico limitato. In molte città dell'Italia,...
Richieste e Moduli

Multa per divieto di sosta: come e quando fare ricorso

Contro le sanzioni amministrative dovute alla violazione di qualche regola prescritta dal Codice della Strada, è possibile presentare ricorso. Almeno una volta nella vita è probabilmente capitato a tutti gli automobilisti o motociclisti di prendere...
Richieste e Moduli

Come recuperare gli acconti Irpef versati in eccesso prima del taglio degli stessi

Cerchiamo di vedere insieme, in questa guida, che vi proponiamo, come recuperare gli account Irpef, che sono stati versati in eccesso, prima del taglio degli stessi. Versare l'Imposta sul Reddito delle Persone Fisiche - che comunemente chiamiamo con la...
Richieste e Moduli

Come impugnare le delibere condominiali

Almeno una volta all'anno l'amministratore di condominio ha l'obbligo di convocare un'assemblea condominiale. In caso di necessità, si possono effettuare delle assemblee straordinarie. I punti obbligatori sono le dimissioni e la nomina del nuovo amministratore....
Richieste e Moduli

Come denunciare una strada dissestata

A chi non è mai capitato di avventurarsi su strade impervie il cui passo era interdetto dalle buche? Ciò farebbe pensare a strade periferiche, la cui manutenzione non è ordinaria; talvolta, però, le strade in questione sono anche quelle del centro...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.