Come contabilizzare i costi di assicurazione

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Durante la propria attività lavorativa, a qualsiasi azienda possono capitare incidenti di vario genere ed è quindi necessario avere un'assicurazione che permetta di coprire i danni che potrebbero venirne fuori. Questa guida, dopo aver illustrato cosa è un'assicurazione e perché la si stipula, fornirà le indicazioni utili per contabilizzare i costi della stessa all'interno del bilancio dell'azienda. Ecco come fare.

26

Si utilizza l'assicurazione per coprire i danni causati al patrimonio dell'impresa, alle persone che vi lavorano o a chi possa trarre danno dall'impresa stessa in caso di incidenti più o meno gravi. Generalmente ci si assicura contro quegli eventi che hanno una bassa probabilità di verificarsi ma che, allo stesso tempo, possono causare maggiori danni a persone o cose. Alcuni esempi sono i rischi di incendio, furto, allagamento, rischi di deperimento, rischi di responsabilità civile, rischi di insolvenza dei debitori e rischi di oscillazione dei cambi.

36

L'assicurazione è, per definizione dell'art. 1882 del c. C, mentre dal punto di vista fiscale, le operazioni di assicurazione sono considerate dall' art. 10 del DPR 633/72 (in particolare si veda il comma 2) le operazioni esenti da imposta, sia in relazione al pagamento dei premi, che per quel che concerne gli indennizzi.

Continua la lettura
46

Pertanto, per determinare il corretto periodo di competenza dei costi di assicurazione, in fase di preparazione del bilancio annuale, è necessario verificare a quale periodo si riferiscono i costi di assicurazione già pagati, e calcolare riscontri per le quote maturate ma non ancora riscosse dall'assicurazione.

56

Passiamo adesso ai risvolti contabili.
Prendiamo come esempio un contratto che copra i danni causati da furto e incendio all'azienda, venga stipulato il 1° settembre di un anno X, della durata di un anno, e che venga contestualmente corrisposto (con assegno bancario) il premio di assicurazione annuo ammontante ad euro 24000.

66

La scrittura che va rilevata all'atto del pagamento è Premi assicurativi a Banca X c/c 24.000
Alla data di chiusura del bilancio d'esercizio (convenzionalmente 31 dicembre) si deve provvedere a stornare, utilizzando la tecnica dei risconti, la quota di competenza dell'anno successivo, pari ad euro 16000 (ovvero gli 8/12 del totale, relativi ai mesi da gennaio ad agosto dell'anno successivo a quello del pagamento). La dicitura corretta sarà quindi "Risconti attivi a Premi assicurativi 18.000".

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Aziende e Imprese

Come contabilizzare l'Indennità per licenziamento illegittimo

Il licenziamento di un dipendente è da sempre alla base nel mercato del lavoro. Che sia giusto o sbagliato, a volte può essere necessario, altre volte ingiustificato. Una branca particolare della materia è quella che riguarda quello "illegittimo" ovvero...
Aziende e Imprese

Come valorizzare e contabilizzare Immobilizzazioni in corso di costruzione

in questa semplice ed esauriente guida servirà vi forniremo tutte quante le informazioni necessarie su valorizzare e contabilizzare delle immobilizzazioni in corso di costruzione. Una delle modalità attraverso le quali un'azienda può entrare in possesso...
Aziende e Imprese

Come calcolare e contabilizzare l'accantonamento Tfr

Il "Trattamento di Fine Rapporto", anche detto "TFR", liquidazione o buonuscita, è un indennizzo o risparmio forzoso a corresponsione differita. Il compenso viene pagato a fine collaborazione dal datore di lavoro, con una quota che viene versata mensilmente...
Aziende e Imprese

Come contabilizzare gli anticipi a fornitori in valuta estera

Un pagamento in anticipo è quello dato al venditore prima che venga consegnato il bene o il servizio. Può essere parziale o intero a seconda degli accordi. Attraverso questa breve guida vedremo come bisogna procedere per contabilizzare correttamente...
Aziende e Imprese

Come Contabilizzare Le Royalties

Le royalties sono diventate una realtà che, grazie all'aumento di brevetti e invenzioni, va sempre più diffondendosi nei giorni nostri. Questo termine sta a indicare i corrispettivi che vengono pagati a tutti coloro che possiedono un brevetto o una...
Aziende e Imprese

Come contabilizzare le rettifiche delle fatture di acquisto

Quando si arriva al momento della chiusura di un esercizio commerciale, per poter depositare un corretto bilancio della situazione dell'attività stessa, può essere necessario contabilizzare le rettifiche delle fatture di acquisto dei beni. Questi costi,...
Aziende e Imprese

Come Contabilizzare Le Spese Per Salari E Stipendi

Una delle categorie di scritture contabili che produce, sicuramente, delle maggiori problematiche è quella riguardante le modalità per la contabilizzazione degli emolumenti da corrispondere ai lavoratori dipendenti. La finalità di questa semplice ed...
Aziende e Imprese

Come contabilizzare il fondo svalutazione crediti

La partita doppia e la contabilizzazione delle voci sono da sempre un elemento molto ostico. Per contabilizzare alcune movimentazioni è infatti richiesta una buona conoscenza di economia aziendale e magari anche qualche infarinatura di ragioneria. La...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.