Come compilare un assegno postale

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Se avete aperto un conto corrente presso un ufficio postale ed ottenuto il libretto degli assegni ma avete dei dubbi in merito alla compilazione, vi conviene leggere i passi successivi della presente guida in cui ci sono degli utili suggerimenti. La procedura è molto simile a quella degli assegni bancari, anche se qualche piccola differenza sussiste e quindi vale la pena approfondire l’argomento. A tale proposito, ecco dunque alcuni consigli su come compilare un assegno postale.

26

Occorrente

  • Libretto degli assegni postale
36

Inserire l'importo in cifre tra due cancelletti

L’assegno postale presenta la classica frase “pagate a vista” oltre che gli spazi per inserire l’importo in cifre ed in lettere. Inoltre ci sono altre caselle dove si inserisce la data ed il luogo in cui l’assegno viene emesso, lo spazio per il nome dell'intestatario e quello della firma. Premesso ciò, per compilare correttamente un assegno postale il primo consiglio utile riguarda l’importo in cifre che conviene sempre inserirlo nel classico cancelletto per evitare che si possano aggiungere degli zeri in più. Per fare un esempio ecco un importo a caso: #2.000,00#.

46

Scrivere in corsivo la cifra dell'assegno

Per compilare un assegno postale è ovviamente necessario scrivere nell'apposita sezione il nome della persona a cui viene erogato (possibilmente in stampatello), e riportare la cifra in corsivo come ad esempio: duemila ovvero l'importo scritto a cifre, e alla fine della parola è opportuno allungare una linea fino al margine disponibile proprio per evitare che si possano apportare modifiche, e magari aggiungere a duemila qualcosa tipo cinquecento oppure seicento. A questo punto l'assegno postale completo di firma del traente (chi lo emette) e nome del beneficiario, può essere completato con altri piccoli ma importanti accorgimenti come quelli descritti nel passo conclusivo della presente guida.

Continua la lettura
56

Aggiungere la data di emissione

Gli ultimi passaggi che consentono di erogare correttamente l'assegno postale, prevedono l'inserimento del luogo dove viene emesso che deve essere comunque quello di residenza. Infatti se si vive a Milano e l'assegno viene compilato a Roma non è necessario scrivere quest'ultimo, anche se si tratta di un dettaglio tutto sommato trascurabile e quindi si può anche omettere. Importante invece è aggiungere la data di emissione che deve essere ben leggibile, e riportare giorno ed anno in cifre e lo stesso dicasi per il mese che tuttavia può essere anche inserito a lettere. La firma in calce a questo punto completa la compilazione, e consente di consegnare l'assegno postale al beneficiario senza che ci siano difetti tali che possa tornare indietro.

66

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Banche e Conti Correnti

Come aprire un conto corrente postale in 5 mosse

Da qualche tempo è possibile aprire un conto corrente postale che risulta essere conveniente soprattutto per i signori risparmiatori italiani. In effetti il conto corrente postale permette ai cittadini che lo possiedono di effettuare delle manovre finanziarie...
Banche e Conti Correnti

Come spedire un assegno bancario

Oggi spostarsi con particolari somme di denaro in tasca, diventa davvero rischioso e problematico. È' per questo motivo che molti preferiscono sfruttare gli assegni per i propri pagamenti. Prima di emettere un assegno però, bisogna anche essere consapevoli...
Banche e Conti Correnti

Come trasferire un conto corrente postale

Tutti quanti abbiamo la necessita' di aprire un conto corrente dove depositare i nostri soldi. Ci sono moltissimi servizi ed istituti preposti a questo, e molti scelgono il conto corrente postale. Anche se molti decidono successivamente di chiuderlo per...
Banche e Conti Correnti

Tutto sull'assegno circolare e bancario

Nel caso in cui vi siano da affrontare delle spese di grosse quantità economiche il metodo più sicuro è sicuramente l'assegno. Questo è un documento fornito dalla banca in cui si è aperto il conto che consente di pagare grosse somme di denaro: così...
Banche e Conti Correnti

Come cambiare un assegno non trasferibile

Un metodo utilizzato per poter pagare grosse somme di denaro, senza alcuna carta di credito, è sicuramente l'assegno. Questo sistema di pagamento è un foglio rilasciato dalla banca dove si ha il proprio conto corrente, e da qui vengono ritirati i soldi...
Banche e Conti Correnti

Le differenze tra assegno bancario e circolare

L'assegno è uno strumento finanziario di pagamento. Spesso si sente parlare di assegni bancari e circolari, ma probabilmente molti non ne conoscono la differenza: tecnicamente si tratta di due modi di pagamento differenti.In questa guida tenteremo di...
Banche e Conti Correnti

Come verificare se un assegno è coperto

L' assegno è uno strumento di pagamento utilizzato con molta frequenza, al giorno d'oggi altri canali, come il bonifico online, oppure le carte prepagate, sembrano aver preso il sopravvento. Ad ogni modo, diverse persone continuano ad utilizzare gli...
Banche e Conti Correnti

Come versare un assegno non trasferibile

L'assegno bancario è un particolarissimo metodo di pagamento attraverso il quale chi deve effettuare il pagamento ordina alla propria banca di versare la somma prevista su tale titolo di credito. Esistono diverse tipologie di assegni ed in base a questi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.