Come Contabilizzare I Costi Accessori Di Acquisto

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Quando un'azienda esegue un acquisto deve necessariamente registrarlo. Questi tipi di contabilizzazione che comprende acquisti di beni, istallazioni, imballaggi, spese di immatricolazione sono tutti costi accessori. Quest'ultimi sono oneri aggiuntivi al costo del bene in questione. A questo proposito fanno parte del conto economico d'esercizio e vanno a comporre i componenti negativi di reddito (costi). Nella seguente guida spiego Come Contabilizzare I Costi Accessori Di Acquisto

27

Occorrente

  • Libro giornale
37

La prima cosa da fare al momento della stipulazione del contratto è quella di trovare un punto d'incontro. In questo modo le due parti interessate stabiliranno a chi verranno attribuiti gli oneri in questione. Nel caso che i costi vengano attributi al venditore, questo provvederà a recuperarli. Aumentando il prezzo del bene stesso oppure aggiungendo determinate voci in fattura per diminuire la spesa. Se invece, i costi accessori verranno attribuiti all'acquirente, dovrà tener conto che, oltre al costo del bene ci saranno delle spese aggiuntive.

47

Inoltre, i costi accessori essendo componenti negativi di reddito, dovranno apparire nel conto economico. Vi sono due modalità per contabilizzare tali oneri. La prima è l' incremento del valore del bene acquistato. Mentre, nella seconda vanno indicati in maniera distinta le voci di costo nel bilancio d'esercizio. Nella prima ipotesi, il valore del bene acquistato sarà soggetto ad un aumento e verrà iscritto nella sezione B del conto economico. Nella seconda ipotesi, il costo accessorio sarà imputato come costo d'esercizio nell'apposita sezione: Costi per servizi. In questo caso diventa obbligatorio attuare la seconda ipotesi nel caso in cui un terzo fornisca la prestazione. Quindi bisogna necessariamente emettere regolare fattura. Per poi, potere imputare il costo nella sezione evidenziata in precedenza.

Continua la lettura
57

Dal punto di vista fiscale, i costi accessori vengono valutati in due maniere. Attribuendo così: spese documentate o spese non documentate. Nel caso in cui gli oneri accessori vengano emessi con regolare fattura non si pongono molti problemi. Tanto è vero, che le spese sono documentate, quindi non andranno a formare la base imponibile perché il calcolo dell'Iva è avvenuto tramite fattura. Invece, nel caso in cui le spese non vengano emesse tramite fattura saranno spese non documentate. In tal caso andranno a formare la base imponibile sulla quale verrà calcolata l'Iva. Ecco come contabilizzare i costi di accessori di acquisto.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Registrare le operazione giornalmente
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Aziende e Imprese

Come contabilizzare l'incasso delle ricevute bancarie

Con la presente guida ti presento gli aspetti contabili connessi all'operazione di incasso crediti mediante l'utilizzo delle ricevute bancarie, uno strumento molto utilizzato nella prassi commerciale. In particolare, ti spiego come contabilizzare in ciascuna...
Aziende e Imprese

Come Contabilizzare Gli Acquisti In Moneta Estera

Spesso potrà capitare di doversi rivolgere a fornitori che operano in paesi esteri, per una società, e che non usano come per noi, la moneta dell'Euro. Chiaramente questo potrà comportare certi svantaggi: si dovranno considerare i tempi d'attesa abbastanza...
Aziende e Imprese

Come contabilizzare le rettifiche delle fatture di acquisto

Quando si arriva al momento della chiusura di un esercizio commerciale, per poter depositare un corretto bilancio della situazione dell'attività stessa, può essere necessario contabilizzare le rettifiche delle fatture di acquisto dei beni. Questi costi,...
Aziende e Imprese

Come contabilizzare l'emissione di una ricevuta bancaria

È una valida alternativa di incasso, più snella e meno onerosa della classica cambiale. Si tratta di un documento, che accerta l'avvenuta riscossione di un debito, mediante la banca dove viene domiciliata. La ricevuta bancaria, nel linguaggio tecnico...
Aziende e Imprese

Come Contabilizzare La Cessione Di Fatture

Quando si apre un'attività commerciale, di qualsiasi natura essa sia, bisogna considerare sempre la quantità di tasse e che si andranno a pagare per le diverse attività economiche a cui la propria azienda deve far fronte. Vi sono diversi metodi per...
Aziende e Imprese

Come contabilizzare l'acquisto di immobilizzazioni

Ogni impresa nello svolgimento della propria attività necessita del possesso di immobilizzazioni ossia di beni il cui utilizzo si protrae nel tempo e che sono altrimenti conosciuti nella prassi contabile come beni a fecondità ripetuta. Tali beni sono...
Aziende e Imprese

Come contabilizzare i corrispettivi giornalieri

In questa guida vi spiegherò come contabilizzare i corrispettivi giornalieri. Per chi non lo sapesse i corrispettivi non sono altro che i ricavi al netto dei commercianti. Su questi ricavi detti corrispettivi non esiste l'obbligo di emissione della fattura....
Aziende e Imprese

Come Contabilizzare La Lquidazione Iva

Lo Stato italiano per controllare le attività delle imprese che si dedicano all'importazione oppure all'esportazione dei prodotti all'interno dell'Unione Europea, obbliga l'iscrizione nel Registro degli Operatori Intracomunitari, tramite l'Agenzia delle...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.