Come contabilizzare le Royalties

Tramite: O2O 11/05/2021
Difficoltà: media
19

Introduzione

Royalties è un termine anglosassone che fa parte, oramai, del linguaggio comune in quanto molto utilizzato. Ma cosa sono? Si tratta dei compensi in denaro che vengono versati a un soggetto per la cessione dei diritti o di utilizzo di un particolare brevetto o altro tipo di prodotto. Vengono anche definite diritti di licenza ma come contabilizzare le Royalties?

Prima di procedere è bene ribadire che le Royalties danno diritto a utilizzare il brevetto di chi lo ha creato e concesso in utilizzo con precisi termini e condizioni. Non è presente una precisa normativa al riguardo quindi le parti in causa devono stipulare un accordo basato su una negoziazione privata che va, naturalmente, scritta e firmata da entrambi per essere valida.


Detto questo si procediamo con la spiegazione di cos'è una Royalty, come si suddivide e come si contabilizza sul Libro Mastro in modo corretto e seguendo le leggi fiscale vigenti. Prendi carta e penna, o salva questo articolo per poterlo rileggere all'occorrenza.

29

Occorrente

  • Libro Mastro
  • Concentrazione
  • Allenamento
  • Contratti di licensing con Royalty
39

Cosa sono le Royalties?

Le Royalties, rappresentano il guadagno che il proprietario di un brevetto ottiene da chi richiede di sfruttare commercialmente il prodotto in questione. Non c'è una quota fissa in quanto ogni contratto viene eseguito con accordi differenti presi tra le parti.


La Royalty può essere rappresentata da una cifra versata una tantum oppure oppure una percentuale sulle vendite, ad esempio. Se vogliamo dare una definizione più tecnica si può dire che le Royalties sono il pagamento per la concessione dei diritti di licenza.

49

Come contabilizzare le Royalties

Una volta spiegato il concetto di Royalty è importante capire come devono essere contabilizzate, per fare questo si devono conoscere i due decreti che riguardano questo settore.


- Decreto sull'Imposta del Valore Aggiunto D.P:R: 633/72- Decreto riguardo l'accertamento delle Imposte sul Reddito D.P.R. 600/73

Il primo regola l'aliquota IVA delle royalties, articolo 7 del Decreto legislativo sopra descritto e si tratta di una rivendicazione del principio di territorialità. Le Royalties corrispondono a un soggetto che risiede nel territorio italiano quindi includono il versamento dell'IVA. Questo vale anche per chi è residente all'estero ma viene identificato in Italia.
Le imposizioni da pagare sul valore della Royalty, si legge nell'articolo n. 25 del secondo Decreto descritto sopra, riguardano le ritenute alla fonte che includono anche tale corrispettivo. Il titolare del brevetto o della licenza, dovrà quindi riceverà la percentuale pattuita in sede contrattuale.
Esistono tre situazioni differenti a cui fare riferimento, Vediamo quali sono nel prossimo paragrafo.

Continua la lettura
59

Come distinguere le Royalities

Fiscalmente parlando si distinguono tre diverse realtà per quanto riguarda la contabilizzazione delle Royalties a seconda dei soggetti coinvolti, vediamo nel dettaglio di cosa si tratta:

Nel primo caso parliamo di imprese con residenza nel territorio nazionale, in questo caso i corrispettivi versati non prevedono il pagamento della ritenuta.

Il secondo caso riguarda il privato cittadino che risiede in Italia che prevede il versamento del 22% sull'importo percepito in qualità di Royalty. Tale percentuale va calcolata sul 75% dell'importo, quindi se una persona riceve 100 euro in pagamento dovrà versare una ritenuta d'acconto del 22% di 75 euro, quindi 16,5 euro.

I privati che risiedono all'estero versano invece una ritenuta d'acconto del 30% che si calcola sempre sul 75% della somma totale ricevuta in qualità di Royalty.

69

Contabilità delle Royalties

La contabilità dei compensi ottenuti con le Royalties, non è molto difficile ma bisogna avere una certa conoscenza con la materia. Prima di tutto bisogna specificare che le imprese devono assolutamente annoverare i pagamenti effettuati in questo modo all'interno del conto economico sotto alla voce: Costi per il Godimento di Beni di Terzi. Questo a dimostrazione che esiste un contratto di licensing, quindi di diritto a utilizzare il materiale prodotto da una terza persona.

La contabilizzazione delle Royalties in partita doppia, si esegue come nel seguente esempio. Facciamo l'ipotesi che un'impresa A versi 5000 euro per i diritti di licenza per l'utilizzo di un brevetto a un privato con residenza in Italia.

In questo caso le norme fiscali prevedono il pagamento di una ritenuta d'acconto del 22% sul 75% (in alcuni casi la ritenuta sale al 25%). Quando si emette la fattura contenente l'IVA del 22% si devono movimentare i mastrini in seguito alle scritture contabili che descrivo nel dettaglio nel prossimo paragrafo.

