Come compilare un F24

Di: M. T.
Tramite: O2O 25/01/2021
Difficoltà: facile
112

Introduzione

In Italia il Modello F24 è il prospetto che deve essere utilizzato per il pagamento della maggior parte delle tasse, imposte e dei contributi. Può essere utilizzato sia dai contribuenti non titolari di partita IVA, che non hanno l'obbligo dei effettuare i pagamenti in via telematica, sia dai contribuenti titolari di partita IVA, che hanno l?obbligo di effettuare tutti i versamenti di tipo previdenziale e fiscale solamente attraverso la via telematica. I primi possono presentare il modello F24 presso la banca, l'ufficio postale e un qualsiasi sportello degli agenti prepositi alla riscossione come Equitalia, i secondi, invece, devono necessariamente utilizzare direttamente i servizi telematici messi a disposizione dal fisco, i servizi di home banking di banche Poste Italiane, oppure quelli che sono i servizi di remote banking forniti dal sistema bancario. Nei passi successivi di questa breve guida vedremo come si deve procedere per compilare in maniera corretta un modello F24.

212

Occorrente

  • Codici tributi necessari
312

Il modello

Innanzitutto, è bene sapere che direttamente sul sito dell' Agenzia delle Entrate è possibile andare a scaricare il modello F24, in formato PDF, il quale può essere compilato a mano oppure direttamente sul pc. Il modello è organizzato il "sezioni", all'interno delle quali sono presenti dei campi che il contribuente deve compilare. In base a cosa dobbiamo pagare, dovremo andare a compilare una o più sezioni relative all'imposta da versare. Ognuna di queste sezioni presenta un'apposita destinazione. Per esempio, per i versamenti di IVA e ritenute, IRPEF e IRES, si deve utilizzare le sezione "erario", mentre per le imposte comunali si utilizza la sezione "IMU ed altri tributi locali".

412

Dati anagrafici contribuente

I principali campi da compilare sono sei. In primis quelli relativi al contribuente, per il quale è necessario indicare il codice fiscale, i dati anagrafici e il domicilio fiscale; un caso particolare è quello che riguarda l'eventuale indicazione del codice fiscale, ovvero quello dell'erede, genitore, tutore o curatore fallimentare con il relativo codice identificativo.

Continua la lettura
512

Codice tributo

Poi troviamo Il codice tributo, che indica la tipologia d'imposta da pagare, con l'anno o il periodo di riferimento (che deve essere inserito nel formato di 4 cifre) al quale si riferisce l'imposta da pagare; nel caso in cui si trattasse di imposte regionali, va anche indicato il codice della regione per la quale si effettua il versamento; e infine, nei casi dell'addizionale comunale all'Irpef, se si riferisce a versamenti relativi a comuni delle regioni Friuli Venezia Giulia, Valle d'Aosta e nelle province autonome di Trento e di Bolzano, si dovranno anche specificare quelli che sono i "codici enti". Per tutti gli altri comuni il codice ente da usare è il numero 99. Troverete anche una sezione relativa alla rateazione, questo perché il pagamento potrebbe essere dilazionato in più rate lungo l'anno. Nel caso in cui il pagamento venga però effettuato in un'unica soluzione, nella sezione "rateazione" bisogna inserire il codice 0101, che sta appunto ad indicare che il versamento è effettuato in un'unica soluzione.

612

Regole compilazione sezioni

Per l'Imu il codice ente locale da riportare sul modello di pagamento unificato è quello catastale, che contraddistingue il comune destinatario del versamento. Le regole per la compilazione delle sezioni Inps e altri enti previdenziali e assicurativi vengono generalmente fornite dagli enti stessi. La liquidazione dell'addizionale comunale all'Irpef va effettuata associando a ciascun codice tributo il codice catastale che identifica il Comune di riferimento. La tabella contenente i codici esatti e aggiornati da inserire in relazione alla sezione d'interesse, è disponibile sul sito dell'Agenzia delle Entrate.

712

Inserimento importo

L'importo va inserito nell'apposita sezione, alla destra della relativa sezione. Come potrete notare, ci sono due colonne distinte. La prima, riporta gli importi "a debito", mentre la seconda " a credito". Già dal loro nome è facilmente comprensibile il significato. Nella colonna "a credito" va riportato un eventuale credito maturato che vi spetta, o che verrà dedotto da quanto dovuto ulteriormente. Nella colonna "a debito", dovremo semplicemente inserire quanto dovuto. Tenete anche presente che la cifra da riportare va scritta includendo i primi due decimali, anche se questi sono uguali a zero. Inoltre, se la cifra da versare è con più di due decimali, bisogna effettuare l'arrotondamento. Se la terza cifra è maggiore od uguale a 5, si arrotonda per eccesso. Ad esempio, 90,556 Euro diventa 90,56 Euro. Di conseguenza, se il terzo decimale è inferiore a 5, si arrotonda per difetto. Dunque, se la cifra da versare è 69,332 Euro, questa diventa 69,33 Euro.

