Come conoscere la categoria catastale della casa

Tramite: O2O 12/08/2019
Difficoltà: media
19

Introduzione

Ogni immobile possiede un determinato "valore catastale" in relazione alla cosiddetta "rendita catastale". Si tratta di un valore piuttosto importante che va sempre conosciuto, soprattutto nei casi nei quali si acquista, quando vi è in gioco una successione o una cessione dell'immobile o in tutti i casi nei quali questo dato venga richiesto. La categoria catastale di un immobile serve per applicare le imposte, quali IMU ed IVA, legate alla tipologia di contratto. Per far ciò bisogna però conoscere anche la categoria catastale della casa, senza la quale non è possibile procedere. In questa guida vogliamo dunque illustrarvi come conoscere la categoria catastale di un immobile.

29

Occorrente

  • Certificato d'acquisto dell'immobile
  • Account sul sito dell'Agenzia delle Entrate
39

Reperire informazioni con il servizio online

È possibile risalire alla categoria catastale di ogni abitazione con un metodo semplice e che vi farà risparmiare molto tempo. Il sito internet dell'Agenzia delle Entrate ha recentemente messo a disposizione di ogni proprietario di immobile, la possibilità di usufruire di un servizio online con il quale è possibile reperire direttamente informazioni su terreni e fabbricati, presenti su tutto il terriotorio nazionale, ad eccezione delle province autonome di Bolzano e Trento. Accedere a tali dati è del tutto gratuito. Vediamo dunque come verificare la categoria catastale di una casa.

49

Consultare la visura catastale online

Collegatevi al sito dell'Agenzia delle Entrate ed autenticatevi con le vostre credenziali. Una volta dentro al sistema, portatevi sulla sezione denominata "Cittadini". Tale sezione è indicata con la grafica di tre omini di colore verde ed è posta in basso a sinistra della schermata di home page del sito. Dopo aver cliccato sulla sezione in questione, effettuate un secondo clic su Visura Catastale. Nella pagina che vi si aprirà, selezionate la voce Visura Catastale Online che è presente tra le varie opzioni da scegliere nei Servizi (colonna di sinistra). Premete sul pulsante di colore azzurro "Servizi Telematici Entrate Fisco Online, che è posto sulla parte alta della pagina. Non vi rimarrà altro che selezionare, dall'apposito menu a tendina, la provincia nella quale è ubicata la casa di cui si vuole conoscere i dati catastali ed immettere la tipologia di soggetto (persona fisica o giuridica). Confermate le vostre scelte premendo "Invio" e, come per incanto, vi appariranno tutti i dati relativi alla vostra proprietà immobiliare, ivi compresa la categoria dell'immobile.

Continua la lettura
59

Calcolare la categoria con operazione matematica

l valore catastale di un immobile può tuttavia essere calcolato anche senza accedere ai servizi telematici sopra citati, ma semplicemente effettuando un'operazione che assume come punto di riferimento dei valori predeterminati. Bisogna infatti moltiplicare la "rendita rivalutata" con un moltiplicatore definito in base ad una "categoria catastale" ben precisa. Per gli immobili appartenenti alle categorie A, C, D ed E si deve rivalutare la rendita catastale del 5%, mentre per quelli appartenenti alla categoria B si rivaluta del 40%, prendendo come punto di riferimento il DL del 3 ottobre 2006. Vediamo invece quali sono i moltiplicatori di cui si è fatto cenno.

69

Utilizzare il fattore di moltiplicazione

Il "fattore di moltiplicazione" varia in relazione alle categorie degli immobili. Per la "prima casa" si ha un moltiplicatore di 110; per i fabbricati appartenenti ai gruppi catastali A, B, C (tranne A/10 e C/1) il moltiplicatore è 120; per i fabbricati di gruppo catastale B si moltiplica per 168, mentre per i gruppi A/10 (come uffici e studi privati) ed il gruppo D il valore moltiplicativo è di 60. Ad ultimo, per completezza d'informazione, il moltiplicatore per i fabbricati di categoria C/1, come nel caso di negozi e piccole botteghe, il coefficiente è 40,8. Ma come fare se non si è in possesso dei valori relativi alla rendita ed alla categoria di catasto? Si tratta di un'operazione piuttosto semplice, ma dovrete essere in possesso dei documenti relativi all'immobile.

79

Visitare l'ufficio del catasto

Per trovare la giusta categoria e la rendita di catasto, senza le quali non si può procedere con un calcolo corretto, bisogna necessariamente controllare l'atto d'acquisto dell'immobile. Se non siete in possesso del documento o non riuscite a reperirlo, potete fare una cosiddetta "visura catastale" recandovi presso l'ufficio del territorio o del catasto. In questo modo verrà prodotta la nuova documentazione che attesterà i dati di cui necessitate. Se siete in difficoltà potete dunque rivolgervi al personale dei suddetti uffici, che saprà chiarirvi ogni dubbio indicandovi la giusta procedura da portare a termine.

89

Guarda il video

99

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Affidatevi a personale esperto per ottenere documenti ufficiali
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Case e Mutui

Come calcolare il valore catastale

Il valore catastale di un immobile viene preso come riferimento per per determinare la consistenza di specifiche imposte sulla casa. In caso di successioni, donazioni, iscrizioni di ipoteche o imposte di registro e catastali, questo è il dato di riferimento...
Case e Mutui

Requisiti per abbassare la rendita catastale di un'abitazione

Chi ha una casa di proprietà, ha certamente dovuto fare i conti con la tanto temuta tassa dell'IMU. Molte persone, dopo aver calcolato l'imponibile dovuto per la tassazione attraverso gli strumenti delle nuove procedure moltiplicative, hanno potuto osservare...
Case e Mutui

Come variare l'intestazione della visura catastale

In caso di trasferimento di proprietà, di donazioni, di compravendite, di successioni, ecc., è necessario eseguire un aggiornamento di intestazione degli immobili censiti presso il catasto per avere sempre l'esatta corrispondenza tra quanto presente...
Case e Mutui

Come leggere un estratto di mappa catastale

L'estratto di mappa catastale è un documento che si può ottenere anche online e che indica strade, fabbricati e terreni che si trovano in un centro urbano. Il foglio in genere è in formato A3 oppure A4 è rappresenta un vero e proprio certificato...
Case e Mutui

Come compilare una voltura catastale

Se abbiamo ricevuto una casa in eredità, è necessario fare la voltura catastale per la dichiarazione di successione. Si tratta nello specifico di riempire un modulo cartaceo che possiamo prendere tramite l’Agenzia delle Entrate, sia negli uffici...
Case e Mutui

Come controllare che un rogito abbia la regolarità catastale

Per quanto riguarda la regolarità catastale a partire dal 1° luglio 2010 è entrata in vigore una norma ben precisa, che richiede la verifica della regolarità catastale dei fabbricati prima del rogito. Il notaio dunque dovrà verificare che l’immobile...
Case e Mutui

Come calcolare la superficie catastale

In questa guida, passo dopo passo, darò tutte le indicazioni utili su come calcolare la superficie catastale. Questo tipo di superficie rappresenta la somma delle varie tipologie di superficie di una determinata unità immobiliare urbana, prendendo per...
Case e Mutui

Modifica della mappa catastale: 5 cose da sapere

Quando si eseguono dei lavori in casa di ristrutturazione che prevedono dei cambiamenti interni ad un appartamento, ad una villa o ad un edificio, è importante segnalare il cambiamento della mappa al catasto per evitare di beccarsi qualche multa salata....