Come chiudere un conto corrente cointestato

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Come per tutte le utenze, quando stiamo per diventare clienti di una struttura, anche le banche fanno in modo di renderci semplice la procedura. Che sia personale o cointestato, nel momento in cui decidiamo di accendere un Conto Corrente presso una determinata Banca, veniamo accolti e coccolati dal funzionario di turno che ci sorride a 62 denti, ascolta le nostre esigenze e ci presenta prontamente la soluzione più idonea al nostro profilo (forse).
Tutt'altra storia è il procedimento inverso. Quando cioè abbiamo intenzione di chiudere un rapporto di utenza, avendo magari deciso di optare per i servizi di un istituto concorrente.

25

Il Conto Corrente cointestato

Aprire un C/C cointestato tra due o più soggetti non è un problema per la Banca, la quale ha tutti gli interessi ad acquisire nuove utenze, sulle quali cercherà di abbinare servizi vari come carte di credito, muti, prestiti, RID, prodotti finanziari. Tali servizi oltre agli scopi ufficiali, hanno anche quello di scoraggiare l'utente a rivedere i termini contrattuali in caso di una sua eventuale scelta di passare ad un istituto concorrente, che magari pratica migliori condizioni.
Immaginate tutti quegli addebiti che puntualmente ci ritroviamo sull'estratto conto, piccole cifre la cui origine non merita nemmeno qualche minuto di approfondimento, per carpirne la natura. Provate a moltiplicare pochi centesimi o qualche Euro per centinaia di migliaia di utenti e capirete quanto sia semplice per una banca raggiungere volumi di affari esorbitanti e l'importanza del numero dei C/C accesi.
Per accordare la cointestazione di un C/C, alla banca basta attingere notizie sulla solvibilità dei sottoscrittori. Notizie che sono già pronte e disponibili sul sistema interbancario (ABI), una rete di flussi e dati dove confluiscono le schede personali di ognuno di noi.

35

Le quote

Salvo accordi diversi, esistono della regole standardizzate in merito all'appartenenza e alla gestione del capitale versato sul C/C, sulle operazioni bancarie e sulle successioni in caso di morte di uno dei titolari. Regole esposte su quelle numerose pagine scritte in righe microscopiche che non leggeremo mai, ma che sono a tutti gli effetti i principi che accettiamo nel momento della firma.

Continua la lettura
45

La chiusura

Senza dilungarci in altre tematiche, focalizziamoci sulle questioni inerenti la chiusura di un C/C cointestato.
Innanzitutto la tempistica necessaria alla disattivazione della carte di credito e del conto titoli, è passata dal 2015 dai canonici 15 giorni lavorativi ad un massimo di 12 con eventuali sanzioni a carico dell'Istituto in caso di non adempimento dei tempi massimi che vanno da 5160 a 64.555€. Il contante, al netto delle trattenute si potrà prelevare al momento della chiusura o riversarlo sul nuovo C/C. L'estinzione può avvenire in seguito ad esplicita richiesta di uno solo degli intestatari in caso di firma disgiunta, mentre se è prevista la firma congiunta, occorrerà verbalizzare la volontà di tutti i beneficiari.
Al momento della chiusura vanno riconsegnate le carte di credito il/i carnet di assegni, la o-key smart per l'home banking e il/i bancomat.

55

Le spese

In seguito al decreto Bersani 223/2006, le banche non possono più chiedere spese di chiusura su un C/C. Le uniche cifre che possono trattenere sono relative ai costi di gestione del conto (canone, imposta di bollo) e/o eventuali interessi a debito maturati al momento di fine rapporto. È consigliabile aprire un nuovo conto e trasferirvi quasi tutto il contante del vecchio tramite un giroconto. Dirottare sulla nuova banca la gestione del servizi, prima ancora di presentare richiesta di chiusura del C/C. Per le banche on line che non hanno una sede fisica, la richiesta di cessazione va richiesta tramite Raccomandata con A. R., sulla quale viene indicato il nuovo C/C sul quale si desidera l'accreditamento del deposito bancario. Ovviamente per conti cointestati a firma congiunta, la lettera dovrà recare la firma dei due o più cointestatari.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Banche e Conti Correnti

Conto corrente cointestato: 10 cose da sapere

Per motivi di comodità molta gente opta per un conto corrente cointestato. Se non ne avete mai sentito parlare, si tratta di un conto bancario che invece di essere intestato ad una sola persona, porta il nome di due o più intestatari. A volte può essere...
Banche e Conti Correnti

Come recedere a un conto corrente cointestato in caso di separazione

Quando una coppia decide di separarsi diviene assolutamente necessario prendere delle decisioni relative al che fare dei beni materiali in comune, compresi i conti correnti congiunti. Eventuali conti di risparmio, investimenti, carte di credito, cassette...
Banche e Conti Correnti

Come chiudere un conto corrente bancario

In un periodo di ristrettezza economica, avere un conto corrente bancario aperto comporta delle spese extra che potrebbero benissimo essere evitate. Se non avete molti soldi in banca, ad esempio, è inutile avere un conto; potete optare per un qualcosa...
Banche e Conti Correnti

Come aprire un conto corrente postale in 5 mosse

Da qualche tempo è possibile aprire un conto corrente postale che risulta essere conveniente soprattutto per i signori risparmiatori italiani. In effetti il conto corrente postale permette ai cittadini che lo possiedono di effettuare delle manovre finanziarie...
Banche e Conti Correnti

Come trasferire un conto corrente postale

Tutti quanti abbiamo la necessita' di aprire un conto corrente dove depositare i nostri soldi. Ci sono moltissimi servizi ed istituti preposti a questo, e molti scelgono il conto corrente postale. Anche se molti decidono successivamente di chiuderlo per...
Banche e Conti Correnti

5 regole per scegliere il conto corrente migliore

Il conto corrente è uno strumento finanziario utilizzato per gestire il proprio denaro. Può essere usato per l'accredito dello stipendio, versamenti, spostamento di bonifici, la domiciliazione delle utenze della propria abitazione o il deposito dei...
Banche e Conti Correnti

Chiusura del conto corrente: come fare

Vi sono delle pratiche bancarie che spesso vengono destinate al giorno dopo, periodo che molte volte viene rinviato, situazione che può creare diversi disguidi che possono anche finire nel dimenticatoio. Quando si ha a che fare con delle banche però...
Banche e Conti Correnti

Come aprire un conto corrente in Albania

Di questi tempi, aprire un conto corrente all'estero conviene, perché i costi di gestione sono nettamente inferiori rispetto a quelli italiani, specie in paesi come l'Albania. Potrebbe sembrare un'operazione complicata, ma non è affatto così, vi basterà...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.