Come compilare il modello TFR2

Tramite: O2O 30/05/2019
Difficoltà: media
16

Introduzione

In questa guida, passo dopo passo, darò tutte le indicazioni utili su come compilare nel migliore dei modi il modello TFR2. Detto modello serve per scegliere la destinazione del Tfr, ossia il Trattamento Fine Rapporto e va compilato soltanto nel caso in cui sia stati assunti dall'azienda dopo il 31 dicembre del 2006. Va assolutamente consegnato entro sei mesi dalla data di assunzione, in caso contrario, a partire dal settimo mese successivo all'assunzione, il tutto verrà versato al Fondo Pensione Priamo.

26

Occorrente

  • modello TFR2
  • contratto di lavoro
  • codice fiscale
36

Compilare la sezione dei dati anagrafici

La prima sezione da compilare sarà quella inerente ai propri dati anagrafici. Inserire dunque il proprio nome, cognome, data e luogo di nascita, nonché il codice fiscale e quindi il nome dell'azienda per cui si sta lavorando attualmente. Inseriti questi dati, a seconda della propria situazione, ci saranno da compilare la sezione 1 o la sezione 2.

46

Compilare la sezione 1

La sezione 1, ossia quella inerente alla previdenza obbligatoria, andrà compilata soltanto nel caso in cui il lavoratore risulti iscritto a questo tipo di previdenza dopo la data del 28 aprile del 1993 e non risulti iscritto già al Fondo Pensione Priamo. Nel caso in cui si scelga la prima opzione, si deciderà di versare alla forma pensionistica complementare prescelta tutto il TFR che matura a decorrere dalla data in cui si sottoscrive il modello TFR2. Se invece si sceglie la seconda opzione, allora si manterrà l'intero istituto del TFR secondo quanto disposto dall'articolo 2120 del Codice Civile. Se non c'è nessuna scelta, il tutto si potrà considerare silenzio assenso.

Continua la lettura
56

Compilare la sezione 2

Va detto che la sezione 2 andrà compilata soltanto nel caso in cui il lavoratore risulti iscritto alla previdenza obbligatoria in una data antecedente al 29 aprile del 1993. Qualora si decida di barrare la prima opzione, si decide dunque di mantenere l'istituto del TFR secondo quanto disposto dall'articolo 2120 del Codice Civile. Barrando invece la seconda opzione, si sceglie di destinare alla forma pensionistica prescelta la quota minima del TFR e di mantenere l'istituto del TFR per la quota restante. In tal caso si dovrà specificare sia la data di adesione alla forma pensionistica prescelta, nonché allegare una copia del modulo di adesione. Qualora si opti per la terza opzione, verrà versato alla forma pensionistica tutto quanto il TFR che si sta maturando. Anche in questo caso si dovrà assolutamente dichiarare la data di adesione alla forma pensionistica complementare ed allegare la copia del modulo di adesione.

66

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lavoro e Carriera

Come compilare un modello di delega

Se siamo impossibilitati ad espletare alcune pratiche presso uffici pubblici o privati, possiamo delegare una persona di fiducia affinché ci sostituisca a pieno titolo. Per far si che l'ente preposto accetti la delega, è necessario compilare correttamente...
Lavoro e Carriera

Come si calcola la liquidazione del TFR

Il TFR (Trattamento di Fine Rapporto) chiamato anche liquidazione, è un compenso che viene corrisposto al lavoratore in maniera differita, ossia alla cessazione del rapporto di lavoro. Per questa ragione l'accantonamento annuo del TFR viene considerato...
Lavoro e Carriera

Tfr in busta paga: 10 cose da sapere

lI TFR (Trattamento di Fine Rapporto) è un corrispettivo in denaro che spetta ad ogni lavoratore quando cessa la sua attività. Qualsiasi lavoratore ha sempre diritto al TFR quando il rapporto di lavoro termina, anche se il lavoro è casuale, occasionale...
Lavoro e Carriera

TFR: termini di pagamento e mancato pagamento

Il TFR rappresenta un tesoretto che viene messo a disposizione di ogni lavoratore, nel caso in cui quest' ultimo lascia il posto di lavoro oppure venga licenziato. Il TFR è dunque il trattamento di fine rapporto che spetta al lavoratore e che viene...
Lavoro e Carriera

Come calcolare il TFR

Il TFR è il cosiddetto trattamento di fine rapporto. Consiste in una serie di retribuzioni che saranno trasferite sul conto del lavoratore alla fine del contratto di lavoro. Risulta possibile ormai tramite diversi calcoli capire e calcolare quale sarà...
Lavoro e Carriera

Come richiedere ed ottenere l'anticipo del TFR

Ieri era la "buonuscita", oggi il "Trattamento di Fine Rapporto" (TFR): stiamo parlando di quell'importo che il lavoratore accantona mensilmente e che riceve al termine del rapporto di lavoro e può anche richiedere anticipatamente. Solo in alcuni casi...
Lavoro e Carriera

Come richiedere il TFR non corrisposto

L'attuale periodo di crisi economica, che sta attanagliando l'Italia e in generale tutta l'Europa, mette in difficoltà ogni giorno tantissime aziende. Molto spesso infatti, alcune di esse, a causa di tutto questo, non hanno alcuna possibilità di versare...
Lavoro e Carriera

Come si calcolano gli interessi sul TFR

Il TFR (Trattamento di Fine Rapporto) non è altro che la somma di denaro corrisposta al dipendente nel momento in cui termina il suo contratto di lavoro. Questa buonuscita è dovuta al lavoratore qualunque sia la causa della cessazione del rapporto lavorativo:...