Come chiedere l'indennità di invalidità per i dipendenti pubblici

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Se siamo dipendenti pubblici e abbiamo subito un infortunio che non ci permette di svolgere la nostra attività, dobbiamo sapere che esiste una procedura che ci consente di ottenere l'invalidità permanente, ovviamente sempre nel caso in cui ci siano i requisiti, sottoponendoci a dei controlli che attestino la veridicità di quanto dichiarato. Attraverso i passi delle seguente guida, vedremo quindi come e cosa fare per riuscire a chiedere l'indennità di invalidità per i dipendenti pubblici.

26

Entro 6 mesi dalla subentrata invalidità, in qualità di impiegati pubblici, possiamo fare una Causa di Servizio rivolgendoci al centro per il pubblico impiego o direttamente all'INPS e/o all'INPDAP, allegando tutti i certificati medici e specialistici che attestino la sopravvenuta malattia o infermità, oltre al documento di identità, all'atto di nascita, al certificato di residenza e al certificato di inabilità a svolgere il lavoro in questione.

36

Quest'ultimo è necessario per dare modo agli uffici competenti di verificare se la data in cui l'invalidità è sopravvenuta sia antecedente o meno all'assunzione. Qualora lo fosse, gli uffici competenti dovrebbero accertare che il datore di lavoro abbia provveduto all'assunzione accollandosi, come condizione contrattuale, la responsabilità sulla sicurezza del lavoratore affidandoci delle mansioni consone al nostro stato di salute. In caso contrario potremo procedere per vie legali chiedendo un indennizzo di risarcimento.

Continua la lettura
46

Una volta che verrà accertata l'invalidità, potremo presentare all'INPS la domanda di equo indennizzo qualora la menomazione sia di natura fisica o psichica. Questa domanda dovrà essere inoltrata entro i 6 mesi dalla data in cui è stata instradata presso la Pubblica Amministrazione la Causa di Servizio; in caso contrario, verremo esclusi dalla possibilità di percepire l'indennizzo. La gravità dell'invalidità sarà documentata e resa trasparente in una opportuna tavella ai sensi del D. P. R. N.834 del 1981.

56

A questo punto, la pubblica amministrazione potrà avviare la procedura istruttoria verificando entro 30 giorni l'ammissibilità della domanda di indennità. La commissione che valuterà la domanda, con voto consultivo, è composta da tre ufficiali medici specializzati in assicurazione ed infortunistica, medicina legale e specialistica. Se la domanda sarà accettata, dovremo sottoporci ad un'altra visita medica, la cui data data ci verrà comunicata per iscritto a mezzo posta almeno 10 giorni prima della data stabilita per la visita stessa.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Previdenza e Pensioni

Come richiedere l'invalidità civile con inabilità al lavoro

L'invalidità civile è uno status che il nostro ordinamento legislativo riconosce a tutte quelle persone che per situazioni specifiche non riescono a svolgere le ordinarie azioni atte a provvedere al proprio fabbisogno. Chi si trova in tale situazione...
Previdenza e Pensioni

Invalidità civile: requisiti per ottenerla

La legge 118/1971 all'articolo 2 definisce cosa sia l'invalidità civile. Qualsiasi persona affetta da menomazioni che gli impediscono un normale svolgimento della propria attività può avere diritto ad avere dei vantaggi economici o socio-sanitari...
Previdenza e Pensioni

Come richiedere l'assegno di invalidità

Quando un lavoratore è impossibilitato ad eseguire le sue attività normalmente a causa di infermità mentali oppure fisiche, può richiedere l'assegno di invalidità presso l'istituto di Previdenza Sociale. In questo modo il lavoratore percepisce un...
Previdenza e Pensioni

Come presentare la domanda di invalidità civile on line

Al giorno d'oggi chi ha la necessità di presentare una domanda di invalidità civile presso l'INPS, ovvero l'Istituto Nazionale per la Previdenza Sociale, può farlo anche direttamente on line. Questa modalità è molto semplice e soprattutto comoda...
Previdenza e Pensioni

Procedura per fare ricorso per mancato riconoscimento stato di invalidità

Secondo i termini giuridici per invalidità si intende l'incapacità di un soggetto di svolgere le ordinarie occupazioni a causa di qualcosa che incide sulla sua perfetta autonomia. L'incapacità può avere origini da una serie di fattori: incidenti sul...
Previdenza e Pensioni

Come richiedere l'indennità di disoccupazione Mini-ASpI

Con la legge Fornero ci sono state moltissime novità nel mondo del lavoro, sia sulla regolamentazione, sia sulla possibilità di chiedere molti ammortizzatori sociali. Tra tutti questi è stata introdotta una sorta di Assicurazione sociale per l'impiego,...
Previdenza e Pensioni

Come percepire l'indennità di mobilità ordinaria o a lunga durata

Se siamo dei lavoratori e, purtroppo, abbiamo subito un licenziamento da parte di un'azienda che ha alle sue dipendenze più di 15 lavoratori, allora è importante sapere che abbiamo diritto all'indennità di mobilità ordinaria oppure per un periodo...
Previdenza e Pensioni

Indennità di accompagnamento: i criteri secondo INPS

Cos'è l’indennità di accompagnamento? Chi ha titolo per farne richiesta e quali criteri vengono adottati dall'INPS per vagliare le domande e garantire il sussidio agli aventi diritto? Proprio a queste domande troverete risposta nella guida a seguire....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.