Come comunicare all'Inps l'inizio di un nuovo lavoro

Tramite: O2O 29/01/2021
Difficoltà: media
16

Introduzione

L'INPS (Istituto Nazionale della Previdenza Sociale) è il principale ente previdenziale italiano. Quasi tutti i lavoratori del settore privato, ma anche alcune categorie di quello pubblico, sono assicurati presso l'INPS. Questo ente, oltre al pagamento delle pensioni, si occupa anche delle prestazioni a sostegno del reddito (disoccupazione, malattia, maternità, cassa integrazione, tfr, asgno per nuceo familiare, ecc). Leggendo questo breve tutorial si possono avere delle utili informazioni su come comunicare all'Inps l'inizio di un nuovo lavoro.

26

Occorrente

  • Modello Naspi-Com
  • Dispositivo
  • Connessione internet
36

Sospensione Naspi

Generalmente quando si intraprende una nuova attività lavorativa e si percespisce la Naspi (nuova prestazione sociale per l'impiego) non si è obbligati ad inviare la comunicazione all'INPS. Una nota legge del 2013, spiegata dettagliatamente da una successiva circolare INPS, chiarisce infatti che non è previsto l'obbligo di comunicare l'avvio di un nuovo lavoro se una persona percepisce l'indennità di disoccupazione. Questo perché le comunicazioni di assunzioni, cessazioni, trasformazioni e proroga del rapporto di lavoro dipendente (modello Unilav) vengono inviati dal datore di lavoro ai servizi territoriali. Esse sono valide ai fini dell'assolvimento di tutti gli obblighi di comuncazione che sono posti anche a carico dei lavoratori nei confronti degli enti competenti, compreso l'INPS.

46

Comunicazione Inps

Come previsto dalla normativa vigente il soggetto che beneficia dell'assegno di disoccupazione deve comunicare entro 30 giorni l'avvio di una nuova attività lavorativa. Nella comunicazione bisogna indicare la durata del rapporto lavorativo, il datore di lavoro ed il reddito annuo presunto. Tale comunicazione va presentata all'INPS per via telematica. Per fare ciò bisogna compilare il modello SR161, pena la decadenza dell'indennità. L'INPS, dopo aver ricevuto la comunicazione, sospende la Naspi per il periodo di lavoro previsto, tenendo presente il reddito presunto. Al termine del rapporto lavorativo l'INPS riattiva in automatico l'erogazione dell'assegno se la sua durata è inferiore a 6 mesi..

Continua la lettura
56

Compilazione modello

Dopo essersi collegati al sito dell'INPS si deve cercare e cliccare su "Domande per Pretazioni a sostegno del reddito". Successivamente bisogna inserire il codice fiscale ed il codice Pin INPS dispositivo. Così facendo si entra nello sportello virtuale per i servizi di informazione e di richiesta delle prestazioni. A questo punto si deve cliccare su "Naspi" e continuare poi su "Comunicazioni Naspi - COM. In seguito bisogna premere su "Invio Comunicazioni". Dopo aver visualizzato e confermato i dati personali si possono vedere i dettagli dell'ultima pratica "Naspi" aperta. Adesso si deve selezionare "Attività lavorativa subordinata" per indicare le date relative al nuovo lavoro. Soltanto la data di inizio se il lavoro è a tempo indeterminato. Mentre, per il lavoro a tempo determinato bisogna indicare sia la data di inizio che quella di fine contratto. Infine, si deve controllare se tutto è stato eseguito correttamente.

66

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Richieste e Moduli

Come richiedere un estratto contributivo all'INPS

L'INPS è un istituto molto complesso e occorre tenersi sempre aggiornati sui regolamenti e sulle novità che vengono introdotte. Il sistema contributivo italiano infatti, ha delle regole ben stabilite e occorre adeguarsi per non trovarsi poi a dover...
Richieste e Moduli

Come versare il TFR all'Inps

Abbiamo bisogno di effettuare un versamento TFR all'INPS e vogliamo alcuni chiarimenti sulla procedura che bisogna adottare e le regola da tenere in considerazione? Se la risposta a questa domanda è si allora questa guida fa proprio al caso nostro. Nei...
Richieste e Moduli

Come compilare il modulo di maternità obbligatoria INPS

Le leggi italiane sul lavoro si ispirano ai principi sociali secondo i quali lo Stato è una comunità di individui che collaborano al bene comune. A queste cause si ispira il sistema di previdenza e solidarietà. Oltre a queste esistono anche delle agevolazioni...
Richieste e Moduli

Come iscriversi all'INPS

L'INPS è un'ente piuttosto importante nel nostro paese, soprattutto per quanto riguarda il versamento dei contributi per la propria pensione, e per riceverla nel momento in cui si finirà la propria attività lavorativa.L'iscrizione all'INPS è obbligatoria...
Richieste e Moduli

Come compilare il modulo di maternità facoltativa INPS

In questo articolo vedremo come compilare il modulo di maternità facoltativa INPS. Tale domanda, anche chiamata congedo parentale, può essere obbligatoria oppure facoltativa, e dovrà essere presentata all'ente in modo telematico tramite tramite l'applicativo...
Richieste e Moduli

Come stampare un attestato di malattia dal sito dell'INPS

Con lo sviluppo della tecnologia si sono fatti numerosi passi avanti in diversi settori, molte attività si sono modernizzate e quindi anche semplificate. Ovviamente, in qualsiasi ambito non possiamo sicuramente escludere l'utilizzo di vari siti internet...
Richieste e Moduli

Come compilare il modulo di maternità INPS

Per le mamme lavoratrice che intendono ottenere un assegno di maternità, è necessario seguire uno specifico iter burocratico che consiste nell’inoltrare una domanda all’INPS tramite un apposito modulo. In riferimento a ciò, ecco una guida con delle...
Richieste e Moduli

Come ottenere il PIN dall'Inps

Negli ultimi anni l'utilizzo della rete internet ha favorito e facilitato la nostra vita. Privati ed aziende hanno sviluppato i loro rapporti servendosi soprattutto della rete per la risoluzione di varie problematiche. Le grandi aziende statali hanno...