Come cointestare un conto corrente già esistente

Tramite: O2O 18/10/2018
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Come vedremo nel corso di questo tutorial, cointestare un conto già aperto è un'operazione semplice e veloce, basta infatti depositare la firma di un'altra persona per godere di un conto cointestato, con tutti i vantaggi che ne derivano (come ad esempio la possibilità di risparmiare sulle spese di gestione del conto corrente, che risulteranno sensibilmente ridotte). Se desideri scoprire maggiori informazioni su questo argomento ti consiglio di seguire i passi di seguito, ti indicherò come cointestare un conto corrente già esistente in poco tempo.

26

Occorrente

  • Conto corrente bancario
  • Persona cointestataria
  • Documento d'identità o patente di guida
  • Traccia dei versamenti effettuati
  • Codice fiscale
36

Deposita la firma del cointestatario

L'aggiunta di una persona ad un conto corrente già aperto è un'operazione semplice da effettuare, basta infatti recarsi presso il proprio istituto bancario per depositare la firma del nuovo cointestatario. Tieni conto che per iniziare l'operazione di cointestazione servono i documenti di identità e il codice fiscale di ogni titolare, sia del primo intestatario che del secondo.

46

Scegli la tipologia di conto cointestato

Tieni conto che attualmente esistono due tipologie di conto cointestato: il c.d conto a firma congiunta e a firma disgiunta. La prima tipologia di conto corrente richiede in genere la presenza di tutti i titolari del conto per ogni operazione di prelievo e deposito di contanti, ma anche per l'emissione di assegni e bonifici. Nel secondo tipo di conto invece, caratterizzato dalla firma disgiunta, ogni cointestatario può disporre del conto in modo assolutamente autonomo, effettuando prelievi e versamenti in qualsiasi momento e senza la necessità della firma o della presenza dell'altro cointestatario (per aprire un conto a firma disgiunta dunque, sarà necessario un rapporto di massima fiducia tra tutti i cointestatari, visto che tutti i cointestatari possono prelevare contanti in qualsiasi momento). Quando ti recherai presso l'istituto bancario dunque, l'addetto ti chiederà a quale tipologia di conto desideri aderire, se preferisci il conto a firma congiunta o disgiunta.

Continua la lettura
56

Chiedi la traccia dei versamenti

Tieni conto che in caso di pignoramento forzato del conto corrente bancario, a causa dei debiti esistenti ed accertati con un provvedimento di un giudice, tutti gli intestatari vengono in genere coinvolti nell'operazione di esecuzione forzata. Proprio per questo motivo è consigliabile chiedere all'istituto bancario di conservare ed inviare periodicamente la traccia dei versamenti effettuati da ogni intestatario del conto (il servizio potrebbe comportare il pagamento di spese aggiuntive al conto corrente, come ad esempio il pagamento di una tassa annuale). Se uno dei cointestatari riesce infatti a dimostrare che il conto è in realtà diviso e che i versamenti sono stati fatti in maggioranza dall'intestatario privo di debiti (anziché dall'intestatario debitore e destinatario dell'esecuzione forzata), riuscirà sicuramente ad evitare il pignoramento dei propri fondi personali.

66

Consigli

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Banche e Conti Correnti

Come aprire un conto corrente in Albania

Di questi tempi, aprire un conto corrente all'estero conviene, perché i costi di gestione sono nettamente inferiori rispetto a quelli italiani, specie in paesi come l'Albania. Potrebbe sembrare un'operazione complicata, ma non è affatto così, vi basterà...
Banche e Conti Correnti

Come trasferire un conto corrente postale

Tutti quanti abbiamo la necessita' di aprire un conto corrente dove depositare i nostri soldi. Ci sono moltissimi servizi ed istituti preposti a questo, e molti scelgono il conto corrente postale. Anche se molti decidono successivamente di chiuderlo per...
Banche e Conti Correnti

Come aprire un conto corrente postale in 5 mosse

Da qualche tempo è possibile aprire un conto corrente postale che risulta essere conveniente soprattutto per i signori risparmiatori italiani. In effetti il conto corrente postale permette ai cittadini che lo possiedono di effettuare delle manovre finanziarie...
Banche e Conti Correnti

Come aprire un conto corrente a Londra

Il conto corrente è importantissimo, per non dire primario, nel caso in cui si cercasse lavoro in qualunque regione italiana, ma riveste un ruolo ancora più importante all'estero e nelle città ricche di opportunità come Londra. Questo perché il datore...
Banche e Conti Correnti

Come aprire un conto corrente condominiale

Avete preso in carico l'amministrazione del condominio e volete informazioni riguardo l'apertura di un conto corrente condominiale? Grazie a questa guida avrete tutte le informazioni necessarie e, in pochi e semplici passaggi, avrete un conto in banca...
Banche e Conti Correnti

Come comunicare il conto corrente dedicato

Come sappiamo, il conto corrente bancario è un servizio che le banche offrono ai risparmiatori per depositare i loro risparmi. Chi ha una propria attività (autonomo, libero professionista o imprenditore) di solito apre un conto corrente per gestire...
Banche e Conti Correnti

Conto corrente vincolato: come funziona

Il conto corrente vincolato è una moderna forma bancaria che fa del servizio bancario un incrocio fra un conto corrente e un deposito di risparmio. Per chi vuole stare molto attento alle sue spese e vuole mettere da parte un po' di soldi, questo sistema...
Banche e Conti Correnti

10 consigli per risparmiare sul conto corrente

Oggigiorno è impossibile continuare a vivere senza essere titolari di un conto corrente bancario. Tale necessità nasce dal fatto di avere a portata di mano un numero IBAN dove le aziende ed i titolari presso cui lavoriamo ci possono accreditare mensilmente...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.