Come cambiare il tasso del tuo mutuo

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Può succedere che molte volte il tasso del mutuo sia troppo oneroso per chi lo sta pagando e ci sia necessità di cambiarlo, specie in periodi come questo caratterizzati da crisi economica che ha colpito in particolare le famiglie. Proprio queste ultime a volte sono alle prese con dei mutui con dei tassi che sono troppo alti. In questa guida, passo dopo passo, darò tutte le indicazioni utili su come cambiare il tasso del mutuo.

24

Individuazione del debito residuo inerente al mutuo

Se si sta pagando mutuo e se ne vuole modificare il tasso, sarà necessario prima di tutto individuare l'importo del debito residuo che resta da pagare. Calcolare quest'ultimo è veramente molto semplice, visto e considerato che sarà sufficiente ricavare la differenza fra l'importo chiesto in prestito alla banca e quello che è stato già restituito. Tenere quindi in considerazione l'importo dell'ultima rata del mutuo versata e poi il Tasso annuo effettivo globale, meglio noto come Taeg. Infine, verificare quanti anni mancano ancora all'estinzione del mutuo in questione.

34

Effettuazione di simulazioni di offerte di mutui di surroga

A questo punto, non si dovrà fare altro che effettuare alcune simulazioni di offerte di mutui di surroga, che solitamente sono proposti da altre banche. Quando si parla di surroga, è il caso in cui il debitore può trasferire senza nessun tipo di onere l'ipoteca iscritta a garanzia di un mutuo precedente in nuovo contratto di mutuo concesso da una banca diversa. Per avere le idee più chiare, è consigliabile tenere in considerazione tutti quei tipo di mutuo che prevedano il tasso fisso, oppure il tasso variabile e variabile pagando una rata uguale tutti i mesi. Così facendo, si noterà sin da subito che a prescindere dall'opzione scelta, le nuove offerte saranno molto più convenienti rispetto alle rate del mutuo che si stanno pagando al momento.

Continua la lettura
44

Rinegoziazione del mutuo presso la propria banca

Una volta individuato l'importo inerente alla rata più vantaggiosa, ci si dovrà recare presso la propria banca per effettuare un tentativo di rinegoziazione, tenendo presente il fatto che sarà possibile modificare sia il tasso che la durata del mutuo, dovendo però mantenere l'importo invariato. All'addetto allo sportello della banca si dovrà dunque formalizzare le richiesta della rinegoziazione del tasso del mutuo che si sta pagando al momento. La banca avrà semplicemente la facoltà di accettare questa richiesta, che però id fatto non costituisce un obbligo. Nella maggior parte dei casi comunque, le banche, pur di mantenere i propri clienti, accettano di abbassare i tassi dei mutui.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Case e Mutui

Come sostituire un mutuo

Il mutuo costituisce un ottimo sistema per poter acquistare beni immobili che avendo un valore elevato, in rapporto al contante che si ha a disposizione, ci consentono, nel tempo, di rateizzare l'acquisto. Nella scelta di un mutuo, saranno presi in considerazione...
Case e Mutui

5 cose da sapere sul mutuo a tasso fisso

Quando si richiede un mutuo, oltre a negoziare con la banca, per un cliente è importante sapere o ancora meglio farsi spiegare prima o durante la concessione del mutuo cosa sia un mutuo a tasso fisso o a tasso variabile. Per chiarirvi le idee in merito...
Case e Mutui

Rinegoziazione e surroga del mutuo: le differenze

Quando si deve affrontare una grande spesa come quella necessaria per l'acquisto si un immobile si ricorre spesso ai prestiti bancari e quindi all'accensione di un mutuo. Nel momento in cui si stipula un accordo con la banca naturalmente si chiariscono...
Case e Mutui

Mutui: 5 buone ragioni per scegliere il tasso variabile

Nel momento in cui è necessario stipulare un contratto di mutuo, molte persone si chiedono quale sia l'opzione maggiormente conveniente in tema di tasso d'interesse, ovvero se conviene scegliere il tasso variabile o al contrario quello fisso. Come vedremo...
Case e Mutui

Distinzioni tra rinegoziazione e surroga del mutuo

In tempi di crisi, come quelli che sta attualmente attraversando il nostro Paese, anche i sogni nel cassetto sono stati notevolmente ridimensionati: per molti italiani, infatti, il desiderio maggiore è riuscire ad ottenere un mutuo per comprare casa...
Case e Mutui

10 consigli per la scelta del mutuo

La sottoscrizione di un mutuo per l'acquisto di un immobile, rappresenta un impegno importante da mantenere nell'arco di un relativamente lungo numero di anni. Quasi sempre si tratta di una scelta obbligata, in quanto gli importi necessari all'acquisto...
Case e Mutui

Come rinegoziare un mutuo

COME RINEGOZIARE UN MUTUOOgnuno vuole avere una casa e il miglior modo per comprarla è un mutuo, cioè l'operazione bancaria secondo cui la banca presta la somma necessaria per comprare la casa al cliente in modo che questi possa usufruire subito della...
Case e Mutui

Mutuo: pro e contro del tasso variabile

Quando ci troviamo a comprare casa, molte volte siamo costretti a ricorrere ad un prestito fornito in genere da una banca che prende il nome di mutuo. Il tasso che normalmente viene applicato ad un mutuo rappresenta un elemento molto importante da tenere...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.