Come compilare la Comunicazione Valutaria Statistica

Di: Ade O.
Tramite: O2O 24/09/2018
Difficoltà: media
19
Introduzione

In questa guida pratica vedremo nel dettaglio Come compilare la Comunicazione Valutaria Statistica. Tale documento, per semplicità, è identificato con l'acronimo CVS. Gli operatori sono invitati a compilare la CVS. Questo perché sarebbero insufficienti le sole informazioni provenienti dai flussi canalizzati del sistema bancario.

29
Occorrente
  • Home Banking
  • Collegamento ad Internet
39

L'obiettivo della Comunicazione Valutaria Statistica

La Comunicazione Valutaria Statistica ha il principale scopo di rilevare i dati concernenti le movimentazioni di merci, le transazioni finanziarie ed i regolamenti in genere. Inoltre, contiene le informazioni concernenti la tipologia degli operatori con l'estero. I soggetti obbligati a segnalare tali informazioni con l'estero sono gli Istituti di Credito. Gli istituti dunque, comunicano le informazioni in transito nel canale bancario. Nello specifico, ci si riferisce alla porzione di informazioni definite decanalizzate. In esse rientrano i pagamenti in contanti ed elettronici, così come le compensazioni e le esportazioni di merce documentate ovviamente da operazioni doganali.

49

In quali casi va fatta la CVS

La Comunicazione Valutaria Statistica è obbligatoria in determinati casi. Nello specifico, sono soggette a segnalazione tutte le operazioni mercantili, non mercantili o finanziare che diano vita ad un regolamento economico. Rientrano nella CVS obbligatoria anche le movimentazioni di merce in conto lavoro con l'estero e le esportazioni o importazioni ove il regolamento risulti posticipato di almeno sessanta giorni. La Comunicazione Valutaria Statistica è richiesta nel caso in cui le operazioni in essere superino la soglia prefissata di 12.500 euro. Da ricordare che tale importo si riferisce ad ogni singola operazione economica.

Continua la lettura
59

Le voci da compilare

Esaminiamo nel dettaglio come compilare la Comunicazione Valutaria Statistica. Il primo campo al quale prestare attenzione è quello definito 'Obbligatorio'. Dopo aver visualizzato il valore presente nell'elenco, andrete a selezionare la voce corretta. Vi sono diverse opzioni. Se dovere effettuare un pagamento superiore ai 12.500 euro, selezionerete 'Regolamento di CVS già emessa'. Precisiamo che la transazione dovrà essere già stata indicata con una Comunicazione Valutaria Statistica precedente. In caso contrario, indicherete l'opzione sottostante, ovvero 'Emissione e regolamento della CVS'. Se l'importo in essere è inferiore alla cifra di 12.500 euro, compilerete la sezione 'Inferiore al limite CVS' avendo cura di indicare il codice 7010 ove richiesto. Ancora, se non siete residenti e quindi non passibili di segnalazioni statistiche, compilerete la voce 'Soggetto non residente', senza specificare nessuna altra informazione.

69

Tipo di causale

Il secondo passaggio consiste nell'indicare il tipo di causale della Comunicazione Valutaria Statistica. Nella sezione 'Tipologia della Causale Valutaria' indicherete il valore, selezionandolo dal menu al tendina. Indicherete invece il codice UIC nel campo 'Causale Valutaria'. L'UIC si compone di quattro caratteri numerici. Ricordiamo che, qualora non siate residenti, in questa sezione scriverete "00000"

79

Data e numero della CVS

Altri campi da compilare sono la data e il numero della Comunicazione Valutaria Statistica. La data è facoltativa; qualora voleste indicarla, ricordatevi che il formato corretto è "gg-mm-aaaa". Obbligatoria invece la compilazione del numero della CVS. Qui indicherete il codice di riferimento relativo alla Comunicazione Valutaria Statistica già emessa. Segnaliamo che è possibile anche indicare il nominativo della Banca emittente, sebbene sia facoltativo. Nella sezione corrispondente, andrete a scrivere il codice ABI dell'Istituto bancario che ha canalizzato la Comunicazione Valutaria Statistica. Se non ricordate il codice, scorrete il menu a tendina di sinistra dopo aver evidenziato il nome preciso della banca emittente.

89

La presentazione della CVS

Una volta compilata in ogni sua parte, si procede alla presentazione della Comunicazione Valutaria Statistica. Il documento va consegnato all'Ufficio Italiano Cambi. Sarà compito dell'operatore specializzato qualora si tratti di una operazione decanalizzata. Nel caso in cui essa sia invece canalizzata, procederà direttamente la banca. Attenzione alle tempistiche. La segnalazione delle operazioni decanalizzate andrà effettuata entro il 10 del mese successivo all'operazione stessa. La compilazione della segnalazione può avvenire in forma cartacea oppure mediante un programma UIC Maestro.

99
Consigli
Non dimenticare mai:
  • Si reputa interessante inoltre l'approfondimento sulla disciplina valutaria italiana e monitoraggio fiscale.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:
Potrebbe interessarti anche
Naviga con la tastiera

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Banche e Conti Correnti

Come chiudere un conto deposito

Se presso un banca della vostra città avete un conto deposito oppure ne usufruite di uno online, potete in entrambi i casi chiuderlo facilmente e senza alcun problema. Tuttavia è necessario seguire un semplice ma indispensabile iter burocratico, e...
Banche e Conti Correnti

Come aprire un libretto postale

Il libretto di risparmio postale è un servizio offerto dalle Poste Italiane e rispetto agli istituti bancari dà maggiori garanzie poiché lo Stato Italiano ne è il garante. Il denaro non ha vincoli, ma è rimborsabile in qualsiasi momento. Ma come...
Banche e Conti Correnti

Come annullare un bonifico con Bancoposta

Hai inviato un bonifico bancoposta per sbaglio o ci sono errori e lo vuoi annullarlo, puoi farlo, ma devi rispettare una tempistica precisa e seguire un iter per revocarlo.Di solito quando si effettua un bonifico online se guardi tra le istruzione che...
Banche e Conti Correnti

5 cose da fare prima di bloccare un bancomat

Se vi capita di smarrire un bancomat, prima di bloccarlo dovete mettere in atto una serie di verifiche atte a confermare che il documento sia effettivamente andato perso. In questa guida vi indico 5 cose da fare prima di bloccare un bancomat. Leggete...
Banche e Conti Correnti

Cosa fare in caso di assegno smarrito o rubato

L'assegno è uno strumento di pagamento che consente, ai titolari di un conto corrente, di pagare una determinata somma sia a un creditore che a se stessi. È rilasciato da un istituto di credito e per il suo pagamento, è necessario la copertura della...
Banche e Conti Correnti

Come ricaricare la carta Postepay di un'altra persona

Al giorno d'oggi gli acquisti su internet sono sempre più frequenti in quanto risultano essere molto comodi e soprattutto veloci. Esistono diverse tipologie di pagamento online e una delle più famose è senza dubbio quella che prevede l'utilizzo di...
Banche e Conti Correnti

Come fare un bonifico SEPA

Il bonifico SEPA è un metodo rapido ed economico per inviare euro, ed è stato introdotto dall'UE per ridurre il costo delle transazioni transfrontaliere. I pagamenti di solito arrivano entro uno o due giorni lavorativi, e la procedura non è affatto...
Banche e Conti Correnti

Come aprire un conto corrente postale in 5 mosse

Da qualche tempo è possibile aprire un conto corrente postale che risulta essere conveniente soprattutto per i signori risparmiatori italiani. In effetti il conto corrente postale permette ai cittadini che lo possiedono di effettuare delle manovre finanziarie...