Come comportarsi in caso di contrasti in un condominio

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

In questa guida, pratica e veloce, che abbiamo deciso di proporvi, vogliamo aiutarvi a capire come poter comportarsi in caso di contrasti all'interno di un condominio, in modo tale da non incorrere in problemi e guai e finire con il litigare con gli altri condomini.
Iniziamo subito con il dire che nei condomini, specialmente in quelli con molti appartamenti, purtroppo, si possono verificare frequentemente contrasti tra vari condomini. Queste controversie, che a volte possono sfociare in veri e propri litigi, possono avvenire in particolare molto spesso sulle modalità di utilizzazione delle parti in comune del condominio, come ad esempio gli orari di gioco per i bimbi, il parcheggio delle auto nelle aree condominiali, la suddivisione delle spese e tanti altri ancora. Ma come conviene comportarsi nel caso di contrasti in un condominio? In questa guida propongo alcune soluzioni.

Buona lettura!

27

Occorrente

  • Molta pazienza
  • Regolamento di condominio
  • Codice Civile
37

La prima cosa che bisogna fare innanzitutto è quella di leggere bene e controllare il regolamento del condominio riguardo la controversia in questione. Infatti le legge prescrive che in ogni condominio di almeno di appartamenti, ci sia obbligatoriamente un regolamento: l'articolo 1138 del Codice Civile cita: "Quando in un edificio il numero dei condomini è superiore ai dieci, deve essere formato un regolamento... [...]".

47

La seconda cosa da fare è, sempre che siamo riusciti a trovare ciò che ci interessa nel regolamento condominiale, semplicemente di seguire tutte le relative indicazioni che in esso sono riportate. Qualora poi la regola condominiale in questione non fosse condivisa da vari condomini si può, nell'ambito di un'assemblea condominiale, mettere al voto la revisione di quella regola del regolamento. Infatti un regolamento condominiale può essere facilmente revisionato mediante una votazione in cui ci sia la semplice maggioranza, sempre qualora si tratti di un regolamento assemblare, cioè se viene approvato dall'assemblea dei condomini. Occorre invece l'unanimità nella votazione nel caso in cui il regolamento sia stato predisposto dalla stessa impresa costruttrice dell'edificio.

Continua la lettura
57

Nel caso invece in cui ci sia assenza di un qualsiasi tipo di regolamento condominiale allora bisogna necessariamente dichiarare allo stesso amministratore quest'assenza così gravosa. Quindi bisogna controllare ciò che prevede il Codice civile riguardio la questione sollevata dai condomini: questo fa fede nella risuluzione del contrasto in questione, ma va consultato bene possibilmente con l'aiuto di un avvocato. In ogni caso il regolamento condominiale non può mai pregiudicare o limitare i diritti individuali dei singoli condomini che risultano tali dai rispettivi atti di acquisto.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Seguire un comportamento giusto e leale, è un modo per non incorrere in liti.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Case e Mutui

Condominio: come comportarsi da buoni vicini

Vivere in un condominio, significa soprattutto stare bene con i propri vicini e stringere anche dei rapporti amichevoli. Tutto ciò evita poi discussioni talvolta futili, che si rivelano negative quando ci si riunisce in assemblea, per deliberare ad esempio...
Case e Mutui

La gestione del condominio

In genere si sceglie tra una proprietà indipendente o un appartamento in condominio. Dato che il principale parametro di scelta è il costo di acquisto, molto spesso si è obbligati a scegliere l'appartamento in condominio, soluzione evidentemente più...
Case e Mutui

Come Revocare Un Amministratore Di Condominio

L'amministratore di condominio è la persona che ha il potere esecutivo all'interno di un condominio. L'amministratore non instaura nessun rapporto con il condominio in quanto persona non giuridica, ma con i singoli condomini, che invece sono personalità...
Case e Mutui

Amministratore di condominio: come sceglierlo

Quando la propria abitazione si trova all'interno di una palazzina, è necessario avere un buon amministratore di condominio. In questo modo si cerca di gestire al meglio la convivenza civile tra i condòmini. Le decisioni riguardanti gli aspetti comuni...
Case e Mutui

L'amministratore di condominio: obblighi e responsabilità

In questa guida ci occuperemo di elencare tutti gli obblighi (o comunque quelli più importanti) e le responsabilità che deve rispettare qualsiasi amministratore di condominio. Infatti, come si sa bene, tutti i condomini hanno bisogno di un rappresentante...
Case e Mutui

Come revocare l'amministratore di condominio

La maggior parte dell'ente persone nell'epoca moderna vive in un condominio. Nonostante questo fatto abbia anche dei notevoli vantaggi, c'è comunque bisogno di designare un amministratore di condominio che si occupi di tutti i problemi e della gestione...
Case e Mutui

Come risparmiare sulle spese di condominio

Oggi le nostre città sono disseminate di palazzi e palazzine: questi edifici impongono a più nuclei familiari spazi e decisioni comuni. Proprio per questa ragione spesso interviene a gestire queste parti comuni un amministratore di condominio. Il suo...
Case e Mutui

Come evitare le liti in condominio

Vivere in un grande condominio può diventare croce e delizia allo stesso tempo. Nei grandi condomini raramente si riesce ad andare d'accordo con tutti i condomini, motivo per cui si sfocia nelle liti più feroci che nei casi più gravi vedono coinvolti...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.