Come Chiedere All'Inps L'Indennizzo Per Cessazione Attività Commerciale

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

In questa guida vi spiegherò come chiedere all'Inps l'Indennizzo per la cessazione dell'attività Commerciale. Le operazioni da effettuare sono piuttosto semplici, tuttavia bisogna stare bene attenti sui vari passaggi. Per eventuali chiarimenti cercate sul sito ufficiale dell'INPS. Comunque tranquilli! Niente di impossibile per fortuna.

26

Occorrente

  • requisiti specifici
36

L'art. 19 ter, comma 1, della Legge 28 gennaio 2009, n. 2 ha stabilito che l'indennizzo per la cessazione definitiva dell'attività commerciale può essere concesso per il periodo dal 1.1.2009 al 31.12.2011 a coloro che sono in possesso dei requisiti previsti dal Decreto Legislativo 28 marzo 1996, n. 207 (Circ. 50 del 3 aprile 2009). L'indennizzo è incompatibile con qualsiasi attività di lavoro sia dipendente sia autonoma; compatibile con altri trattamenti pensionistici di cui il richiedete è titolare, sia diretti sia indiretti (Circ. 20 del 21 gennaio 2002).

46

DESTINATARI
Possono chiedere l'indennizzo: i titolari o coadiutori di attività commerciale al minuto in sede fissa, anche abbinata ad attività di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande; i titolari o coadiutori di attività commerciale su aree pubbliche; gli esercenti attività di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande; gli agenti e rappresentanti di commercio (Circ. 39 del 18 febbraio 1998). N. B.: I soggetti destinari della normativa sono individuati dall'art. 1 del Decreto Legislativo 28 marzo 1996, n. 207 e, succevamente, dall'art. 59, comma 58, della Legge 27 dicembre 1997, n. 449 (Circ. 35 del 24 febbraio 2005).

Continua la lettura
56

DOMANDA
Deve essere presentata, entro il 31.1.2012, presso la sede Inps territorialmente competente per residenza, utilizzando il modulo appositamente predisposto (Mod. IND COM/207-448). La domanda può essere presentata direttamente ovvero inviata per posta, possibilmente a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento. Il richiedente può, inoltre, rivolgersi ad un qualsiasi Ente di Patronato che lo assisterà gratuitamente per la compilazione e la presentazione della domanda. Devono essere ritenute valide, comunque, anche le domande che non sono state presentate con il modulo predisposto. Alla domanda devono essere allegati: la dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà; autocertificazione rilasciata ai sensi del DPR n. 445/2000, sostitutiva dello stato di famiglia; il modello di richiesta di pagamento della pensione tramite Istituto di credito ovvero Poste Italiane; il modello concernente il diritto alle detrazioni d'imposta. Deve essere inoltre allegata la documentazione comprovante: la cessazione definitiva dell'attività commerciale; l'avvenuta riconsegna dell'autorizzazione per l'esercizio dell'attività commerciale al minuto ovvero dell'autorizzazione per l'attività di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande ovvero di entrambe in caso di attività abbinata; la cancellazione del titolare dell'attività dal registro degli esercenti attività di commercio (REC) se l'attività si riferiva alla somministrazione al pubblico di alimenti e bevande; la cancellazione del titolare dell'attività dal ruolo degli agenti e rappresentanti di commerico. N. B.: I lavoratori che hanno avviato l'attività commerciale dopo la legge di riforma (D. Lgvo 114/1998) devono presentare la dichiarazione rilasciata dal Comune dalla quale si può rilevare la data di avvenuta cessazione dell'attività.
ADEMPIMENTI DELLE SEDI
Le sedi Inps, competenti per residenza, devono effettuare gli adempimenti di istruttoria e definizione della domanda. In caso di accoglimento procedono alla liquidazione dell'indennizzo e lo mettono in pagamento con le modalità richieste dall'assicurato. In caso di reiezione della domanda, e solo in questo caso, sono tenute a trasmettere al Comitato amministratore dei contributi e delle prestazioni previdenziali degli esercenti attività commerciale una apposita scheda istruttoria (circ. 159 del 16 dicembre 2004).
DECORRENZA
Spetta: dal primo giorno del mese successivo a quello di presentazione della domanda, se risultano perfezionati tutti i requisiti richiesti (compresa la cancellazione definitiva dell'attività commerciale); fino alla decorrenza (cosiddetta finestra) della pensione di vecchiaia (circ. N. 50 del 3 aprile 2009). N. B.: L'indennizzo concesso in applicazione della previgente normativa è riconosciuto: fino al mese di compimento dei 65 anni di età, per gli uomini, e di 60 anni di età, per le donne, se già scaduto alla data del 29 gennaio 2009 (data di entrata in vigore del Decreto Legge 29 novembre 2008, n. 185); fino alla decorrenza della pensione di vecchiaia se ancora in essere alla data del 31 gennaio 2009 (circ. N. 50 del 3 aprile 2009). Cessa dal primo giorno del mese successivo alla ripresa dell'attività lavorativa, subordinata o autonoma.
N. B.: Il titolare di indennizzo è tenuto a comunicare entro 30 giorni la ripresa dell'attività lavorativa.
IMPORTO
È pari al trattamento minimo di pensione previsto per gli iscritti alla gestione commercianti.
Con le stessa modalità previste per la generalità dei trattamenti pensionistici, l'indennizzo è: assoggettato a tassazione (Circ. 8 del 14. Gennaio 1999); pagato all'avente diritto. PARTICOLARITÀ
Sulla liquidazione dell'indennizzo non è prevista: la concessione di interessi legale nè rivalutazione monetaria; l'applicazione di trattenute sindacali; l'erogazione di trattamenti di famiglia.

