Come chiedere il bonus elettricità per gli apparecchi salvavita

Tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

In Italia sono da tempo stati introdotti i bonus elettrico e gas per ridurre le bollette di luce e gas di clienti in condizioni di disagio economico e di disagio fisico, prevedendo anche un bonus specifico per i malati gravi che necessitano di apparecchiature elettromedicali salvavita alimentate ad energia elettrica. Per gli apparecchi salvavita la legge italiana prevede un bonus elettricità annuale sulla bolletta. Questo sconto è un vero e proprio diritto. Lo si chiede una volta soltanto poi, ottenuto il contributo, il bonus verrà automaticamente considerato e detratto dalla bolletta. Vediamo allora come chiedere il bonus elettricità per gli apparecchi salvavita.

27

Occorrente

  • Certificazione Asl comprovante la malattia di cui è affetto il paziente
37

Le attrezzature necessarie a chi ha malattie gravi da gestire a casa propria gravano non poco sulla bolletta elettrica, soprattutto se hanno bisogno di essere collegati in modo costante. Per questo, il legislatore, già alcuni anni fa, aveva previsto, come per gli indigenti, uno speciale sconto, chiamato “bonus elettrico” da applicarsi in simili casi. Fino allo scorso anno, però per velocità di applicazione, il bonus era stato applicato con una fascia unica. Dal 2007 in Italia si può parlare del cosiddetto "bonus sociale".

47

Ottenuto il contributo, il bonus verrà automaticamente considerato, e quindi detratto, dalla bolletta. Il gestore dell'elettricità è a conoscenza di tale diritto e non può in alcun modo opporsi. Lo sconto è ancora relativamente limitato, dato che ammonta a circa 138 € l'anno, ma contribuisce, almeno in parte, ad agevolare l'economia domestica.

Continua la lettura
57

Se si possiede una connessione internet è sufficiente andare sul sito www. Autorita. Energia. It e scaricare il lì presente Modulo B. Compilando questa "Istanza per l'ammissione al regime di compensazione per la fornitura di energia elettrica", in riferimento al decreto interministeriale del 28 dicembre 2007, chi ha un disagio fisico può chiedere di essere ammesso al regime di compensazione della spesa per la fornitura di energia elettrica se utilizza apparecchiature medico terapeutiche indispensabili per il mantenimento in vita del paziente.

67

Una volta compilato tale modulo, è sufficiente portarlo all'Ufficio dei Servizi Sociali del comune, corredato di apposita certificazione Asl comprovante la malattia e di fotocopia di documento d'identità del paziente. Sarà l'amministrazione comunale a presentare ai gestori di energia elettrica i dati necessari per ottenere lo sconto annuale sulla bolletta. In questo modo potrete risparmiare una certa somma.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Finanza Personale

Come disdire il noleggio di apparecchi telecom

Solitamente quando si stipula un contratto con la ditta Telecom Italia, una tra le aziende più importanti in Italia che opera nel campo della telefonia, si ha incluso nel contratto un apparecchio elettronico, il più delle volte un modem per la connessione...
Finanza Personale

Come calcolare il bonus Irpef

In questa guida, darò tutte le indicazioni utili su come calcolare al meglio il bonus Irpef. Si tratta in poche parole del credito d'imposta, che a partire da quest'anno si è trasformato in detrazione. In ogni caso per il lavoratore cambierà ben poco,...
Finanza Personale

Come funziona il bonus Renzi

Per sintetizzare in modo semplice e comprensibile come funziona il bonus Renzi, si può riassumere che ogni lavoratore dipendente, a fronte di un reddito che rientri nella fascia dei requisiti previsti, può controllare come sulla propria busta paga via...
Finanza Personale

Come ottenere il bonus prima casa in Lombardia

In questo articolo vogliamo aiutarvi a capire in che modo e che cosa occorre fare per ottenere il bonus prima casa, nella regione Lombardia. Infatti occorre sapere e ricordare che la regione Lombardia ha voluto aiutare le giovani coppie che faticano ad...
Finanza Personale

Come chiedere il rimborso dell´IVA a credito

Dal 2015 sono cambiati alcuni dettagli legati ai limiti, alle condizioni e ai requisiti per richiedere il rimborso del'IVA a credito. Le novità introdotte sono state moltissime, soprattutto dal punto di vista della procedura per ottenerne il rimborso....
Finanza Personale

Come chiedere il rimborso per un pacco arrivato in ritardo

Se spedite dei pacchi alle poste, dovrete sapere che a seconda del servizio che scegliete, esistono delle garanzie sugli stessi servizi. Un servizio tra questi è quello che chiede il rimborso relativo ad un pacco che è giunto a destinazione con ritardo,...
Finanza Personale

Come chiedere il rimborso per ritardo attivazione linea telefonica

Qualora vi sia capitato di avere notevoli disagi per quanto riguarda l'attivazione della linea telefonica Telecom o di un altro operatore, tenete certamente presente che potete richiedere il rimborso per questa tipologia di disservizio. In questo articolo,...
Finanza Personale

Come Chiedere All'Enel Un Risarcimento Per Ritardo

Fare una richiesta di rimborso non è un'impresa ardua. Puoi semplicemente chiedere all'Enel il rimborso per spese inutilmente effettuate. Non tutti sanno che l'Enel è tenuta a risarcire gli utenti che hanno subito un qualche tipo di ritardo nella fornitura...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.