Come chiudere la partita IVA

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Se dovesse essere necessario chiudere una partita Iva, a causa della crisi o per i costi elevati, bisognerebbe farlo entro 30 giorni dalla cessazione della propria attività professionale. Per fare questa operazione si dovrebbe compilare il modello AA9 che dovrà essere presentato alle Agenzie delle Entrate. In sintesi il titolare che vuole chiudere la propria partita IVA, deve compilare un modello particolare, che varia a seconda della tipologia di attività. In questa guida vedremo come procedere per compiere l'operazione in modo chiaro e sicuro.

26

Occorrente

  • modulo AA9
36

Quindi per prima cosa bisogna avviare la procedura di chiusura della partita IVA presentando il modello AA9/11 presso gli uffici delle entrate. Sul suddetto modello deve essere barrata la casella "cessazione attività" accanto al numero della partita IVA che si intende chiudere e alla data. Ricordo che nel caso in cui il libero professionista malauguratamente si dimentichi di segnalare la chiusura della partita IVA entro i 30 giorni, potrà comunque entro 90 giorni concludere la procedura ma dovrà versare 129 euro di ammenda come stabilito dal 2011.

46

A questo punto bisogna recarsi ad uno degli uffici delle Agenzie delle Entrate vicini al proprio territorio e presentare il modello in duplice copia oppure tramite posta raccomandata con allegato un documento di identità valido. Dovrete in seguito pagare la marca da bollo (17,50 euro) per la cancellazione della ditta dal registro delle imprese entro i fatidici 30 giorni, altrimenti il prezzo sale a 37 euro. Inutile dire che se la ditta non è iscritta ad alcun registro non si dovranno pagare spese aggiuntive. I moduli e i relativi decreti legge potete trovarli sul sito dell'ufficio delle entrate.

Continua la lettura
56

Potrete comunque trovare in descrizione un link con guida per compilare il modello da consegnare e il modello stesso. La partita IVA può essere anche chiusa attraverso la procedura "d'ufficio": in questo caso sarà l'ufficio o amministrazione tributaria ad individuare coloro che non hanno provveduto a chiudere definitivamente la partita IVA e a spingerli a farlo pagando una sanzione ridotta di 172 euro. Se però il contribuente non penserà alla chiusura della partita IVA, allora l'amministrazione finanziaria sarà costretta a predisporre la chiusura della stessa e all'applicazione della sanzione salata di circa 516-2065 euro, a causa dell'omessa presentazione della dichiarazione di cessazione attività.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • l'invio del modulo AA9 deve essere effettuato entro 30 giorni dalla cessazione della propria attività, caso contrario si va incontro a sanzioni.
  • se si vuole verificare la validità di una partita IVA si può andare sul sito dell'agenzia delle entrate e andare a "servizio verifica partita IVA"
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Aziende e Imprese

Come Chiedere All'Inps L'Indennizzo Per Cessazione Attività Commerciale

In questa guida vi spiegherò come chiedere all'Inps l'Indennizzo per la cessazione dell'attività Commerciale. Le operazioni da effettuare sono piuttosto semplici, tuttavia bisogna stare bene attenti sui vari passaggi. Per eventuali chiarimenti cercate...
Aziende e Imprese

Come trovare online la partita IVA di un’azienda

La partita iva di un'azienda equivale, in poche parole, a ciò che è il codice fiscale per un privato cittadino. Essa viene rilasciata dall'Agenzia delle Entrate nel momento in cui si avvia un'attività e serve ad identificare un'impresa ai fini del...
Aziende e Imprese

Come aprire una ditta di pulizie

Un'impresa di pulizie è un'attività piuttosto redditizia e ricercata, perché sempre più spesso gli esercizi commerciali e le imprese subappaltano i lavori di pulizia a ditte esterne ed è quindi probabile ottenere facilmente una buona parte di mercato....
Lavoro e Carriera

Come dimettersi da amministratore unico di una srl

All'interno di una SRL l'amministratore unico è una figura di grande rilievo: nonostante sia una figura scelta attraverso un'assemblea indetta dai soci della ditta, è la persona che possiede all'effettivo la maggioranza della società e del potere decisionale....
Lavoro e Carriera

Come richiedere la domanda di disoccupazione

Tutti coloro che hanno dei contratti a tempo determinato hanno la possibilità di usufruire dell'indennità di disoccupazione per un periodo di tempo limitato e calcolato in base ad alcune caratteristiche principali. In questa guida ci occuperemo di...
Aziende e Imprese

Come Richiedere Un'Amministrazione Controllata

In tale tutorial vi vogliamo spiegare come richiedere un'Amministrazione Controllata. Con la crisi che stiamo passando oggigiorno, ed in questi ultimi anni, tante grandi e piccole aziende hanno davvero grandi problemi. L'imprenditore che si trova in difficoltà...
Aziende e Imprese

10 cose da valutare prima di chiudere la partita IVA

In contesto quale quello attuale, caratterizzato da una lenta ma progressiva crescita dei consumi e dalla conseguente ripresa delle assunzioni da parte delle aziende, chiudere la partita IVA per tornare al lavoro dipendente sembra essere a molti la soluzione...
Richieste e Moduli

Come compilare il modello F23 per pagare l'imposta di registro per affitto fondi rustici

Il modello F23 viene messo a disposizione dei contribuenti dall'Agenzia delle Entrate, ed è necessario per identificare e permettere il pagamento di tasse, sanzioni e per espletare numerose funzioni legate alla locazione immobiliare. Come la registrazione,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.