Come comunicare una cessione di fabbricato

Tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Quando si possiedono dei fabbricati di proprietà, è possibile dopo un determinato tempo di vederli; questo deve avvenire con determinate procedure naturalmente legali e con la presenza di un notaio. La cessione può essere come un atto di compravendita oppure può essere un regalo, a volte la cessione avviene anche da padre in figlio senza nessuna spesa importante, però partecipare ed eseguire tutte le procedure sia civili che penali che implicano il fabbricato. È importante informarsi bene su cosa fare e su come procedere, in modo tale da non ricevere in futuro eventuali sanzioni. Ecco dunque come comunicare una cessione di fabbricato.

25

Comunicazione della cessione

La comunicazione della cessione di un fabbricato o anche una sola parte di esso fino a qualche tempo fa era obbligatoria in tutti i casi di cessione di un immobile e doveva essere effettuata per mano del proprietario, usufruttuario o rappresentante legale entro le quarantotto ore successive alla cessione ufficiale della proprietà, fosse essa sotto contratto di locazione o sotto contratto di vendita, o di comodato d'uso e così via. Per la comunicazione bisognava compilare un modulo in triplice copia in cui venivano specificati ed elencati alcuni dati fondamentali dell'immobile o del fabbricato.

35

Comunicazione della vendita

Attualmente la comunicazione della vendita di un immobile non è più necessaria, perché è stata sostituita dalla registrazione dell'atto di compravendita notarile e non lo è neanche per la locazione, poiché questa deve essere regolarmente dichiarata con la relativa registrazione del contratto presso l'Agenzia delle Entrate, registrazione che assorbe l'obbligo di comunicazione. Mentre continua ad essere obbligatoria per gli altri titoli di godimento o nei casi di vendita o affitto di immobile a cittadini extra comunitari.

Continua la lettura
45

Semplificazione del procedimento

In questo modo viene denunciata la presenza di altre persone all'interno del fabbricato (abitazione, ufficio, garage, negozio e così via). Oggi, è possibile semplificare questo procedimento di comunicazione della cessione del fabbricato scaricando direttamente il modulo dal sito dell'Agenzia delle Entrate, compilarlo in formato elettronico e spedirlo direttamente on line. Tuttavia, come sopra specificato, non sempre è obbligatoria la comunicazione della cessione del fabbricato poiché in alcuni contratti essa risulta assorbita direttamente dalla registrazione del contratto di locazione (vedi modello in foto) o di vendita. In questo caso bisogna consultare attentamente le tipologie di contratti che non hanno l'obbligo di tale comunicazione ufficiale.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Case e Mutui

Come comunicare la variazione di residenza abbonamento RAI

In questa guida vi diremo Come comunicare la variazione di residenza abbonamento RAI in modo da continuare a ricevere il bollettino. Ecco come fare per trasmettere questa informazione alla Radio Televisione Italiana. Prima di inviare tale documento, accertatevi...
Case e Mutui

Come calcolare l'imposta di registro prima casa

Chi decide di comprare un immobile può avere interesse a capire meglio come calcolare l’imposta di registro per la prima casa, soprattutto in considerazione dei cambiamenti introdotti nel 2016.Le nuove norme prevedono delle agevolazioni che consentono...
Case e Mutui

Come regolarizzare una casa fantasma

Per colpa delle leggi che vengono modificate spesso e delle nuove regole da seguire, potrebbe succedere di avere una "casa fantasma". Questo termine si riferisce ad un immobile che ha irregolarità formali (come l'assenza della DIA o del permesso di costruire)....
Case e Mutui

Come effettuare la correzione dei dati catastali di un immobile

Trovare degli errori nei dati catastali è raro ma non impossibile. Gli errori hanno diverse cause derivanti in buona parte dall'informatizzazione del catasto degli scorsi anni, ma anche da situazioni ereditarie, cancellazione di usufrutti, nascita di...
Case e Mutui

Come controllare che un rogito abbia la regolarità catastale

Per quanto riguarda la regolarità catastale a partire dal 1° luglio 2010 è entrata in vigore una norma ben precisa, che richiede la verifica della regolarità catastale dei fabbricati prima del rogito. Il notaio dunque dovrà verificare che l’immobile...
Case e Mutui

Requisiti per abbassare la rendita catastale di un'abitazione

Chi ha una casa di proprietà, ha certamente dovuto fare i conti con la tanto temuta tassa dell'IMU. Molte persone, dopo aver calcolato l'imponibile dovuto per la tassazione attraverso gli strumenti delle nuove procedure moltiplicative, hanno potuto osservare...
Case e Mutui

Cosa chiedere all'amministratore prima di acquistare una casa

Quando si acquista una casa soprattutto se è la prima volta, è fondamentale cercare di evitare errori banali di cui potremmo pentirci per molto tempo. Anche se sembra ovvio dover verificarne l'abitabilità, le condizioni ipotecarie e catastali, prima...
Case e Mutui

Come verificare se un'area é edificabile

Nel caso possedeste una casa circondata da un ampio giardino e nascesse in voi la curiosità di conoscere se la proprietà è edificabile, ossia se in tale area è consentito costruirvi un fabbricato, che sia esso un piccolo capanno degli attrezzi, una...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.