812

Estremi del versamento

In fondo al modulo troverete un'ultima sezione, nella quale viene indicato il metodo di pagamento, oltre alla firma del dichiarante del versamento. Questa sezione verrà compilata da chi riceverà il modello da pagare, ovvero se si tratta della banca o dell'ufficio postale, ad esempio. Saranno gli addetti allo sportello che compileranno questa parte. In ultimo, se il pagamento verrà effettuato mediante il conto corrente, andrà indicato il codice IBAN dal quale verrà concesso il prelievo d denaro necessario al pagamento del modello F24.

912

Stampa del documento

Una volta che avrete terminato la compilazione cartacea oppure quella presente sul prospetto al computer, e dopo aver calcolato l'ammontare totale, bisognerà stampare (o nel caso cartaceo, compilare) tre copie. Una copia rimarrà a disponibilità del contribuente, una seconda copia andrà alla banca, mentre la terza copia deve essere consegnata all'Agenzia delle Entrate. Prima di procedere, assicuratevi di aver compilato correttamente il modello in tutte le parti, facendo particolare attenzione ai codici tributo.

1012

Compensazione per imprese

Oltre che per pagare le tasse, i contributi o le diverse imposte, il modello svolge anche un'altra funzione, che è quella di andare a compensare gli eventuali crediti del pagatore con il totale del debito presente nell'F24. Si tratta di un'importante opportunità, soprattutto per quanto riguarda le imprese, in quanto permette di poter ridurre i pagamenti, in modo tale da non dover aspettare troppi anni per avere il rimborso dello stesso credito. Frequentemente, infatti, viene utilizzata per compensare i crediti IVA con i debiti per contributi da lavoro dipendente.

1112

Guarda il video

1212

Consigli

Non dimenticare mai:
  • stai attento all'esattezza dei codici
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Finanza Personale

Come compilare ilmodello F24 per il pagamento della TARSU

In Italia esistono diverse tasse statali, regionali, provinciali e comunali da pagare ogni anno. Le difficoltà economiche che molte famiglie hanno rendono quasi impossibile affrontare tutte le spese con tranquillità. Molti italiani devono pertanto fare...
Finanza Personale

Come compilare il modello F23 per il pagamento dell'imposta di registro dei contratti di locazione

Sui contratti di locazione ad uso abitativo, che per legge necessitano di essere registrati presso l’Agenzia delle Entrate, grava il pagamento dell'imposta di registro. Questo adempimento va effettuato tramite il cosiddetto modello F23. Si tratta di...
Finanza Personale

Come compilare il modello F23 per il rinnovo del contratto di locazione

Il modello F23 è un modello da compilare per il pagamento di tasse, imposte e tributi da parte del contribuente all'Agenzia delle Entrate. Il modello F23 è il modello che deve essere compilato nei casi di rinnovo del contratto di locazione. In questa...
Finanza Personale

Come rettificare un modello F24 già pagato

Il modello F24 è un modulo che viene utilizzato in Italia per ottemperare al versamento della maggior parte delle imposte, tasse e contributi dovuti, sia da parte dei privati cittadini che dalle imprese, allo stato. Compilare questo modello non è sempre...
Finanza Personale

Come correggere un modello F24 errato già pagato

Il modello F24 è un particolare documento che viene utilizzato per il pagamento delle imposte, dei contributi e delle tasse, su tutto il territorio italiano. Tuttavia, se abbiamo commesso un errore, e ci accorgiamo di questo solo dopo aver effettuato...
Finanza Personale

Come verificare il pagamento di un modello F24

Il Modello F24 è un documento sfruttato essenzialmente per il pagamento della maggior parte delle imposte, delle tasse e dei contributi. Il modello è denominato “unificato” perché consente al contribuente di fare con un’unica operazione il pagamento...
Finanza Personale

Come pagare l' F24 tramite la banca multicanale online di unicredit

Con la Banca Multicanale - banca online è possibile accedere al proprio conto corrente 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Hai la possibilità di visualizzare tutte le informazioni relative al tuo conto corrente (saldi, movimenti, informazioni sul patrimonio),...
Finanza Personale

Come verificare i dati dei versamenti F23

Tasse e tributi molto spesso sono difficili da calcolare, per via di modulistica non sempre chiara. A tal proposito occorre evitare gli ostacoli che ci si potrebbero presentare, per non commettere degli errori che potrebbero costarci non poco, specie...