79

Come registrare le royalties nel libro mastro

Per avere una corretta contabilità delle Royalties è necessario che si registrino sul Libro Mastro, fatto questo dovranno essere movimentati i Mastrini in seguito alla scrittura contabile. Ecco cosa fare:


- Scrittura: Diversi a debito vostri fornitori 6050 euro. Mastrini: si deve scrivere nella sezione Diversi la seguente voci:

- Royalty 5000 euro

- Iva nostro credito 1050 euro (22%)

Al momento del saldo che potrebbe avvenire, ad esempio, tramite bonifico bancario di procede con la movimentazione dei Mastrini in questo modo:

- Scrittura: debito verso fornitori a diversi 6050 euro, in modo da ottenere la chiusura della precedente scrittura. Mastrini: inserire tra i diversi:

- Banca (nome) Conto corrente (numero) 5300 euro.
- Erario conto ritenute 750 euro

Nel momento in cui si procede regolarizzando la posizione del soggetto per il quale sono state versate le ritenute, si procede chiudendo la contabilizzazione in questo modo:

- Scrittura: erario conto ritenute a cassa 750 euro. Mastrini: si chiude il mastrino riguardante l'erario conto ritenute con l'inserimento della cifra suddetta e si movimenta la cassa in uscita.

89

Conclusione

Il procedimento che ho descritto nei paragrafi precedenti non è molto difficile una volta che si è presa la mano, ma bisogna fare molta attenzione a ogni passaggio non dimenticando di registrare gli importi in ogni sezione indicata. Diversamente il conteggio finale risulterebbe errato e diventerebbe complicato risalire a ogni movimento eseguito.
Si tratta di un procedimento di contabilità semplice, quindi, ma bisogna allenarsi un po' per ottenere una certa dimestichezza in modo da diventare una compilazione automatica. Sono pochi passaggi ma indispensabili per concludere ciò che riguarda la contabilizzazione delle Royalties in modo corretto secondo le normative fiscali vigenti.

99

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Il consiglio è di registrare tutto di volta in volta senza accumulare alla fine diversi contratti e pagamenti Royalties per non fare confusione rischiando di sbagliare
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Aziende e Imprese

Come calcolare e contabilizzare l'accantonamento Tfr

Il TFR, acronimo di Trattamento di Fine Rapporto, consiste in una liquidazione o buonuscita, maturata dal lavoratore dipendente presso un unico datore di lavoro e pagato al termine del rapporto lavorativo dal proprio sostituto. Essenzialmente il trattamento...
Aziende e Imprese

Come contabilizzare l'Indennità per licenziamento illegittimo

Il licenziamento di un dipendente è da sempre alla base nel mercato del lavoro. Che sia giusto o sbagliato, a volte può essere necessario, altre volte ingiustificato. Una branca particolare della materia è quella che riguarda quello "illegittimo" ovvero...
Aziende e Imprese

Come valorizzare e contabilizzare Immobilizzazioni in corso di costruzione

in questa semplice ed esauriente guida servirà vi forniremo tutte quante le informazioni necessarie su valorizzare e contabilizzare delle immobilizzazioni in corso di costruzione. Una delle modalità attraverso le quali un'azienda può entrare in possesso...
Aziende e Imprese

Come Contabilizzare La Cessione Di Fatture

Quando si apre un'attività commerciale, di qualsiasi natura essa sia, bisogna considerare sempre la quantità di tasse e che si andranno a pagare per le diverse attività economiche a cui la propria azienda deve far fronte. Vi sono diversi metodi per...
Aziende e Imprese

Come contabilizzare l'emissione di una ricevuta bancaria

È una valida alternativa di incasso, più snella e meno onerosa della classica cambiale. Si tratta di un documento, che accerta l'avvenuta riscossione di un debito, mediante la banca dove viene domiciliata. La ricevuta bancaria, nel linguaggio tecnico...
Aziende e Imprese

Come Contabilizzare I Costi Accessori Di Acquisto

Ogni volta che un'azienda effettua un'operazione di acquisto di un bene, deve registrare contabilmente (contabilizzare) nel bilancio tale attività. In tali operazioni, sovente, il costo del bene potrebbe non essere l'unico sostenuto dall'azienda compratrice...
Aziende e Imprese

Come Contabilizzare Gli Anticipi A Fornitori

Che cosa si intende per contabilizzazione degli anticipi? A che modalità di pagamento si associa il concetto di anticipo o acconto? Si considera anticipato il pagamento eseguito da un acquirente nei confronti di un venditore prima della consegna del...
Aziende e Imprese

Come contabilizzare i corrispettivi giornalieri

In questa guida vi spiegherò come contabilizzare i corrispettivi giornalieri. Per chi non lo sapesse i corrispettivi non sono altro che i ricavi al netto dei commercianti. Su questi ricavi detti corrispettivi non esiste l'obbligo di emissione della fattura....