Come contabilizzare i corrispettivi giornalieri

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
15

Introduzione

In questa guida vi spiegherò come contabilizzare i corrispettivi giornalieri. Per chi non lo sapesse i corrispettivi non sono altro che i ricavi al netto dei commercianti. Su questi ricavi detti corrispettivi non esiste l'obbligo di emissione della fattura. Pertanto state in una botte di ferro nel momento in cui presentate tutte le fatture dal ragioniere. Questo perché avrete meno tasse da pagare poiché presentate meno fatture. Pertanto ecco che conviene facendo pagare guadagnando coi corrispettivi. Il problema però subentra nel momento in cui questi corrispettivi si devono contabilizzare. Ecco quindi che in questa guida vi spiegherò proprio questo. Ecco come contabilizzare i corrispettivi giornalieri.

25

Occorrente

  • scontrini fiscali comprovante un'operazione di vendita
  • registro dei corrispettivi
35

Inserite le voci

Prima di tutto sarà molto importante fare un esempio di quello che dovrete andare ad inserire nel vostro "libro giornale", in modo da avere le idee chiare, ovvero: data, totale giornaliero, imponibile dove calcolare l'aliquota del 20% ed imponibile sulla quale andrete a calcolare l'aliquota del 10%. Nel "registro dei corrispettivi", invece, dovrete andare ad inserire queste voci: causale iva, imposta, imponibile in percentuale, ed il totale che è dato dall'imponibile aggiunta all'imposta.

45

Annotate le operazioni

Facciamo una supposizione che voi, titolari del negozio di abbigliamento abbiate la liquidazione mensile dell'IVA, ed il giorno 15 dicembre avete venduto numero tre capi al prezzo totale di € 1.000,00. Alla fine della giornata lavorativa, ovviamente, andrete ad annotare nel Registro, l'operazione economica avvenuta. Dovrete perciò redigere la scrittura che seguirà in partita doppia, cioè: disponibilità liquida/cassa a valore produzione/corrispettivi € 1.000,00. A questo punto, quindi la cassa andrà in "dare", in quanto indica che è sorto un credito nei confronti dell'azienda: è infatti un'entrata e, perciò sarà un conto che è di natura patrimoniale.

Continua la lettura
55

Dividete l'incasso

Il 30 dicembre, cioè alla fine del corrente mese, dovrete fare lo scorporo dell'IVA, contabilizzando questa operazione facendo la registrazione. Dovrete fare un'operazione matematica ai fini dello scorporo. Essa sarà la seguente: 1.000,00 diviso 1,20. Se l'IVA chiaramente fosse stata del 10%, anziché del 20%, avreste dovuto dividere l'incasso del giorno stesso per l'importo di 1,10. La cosa identica dovrete farla anche se per caso, l'IVA da applicare fosse stata del 4%, e via così a seguire. Andrà invece in "avere" il valore della produzione, cioè il valore della produzione, in quanto rileverà un ricavo. Quest'ultimo è quindi un conto di natura economica.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Aziende e Imprese

Registro dei corrispettivi: istruzioni per l'uso

Il registro dei corrispettivi è un libro appartenente alla categoria dei libri contabili e viene utilizzato per tutte quelle categoria di vendita (sia commercio al dettaglio che vendite al minuto), per le quali non è necessario emettere né fattura...
Aziende e Imprese

Come contabilizzare le rettifiche alle vendite

Tra le poste di bilancio maggiormente rappresentative di un'impresa deve essere senza dubbio annoverata, nel conto economico, la voce "Ricavi di vendita" facente parte del gruppo A- Ricavi della produzione, del conto, che accoglie i componenti positivi...
Aziende e Imprese

Come Contabilizzare La Lquidazione Iva

Lo Stato italiano per controllare le attività delle imprese che si dedicano all'importazione oppure all'esportazione dei prodotti all'interno dell'Unione Europea, obbliga l'iscrizione nel Registro degli Operatori Intracomunitari, tramite l'Agenzia delle...
Aziende e Imprese

Come contabilizzare le rettifiche delle fatture di acquisto

Quando si arriva al momento della chiusura di un esercizio commerciale, per poter depositare un corretto bilancio della situazione dell'attività stessa, può essere necessario contabilizzare le rettifiche delle fatture di acquisto dei beni. Questi costi,...
Aziende e Imprese

Come Contabilizzare L'imposta Di Bollo

Il sistema italiano, prevede l'imposta di bollo, ovvero un' imposta fiscale che va applicata alla produzione, richiesta o presentazione di determinati documenti. In questo modo, utilizzando la carta bollata o applicando le marche da bollo, si versano...
Aziende e Imprese

Come Contabilizzare I Costi Accessori Di Acquisto

Quando un'azienda esegue un acquisto deve necessariamente registrarlo. Questi tipi di contabilizzazione che comprende acquisti di beni, istallazioni, imballaggi, spese di immatricolazione sono tutti costi accessori. Quest'ultimi sono oneri aggiuntivi...
Aziende e Imprese

Come compilare il libro IVA acquisti

Ogni attività commerciale che comporta l'entrata di somme di denaro deve essere contabilizzata utilizzando un apposito registro. In questo modo si ha la possibilità di fare la dichiarazione al fisco per il relativo pagamento delle tasse. Le scritture...
Aziende e Imprese

Come contabilizzare le fatture da ricevere

Nel corso dell'esercizio le rilevazioni contabili afferenti gli acquisti dei beni o dei servizi vengono registrate all'atto del ricevimento della relativa fattura. Alla fine dell'esercizio, nel momento della chiusura dei conti, si possono presentare delle...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.