Come chiedere un contributo statale se sei una madre single

Di: Luna //
Tramite: O2O 29/05/2019
Difficoltà: difficile
17

Introduzione

Essere una madre single è molto difficoltoso, soprattutto perché ci si ritrova ad affrontare delle problematiche senza il sostegno e l'appoggio di un compagno. Mantenere un figlio completamente da sole per molte madri, può comportare una vita molto complessa, prima di tutto per quanto riguarda la situazione economica. Oggi esistono tuttavia, dei piccoli aiuti per poter alleggerire un po' le varie spese che un bambino comporta. Se sei una madre single e vuoi capire un po' come poter chiedere un contributo statale per te e per il tuo bambino, eccoti una breve delucidazione che ti spiegherà come procedere senza errare.

27

Occorrente

  • Documento di identità personale
  • Modulo autocertificazione fascia di reddito
  • Documento di identità del bambino
37

Verifica i tuoi requisiti

Oggi per poter usufruire dei contributi a favore delle madri single, è fondamentale avere dei requisiti. Le somme per le madri single concesse da parte dello Stato sono minime e non sono in grado di aiutare totalmente una donna, ma di sicuramente possono agevolare in minima parte. Per poter avere tali vantaggi, bisogna verificare alcuni requisiti. Innanzitutto è necessario aver partorito un bambino negli ultimi 18 mesi. Tale condizione viene naturalmente estesa nel caso della nascita di due gemelli dove la quota o l'assegno di mantenimento viene raddoppiato o nel caso di eventuale adozione. Altro requisito fondamentale, è l'assenza di un lavoro o la presenza di un impiego breve e saltuario e aver versato nel periodo che va dai 18 ai 9 mesi prima della nascita del figlio, almeno 3 mesi di contribuzione alla maternità. Per finire, la mancanza di aiuto da parte di amici o familiari, è un'altra condizione fondamentale per ottenere degli assegni di mantenimento da parte dello Stato.

47

Chiedi aiuto alle associazioni

Molto spesso raccogliere le informazioni personali che possono dimostrare l'effettiva carenza economica e il tempestivo bisogno di aiuto, può essere difficoltoso. Per questo motivo in tutta Italia esistono moltissime associazioni per le donne in grado di aiutare le madri single. Le associazioni possono guidare e agevolare tutte le madri a raccogliere i dati necessari e a mettere insieme i documenti per poter fare la domanda direttamente all'INPS per ottenere un assegno familiare da parte dello Stato.

Continua la lettura
57

Fai domanda sia al Comune che allo Stato

Se le condizioni generali della madre non corrispondono a quelle stabilite dallo Stato per ottenere un assegno familiare, è possibile ottenere dei soldi da parte del Comune di residenza. Anche in questo caso, qualora i requisiti della madre corrispondano perfettamente a quelli richiesti dal Comune (identici a quelli richiesti dallo Stato salvo il versamento dei contributi per la contribuzione di maternità), è possibile ottenere un assegno per un massimo di 5 mesi di una quota totale di 1694,45 euro circa.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Rivolgiti a qualche associazione o ad un CAF per avere delucidazioni.
  • Resta sempre aggiornata con le leggi che riguardano i bonus mamme, perché cambiano molto spesso.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Previdenza e Pensioni

Come chiedere la pensione

La pensione consiste in una somma di denaro proporzionale ai contributi versati durante gli anni lavorativi, che vengono percepiti dal lavoratore quando ha finalmente raggiunto l'età pensionistica prevista dalla attuale legge vigente.Questo garantisce...
Previdenza e Pensioni

Come chiedere il supplemento di pensione

Il periodo della pensione, per una persona, è molto significativo e importante. Esso viene infatti vissuto come denso di tensione, poiché ci si aspetta un trattamento degno dopo numerosi anni passati a lavorare con grande fatica. Arrivare alla pensione,...
Previdenza e Pensioni

Come chiedere la rivalutazione della pensione

Diversamente da quanto accade per i redditi da lavoro dipendente, il cui importo varia in base alle contrattazioni stipulate a livello nazionale tra le organizzazioni sindacali, rappresentanti dei lavoratori e i loro datori di lavoro o più semplicemente...
Previdenza e Pensioni

Come si ottiene la pensione per le casalinghe

Molti pensano che la pensione sia un contributo che spetta soltanto a coloro che hanno lavorano una vita intera, accumulando una determinata somma di contributi. Tuttavia, a partire dal 1° gennaio 1997, grazie all'istituzione del fondo casalinghe, è...
Previdenza e Pensioni

Come richiedere il permesso di soggiorno per lavoro autonomo

Trovare oggi una occupazione lavorativa in Italia risulta abbastanza complicato, soprattutto quando non si ha un diploma di maturità od una laurea. Molto spesso quindi le persone decidono di intraprendere un'attività in proprio, ma portarla avanti non...
Previdenza e Pensioni

Fondo pensione: cos'è e come funziona

I fondi pensione rappresentano oggi una possibilità sempre più interessante e proficua per chi desidera possedere un tipo di contribuzione integrativa. Sono pertanto un istituto che, collocandosi a fianco della pensione e del contributo pensionistico...
Previdenza e Pensioni

Come usufruire del bonus asilo nido

La domanda del bonus asilo nido è una forma di sostegno al reddito erogata dall’Istituto Nazionale di Previdenza in favore di quelle famiglie che effettuano i pagamenti delle rette per la frequenza di asili nido pubblici o privati autorizzati. La domanda...
Previdenza e Pensioni

Come avere una pensione privata

Come tutti sappiamo, il sistema italiano fornisce la possibilità ai lavoratori di ricevere la pensione, cioè un quantitativo di denaro variabile da persona a persona, una volta raggiunta una certa età e con una certa quantità di contributi versati...