Come Considerare, Valutare E Inserire In Bilancio Le Soppravvenienze Attive E Passive

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Nell'ambito dell'economia aziendale, essere in grado di saper valutare ed inserisce in bilancio le sopravvivenze attive e passive, riveste un ruolo molto importante. Non a caso infatti all'università, al fine di conseguire una laurea in materia, lo studente dovrà affrontate un esame di ragioneria o di contabilità aziendale che tratti il tema in questione. Nella breve guida che segue, spiegheremo nel dettaglio, il significato di sopravvenienze attive e passive ed indicheremo come inserirle nel bilancio di un'azienda. Ecco quindi come considerare,valutare e inserire in bilancio le soppravvenienze attive e passive.

26

Occorrente

  • calcolatrice
36

Per soppravvenienze attive si intendono tutte quelle variazioni economiche di reddito, cioè nuovi ricavi che nascono inaspettatamente, come per esempio i crediti inesigibili. Queste, sono suddivisibili in più categorie. Nella maggior parte dei casi, si tratta di componenti positivi di reddito riguardanti esercizi precedenti che non risultano contabilizzati in modo corretto. Per esprimere al meglio il concetto, possiamo avvalerci di un esempio concreto: supponendo che nel 2013 una vattura di vendita sia stata contabilizzata per un importo di 1.200,00 anziché 1.700,00, nel 2014 la sopravvenienza attiva da inserire in bilancio, sarà pari a 500, ovvero la differenza tra 1.200,00 e 1.700,00. Le soppravenienze attive sono fiscalmente tassabili e disciplinate all’art.88 del TUIR .

46

Per sopravvivenze passive invece, si intendo tutti quei componenti negativi di reddito, in altri termini, tutti i nuovi costi che non fanno parte della normale gestione dell'impresa. Anche in questo caso, come nel caso dells sopravvenienze attive, si tratta di poste derivanti da omesse o errate registrazioni contabili, che devono essere rivalutate e corrette. Le sopravvenienze passive sono generate dai ricavi considerati iesercizi precedenti in maniera superiore a quella veritiera o costi stimati per importi inferiori alla realtà aziendale. Per la collocazione di entrambi i tipi di sopravvenienze, nasce l'esigenza di prestare estrema attenzione. In caso di costi imprevisti, nel caso in l'azienda non è assicurata per alcuni tipi di infortuni, i costi extra rappresentano una sopravvenienza passiva.

Continua la lettura
56

In fine, è importante sottolineare che le sopravvenienze sono considerate dei componenti straordinari di reddito e vanno collocate nella voce E) del conto economico riclassificato sotto la voce "Proventi e oneri straordinari". In particolare le sopravvenienze attive vanno collocate nella voce E.20), mentre le sopravvenienze passive nella voce E.21). Entrambe poi, vanno indicate rispettivamente nella voce A5) "Altri ricavi e Proventi" e B14) "Costo della produzione - oneri diversi di gestione", quando vi sia stata un'errata valutazione del valore di una posta contabile e non un semplice errore di scrittura o di calcolo.

66

È doveroso informare il lettore che le informazioni fornite da questa guida, servono a dare delle valide indicazioni generali ma che l 'argomento è molto più vasto ed approfondito. Quindi possiamo affermare che il contenuto serve per " una infarinatura" generale sulla tematica, ma necessità di ampliamento.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Aziende e Imprese

Come fare un bilancio di fine anno

Il bilancio è costituito da una serie di particolari documenti contabili prodotti periodicamente da un'impresa per verificare la situazione patrimoniale e finanziaria allo scadere del periodo amministrativo a cui si fa riferimento. Se siamo proprietari...
Aziende e Imprese

Come leggere un bilancio aziendale

Il bilancio è un documento che le aziende redigono alla fine di ogni anno con lo scopo di rappresentare la situazione patrimoniale e finanziaria dell'impresa: si tratta senza dubbio di un documento di estrema importanza, la cui lettura e interpretazione...
Aziende e Imprese

Come condurre un'analisi di bilancio per indici

L'analisi di bilancio per indici offre una sintesi sulla situazione economica, patrimoniale e finanziaria dell'azienda, per monitorarne l'andamento. Questo tipo di bilancio è rivolto ai soci, ai creditori, agli azionisti, allo stato, ecc, ed è utile...
Aziende e Imprese

Come Determinare L'Assestamento Delle Partecipazioni Nel Bilancio Consolidato

Quando parliamo di bilancio consolidato si suole intendere il "bilancio del gruppo". Per gruppo si intende quella azienda dotata al suo interno da altre società controllate dotate di personalità giuridica indipendenti ma economicamente dipendenti dalla...
Aziende e Imprese

Come redigere l'analisi di bilancio

Il bilancio d'esercizio, dal punto di vista sostanziale, è un metodo tecnico e contabile finalizzato a conteggiare, in un periodo amministrativo, i risultati gestionali. Dal punto di vista formale può essere considerato un documento che rivela il capitale...
Aziende e Imprese

Come risanare un bilancio

Capita spesso, soprattutto nei periodi di recessione economica, che il bilancio, ovvero quel sistema di valori che definisce la situazione economica e patrimoniale di uno stato, di un'impresa, di un ente o di una famiglia, si trovi in passivo. È importante,...
Aziende e Imprese

Come depositare un bilancio

Il bilancio è un particolarissimo documento di tipo contabile che ogni attività deve redigere periodicamente, come previsto dalla legge, ed ha lo scopo di accertare la situazione patrimoniale e finanziaria dell'attività. Se siamo alle prime armi con...
Aziende e Imprese

Come fare un bilancio preventivo

La creazione di un bilancio preventivo può essere estremamente difficile e rischiosa se non fatta nella maniera corretta. Tant'è che soltanto il 40% circa delle famiglie decide di eseguirlo e di affidarsi ad esso. Ad ogni modo, è bene sapere sin da...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.