66

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Aziende e Imprese

Come rilevare un'attività commerciale

Mettersi in proprio rappresenta il sogno di tante persone, alle strette nelle vesti di lavoratori dipendenti. A tal fine, conveniente è rilevare un'attività commerciale già in auge. Tuttavia, quando all'interno di un'attività si procede al cambio...
Aziende e Imprese

Come cessare un attività

La cessione di una attività può essere causata da svariati fattori: perché non c'è lavoro sufficiente per riprendere le spese di gestione, perché non si desidera più fare un determinato lavoro o perché, nonostante l'impegno nel mantenere sempre...
Aziende e Imprese

Come gestire un'attività commerciale

Con l'avanzare della crisi economica, riuscire a gestire in modo fruttifero un attività commerciale risulta essere sempre più difficile. Ma se da un lato i livelli di disoccupazione continuano a lievitare, dall'altro sono sempre più il numero delle...
Aziende e Imprese

Come aprire un negozio in un Centro Commerciale

Aprire un negozio all'interno di un Centro Commerciale non è assolutamente semplice. Da centralizzato, il locale attira molta clientela e fattura di più. Ma al tempo stesso, richiede maggiori spese. In un Centro Commerciale vanno rispettate delle regole...
Aziende e Imprese

Come scrivere una lettera commerciale in tedesco

Affinché una lettera raggiunga il suo scopo principale, è necessario sapere come scriverla in modo corretto. Per ogni lingua presente sul pianeta, esistono delle regole di struttura diverse le une dalle altre. Di seguito, con pochi e semplici passaggi,...
Aziende e Imprese

Come aprire un'attività di riparazione elettrodomestici

Aprire un'attività commerciale rappresenta al giorno d'oggi una scelta sicuramente molto difficile da fare. Sono tanti infatti i rischi in cui ci si può imbattere, ma bisogna tenere conto anche dei vantaggi che questa decisione comporta. Tra le attività...
Aziende e Imprese

Come Aprire una posizione contributiva all'Inps

Se sei un titolare d'impresa devi sapere che è necessario aprire presso l'Inps, ovvero l'Istituto Nazionale di Previdenza Sociale, una posizione contributiva. In questo modo infatti potrai soddisfare qualsiasi obbligo previdenziale e assistenziale a...
Aziende e Imprese

Come redigere una lettera commerciale

A chi non è mai capitato nella vita di aver dovuto avere la necessità di doversi mettere in contatto con una determinata persona fisica o giuridica (un'azienda, un professionista, un Ente/Ufficio pubblico/privato): in questi casi, è necessario redigere...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.