Come chiudere una ditta individuale con debiti

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

La crisi che sta aggredendo già da un decennio buona parte del pianeta, sta facendo in modo che gli italiani debbano ricorrere davvero ai ripari. Oltre ai privati, anche le aziende temono molto questo problema, infatti, i primi a risentirne di tutto questo, sono i piccoli imprenditori, che a causa dei debiti o le tasse dei contributi per l'IVA, o ancora quelle per l'istituto della previdenza sociale, sono costretti a chiudere la propria ditta individuale in rosso. Pertanto, il processo di chiusura della ditta, necessita di alcuni accorgimenti per essere completato in modo corretto e senza fronzoli.
Detto ciò, andiamo a vedere nello specifico, come chiudere del tutto una ditta individuale con debiti.

27

Occorrente

  • Ditta con debiti da estinguere
  • Se possibile con beni da pignorare
  • Denaro per pagare tutto o parte del debito
37

Primi passi

Date le numerose tasse che incombono alla scadenza, ogni anno, i piccoli imprenditori si trovano costretti a chiudere la propria attività, ed è proprio per queste cause che si avvia un procedimento legale. Questo procedimento, andrà a valutare tutti i debiti accumulati dall'azienda e li andrà a estinguere, tenendo conto delle proprietà e del patrimonio, prima dell'azienda e poi del debitore.

47

Pignoramento

Per chiudere una ditta individuale, quando viene calcolato l'ammontare del debito, i creditori, si rivalgono come indennizzo sui beni personali dell'imprenditore indebitato. Tali beni, che possono essere case di proprietà, gli stessi terreni e comunque tutto ciò che è in possesso, fino al saldo totale, del debitore. Questo procedimento o pignoramento, viene attuato seguendo dei procedimenti legali, in un tempo stipulato dal legale che ne è competente, comunque necessario per quantificare il giusto risarcimento.

Continua la lettura
57

Beni e fiducia

Nel caso in cui, l'imprenditore, nel momento in cui stia per chiudere la ditta con debiti, non sia in possesso di alcun bene, i creditori, non potranno avvalersi alla precedente soluzione. Ovviamente, ciò, va a creare una cattiva considerazione dell' imprenditore stesso, con la predestinata difficoltà futura, che possa avviare una propria attività ex novo. Onde evitare questa sgradevole situazione, quindi, è consigliabile accordarsi tra le varie parti cercando di ammortizzare il debito con formule dilazionate.

67

Conclusioni

Come nel paragrafo precedente, per quanto riguarda la chiusura della ditta, stavolta per debiti verso il fisco, è premura imboccare sempre la strada più semplice, ovvero, in questo caso, recarsi dal diretto interessato e trovare un accordo, palesando chiaramente la difficoltà economica e impegnandosi per estinguerla, magari con un pagamento rateale, del tutto con le date stipulate ambo le parti.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Se possibile, specie ad un buon tasso d'interesse, cercare sempre di rateizzare il debito.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Aziende e Imprese

Come cessare una ditta individuale

Le aziende individuali lavorano in vari settori e sono composte, come anticipa il nome delle stesse, da un singolo individuo. Queste aziende hanno molte caratteristiche e vantaggi a livello di gestione economica e, per questo motivo, vengono scelte da...
Aziende e Imprese

Come aprire una ditta individuale

Per ditta individuale si intende quell'atto di mettersi in proprio, volendo avviare un'attività di tipo economico, totalmente intestata ad un singolo individuo. Esiste una differenza fondamentale dalle società. Infatti, nello specifico, nel caso di...
Aziende e Imprese

Come costituire una ditta individuale

Quando dobbiamo avviare una nuova attività, le pratiche che dovremo essere in grado di redigere sono veramente tantissime e in questi casi ci si rivolge al proprio commercialista di fiducia, che saprà consigliarci sicuramente tutto l'iter da seguire....
Aziende e Imprese

Le principali differenze tra impresa individuale e società

Quali sono le principali caratteristiche che separano la ditta individuale dalla società? E cosa intendiamo, nello specifico, quando ci riferiamo a ciascuna di queste due forme societarie? In questa guida vogliamo illustrarvi le più importanti differenze...
Aziende e Imprese

Società semplice: debiti sociali e debiti personali

L'Ordinamento italiano distingue le società in due grandi gruppi: società di persone e società di capitali. La società semplice, in particolare, rientra nel novero delle società di persone. Si tratta del tipo più elementare di società e si caratterizza...
Aziende e Imprese

Il concordato preventivo e gli accordi di ristrutturazione dei debiti

Gestire un'azienda non è semplice ed in periodo di crisi lo diventa sempre meno. Molti imprenditori rischiano di dichiarare fallimento, però per evitare di raggiungere questo terribile punto, si possono intraprendere altre vie, come il concordato preventivo...
Aziende e Imprese

Come inserire il nome della propria ditta sull'auto

Molto spesso infatti sulle auto sono apposti anche i contatti e i recapiti dell'azienda o ditta in questione. Per poter utilizzare questa forma di pubblicità, occorre però seguire delle regole precise. Questo per non andare incontro a pesanti sanzioni...
Aziende e Imprese

Come calcolare gli indici di rotazione dei crediti e dei debiti

L'analisi per indici si occupa di calcolare quozienti o rapporti tra valori e grandezze di natura diversa. Si distingue a seconda dell'aspetto della gestione che viene esaminato. L'analisi finanziaria, in particolare, va a esaminare quella che è l'attitudine...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.