Come chiedere il rimborso a PostePay

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Chi possiede una carta Postepay può subire degli scherzetti poco gradevoli. Ad esempio può succedere che con la propria carta, vengono eseguiti acquisti dei quali non si ha la benché minima conoscenza. Possiamo, dunque, essere vittime di un imbroglio con conseguente furto di denaro dalla nostra carta Postepay. Per cui è bene conoscere le operazioni e le metodiche da attuare per contrastare tempestivamente questo raggiro.  

25

Uno dei primo consigli da seguire, quando ci si accorge di movimenti strani della nostra carta Postepay, è proprio stampare la lista completa dei movimenti della stessa. Questa è la prima cosa da effettuare, ancor prima di bloccare completamente la nostra carta. Poiché, qualora bloccassimo la carta, non potremmo stampare le operazioni eseguite dalla stessa. Una volta eseguita la stampa, è consigliabile compiere diverse copie della stessa. Più sono, meglio sarà per noi.

35

A questo punto possiamo fare la denuncia alle autorità competenti. Solitamente queste problematiche sono di competenza della polizia postale. Dalla lista stampata evidenziamo tutte quelle operazioni non eseguite da noi. Dobbiamo essere molto precisi e sicuri, poiché l'operazione è piuttosto delicata. Possiamo contestualmente bloccare la nostra carta. Possiamo bloccarla, recandoci ad un semplice sportello Bancoposta, presentando, quindi, denuncia. Oppure possiamo agire anche telefonicamente, contattando i numeri messi a disposizione dalle poste italiane. Al termine di questa operazione, ci verrà consegnato un codice di blocco. Otterremo anche una carta sostitutiva, qualora ne avessimo particolarmente bisogno. Anche in questa fase è bene consegnare allo sportello Bancoposta, la lista dei movimenti, evidenziando le operazioni disconosciute.

Continua la lettura
45

In ultimo possiamo preparare i documenti da spedire per chiedere eventuale rimborso. Ancora una volta prepariamo una lista, evidenziando i movimenti disconosciuti. Possiamo inserire anche una copia del documento di blocco della Postepay con relativo codice di blocco. Alleghiamo anche una copia della denuncia fatta alle autorità competenti e infine una lettera in fronte di richiesta di rimborso. Spieghiamo la situazione in maniera dettagliata e precisa, elencando anche tutti i documenti che abbiamo allegato. Inviamo, quindi, il tutto all'ufficio di competenza delle poste italiane. Non ci rimane altro che attendere pazientemente un riscontro alla nostra richiesta da parte delle poste italiane.

55

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Cercate di essere molto precisi nell'evidinziarei movimenti sospetti eseguti con la vostra carta Postepay
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Finanza Personale

Come bloccare un pagamento con Postepay

Un gran numero di persone utilizza internet non solo per cercare informazioni di vario genere, ma anche per fare degli acquisti comodamente seduti da casa. Nonostante la grande crisi economica, questo è un settore in continua crescita; normalmente, per...
Banche e Conti Correnti

Carta Postepay: saldo contabile e saldo disponibile

Molti sono i metodi di pagamento che possono essere effettuati attraverso diverse tipologie di carte legate a dei conti correnti. Le banche e le poste offrono moltissime possibilità per gestire il proprio denaro e per pagare comodamente anche online...
Finanza Personale

Come collegare la postepay al paypal

Al giorno d'oggi, con la rapida diffusione dei computer e di internet, si è sviluppato fortemente anche il commercio online. Effettuare pagamenti tramite un conto PayPal ci darà la possibilità di richiedere il rimborso delle somme pagate, nel caso...
Finanza Personale

Come effettuare una ricarica Postepay

La Postepay è una carta di pagamento che si ricarica; essa è rilasciata dalle Poste Italiane a chi ne fa richiesta. È utilizzata sia per lo shopping online che nei negozi che accettano carte di credito del circuito Visa. A ciascuna Postepay è associato...
Banche e Conti Correnti

Come ricaricare Postepay con il bancomat

Da molti anni, possedere una carta di credito/debito è semplice per tutti. La carta di debito, in particolare, è accessibile per chiunque la richieda. Non è infatti necessario avere un conto corrente. Sarà sufficiente depositare una piccola somma...
Finanza Personale

Come Richiedere E-postepay Gratuitamente

Grazie alle nuove tecnologie riusciamo in brevissimo tempo a risolvere questioni lavorative, burocratiche, comunicative, logistiche,... Insomma sono sistemi che proseguono ad aiutarci quotidianamente ad accelerare i tempi di pagamenti, rapporti commerciali...
Finanza Personale

Come ricaricare una qualsiasi Postepay dal menù del cellulare

Se avete proprio urgenza di ricaricare la vostra Postepay ma la pigrizia che vi contraddistingue vi incolla al divano, o addirittura avete dimenticato di ricaricare la Postepay dei vosti figli, niente paura: Poste Italiane vi permette di ricaricare la...
Finanza Personale

Come ricaricare la PostePay con BancoPosta online

Dopo l'avvento di Internet, gli acquisti e le vendite online sono decollati al punto tale da costituire una fetta importante del mercato in tutti i settori. I metodi di pagamento sono molto diversi tra loro. Si va dal Paypal al Western Union, dall'accredito...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.