Come compilare un assegno

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Nel mondo digitale in cui viviamo oggi, molti dei trasferimenti di denaro avviene per via telematica attraverso bonifici online. Tuttavia, gli assegni cartacei rappresentano ancora uno strumento molto efficace e poco costoso per spostare somme di denaro. La compilazione di un assegno bancario è un gesto che ormai è entrato quasi nella quotidianità moderna, ma nonostante ciò, soprattutto per coloro che si trovano a doverne compilare uno per la prima volta, è un'operazione che può riservare dei dubbi e delle difficoltà. Anche se i libretti degli assegni, o carnet, possono variare nei colori a seconda della banca che li ha emesso, la modalità di compilazione è comunque la stessa. Nella seguente guida, passo dopo passo, spiegheremo proprio come compilare correttamente un assegno.

27

Occorrente

  • Assegno
37

Scrivere l'importo

Per scoprire come compilare correttamente un assegno, partiamo dalla scrittura dell'importo. In alto a destra troveremo l'apposito spazio per indicare la cifra, in formato numerico, che intendiamo trasferire a favore del beneficiario. Quando eseguiamo questo passaggio, non dobbiamo mai dimenticarci che i numeri decimali in questo campo andranno separati con una virgola. Per evitare di incorrere in spiacevoli inconvenienti, possiamo anteporre e post-porre sempre un cancelletto alla cifra indicata. In questo modo, andremo a "contenere" la cifra evitando possibili errori che potrebbero determinare delle aggiunte. L'importo appena scritto in cifre dovrà essere poi riportato nuovamente in lettere all'interno dell'apposito spazio che troviamo esattamente al centro dell'assegno. Anche in questo caso dobbiamo prestare particolare attenzione ai numeri decimali (che in questo passaggio sono separati da una barra): anche questa volta andranno scritti comunque in cifre numeriche.

47

Inserire la data e il nome del beneficiario

Andiamo adesso ad occuparci invece dell'inserimento di tutti gli altri dati. In alto a sinistra andiamo a scrivere il luogo e la data dell'emissione del nostro assegno. In questo caso, ricordiamoci sempre che non è più consentito emettere degli assegni postdatati (ovvero con una data posticipata rispetto a quella reale). Quindi, se compiliamo un assegno di questo tipo, significherebbe commettere un reato. Al centro dell'assegno, infine, andiamo a trascrivere il nome ed il cognome del beneficiario, nella modalità in cui ci verrà indicato dal beneficiario stesso. Inutile specificare che il tutto dovrà essere trascritto in forma chiara e leggibile, altrimenti l'assegno potrebbe tornarci indietro.

Continua la lettura
57

Firmare l'assegno

Proseguiamo con la nostra compilazione apponendo, in basso a sinistra, la nostra firma autografata. Quest'ultima dovrà essere quella depositata presso il nostro istituto di credito. Dal 30 aprile 2008, infatti, una fondamentale trasformazione nella compilazione degli assegni modifica un parametro importante. Proprio per questo motivo, ogni assegno riporta la dicitura "Non trasferibile", ovvero l'impossibilità di essere incassato o girato ad un beneficiario diverso da quello indicato nell'assegno stesso. Questo, quindi, diventa così unicamente incassabile solo ed esclusivamente dal beneficiario. A questo punto, il nostro assegno è pronto per essere consegnato al beneficiario, che dovrà a sua volta apporre anche la sua firma sul retro e portarlo in banca per incassare la somma indicata.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Controllare tutti i dati prima di firmare l'assegno
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Finanza Personale

Come compilare un assegno bancario

L'assegno bancario è un utilissimo strumento di pagamento che può essere impiegato in sostituzione del denaro contante. Ma ai fini per contrastare il fenomeno del cosiddetto "denaro sporco, nel 2007, sono state introdotte norme più stringenti in funzione...
Finanza Personale

Come compilare e incassare un assegno

Esistono, come ben saprai, due tipi di assegni, quello denominato bancario e quello definito circolare. Quando compili un'assegno bancario o ne ricevi uno in pagamento, oppure richiedi l'emissione di un assegno circolare, ti trovi tra le tue mani due...
Finanza Personale

Come cancellare un protesto di un assegno postale o bancario

Nel momento in cui si va ad emettere un assegno di pagamento, sia bancario e sia postale, c'è la necessità di assicurarsi che la somma che dovrà essere prelevata sia subito a disposizione all'interno del proprio conto corrente personale. Nella guida...
Finanza Personale

Come incassare un assegno bancario

In questi ultimi anni l'utilizzo dei contanti è diminuito in modo notevole a favore di metodi di pagamento come il bancomat, la carta di credito e le carte prepagate (utilizzate soprattutto per gli acquisti in rete). Anche se introdotto da molto tempo,...
Finanza Personale

Cosa fare in caso di assegno scoperto

L'assegno rappresenta un mezzo di pagamento largamente utilizzato al giorno d'oggi. La legge italiana determina che per ingenti somme di denaro non si può effettuare un pagamento in contanti. Come ogni cosa, ovviamente, questo metodo di pagamento presenta...
Finanza Personale

Assegno circolare invalido: 5 cose da sapere

In materia e nell'ambito dei titoli di credito, l’assegno circolare è pagabile a vista (ovvero, all'atto della presentazione del titolo) e contiene la promessa da parte di un istituto bancario (denominato emittente) di pagare un determinato importo...
Finanza Personale

Come emettere un assegno bancario

Gli assegni rappresentano uno strumento finanziario molto utile per emettere ed incassare dei pagamenti. La maggior parte delle persone lo utilizza insieme al bonifico proprio per questo scopo. Anche se essi possono variare in base all'istituto bancario...
Finanza Personale

5 cose da sapere sull'assegno di mantenimento

L'assegno di mantenimento, non è altro che un vero e proprio provvedimento di tipo economico che viene istituito da un giudice nel caso in cui vi sia una separazione tra due coniugi. L'assegno di mantenimento, condiste nel versamento da parte di un coniuge...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.