Come calmare l'ansia da palcoscenico

Tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Quando ci si deve cimentare in una attività che richieda il suo svolgimento davanti ad un pubblico come potrebbe essere cantare, suonare o recitare, è del tutto normale che si instauri in noi l'ansia da palcoscenico. Iniziamo ad avere le mani sudate, le ginocchia deboli, le braccia pesanti e a nulla servono le solite frasi incoraggianti che continuiamo a ripetere nella nostra testa per rilassarci in po'. Superare la paura del palcoscenico può essere davvero un'impresa ardua, ma con un pizzico di determinazione si può superare qualsiasi cosa. In questa guida, infatti, con pochi e semplici passaggi, vi illustreremo come calmare l'ansia da palcoscenico. Vediamo quindi come procedere.

25

Considerare l'ansia un'alleata

Innanzitutto, come dicevamo in apertura di questa guida, è del tutto normale essere colti all'ultimo minuto dall'ansia da palcoscenico. Anche se può sembrare impossibile tutti gli artisti, anche i più grandi, ne sono affetti. È del tutto normale provare questi sentimenti, soprattutto se si tratta della prima volta che ci si esibisce davanti ad una platea numerosa. Troppe volte si è portati a pensare che l'ansia che si prova sia da combattere eliminandola, ma invece bisognerebbe pensare che il più delle volte è proprio lei a trasformarsi in una alleata, facendo in modo che le nostre prestazioni diventino davvero indimenticabili.

35

Svolgere esercizi di respirazione

L'ansia si può presentare sotto diversi aspetti come ad esempio sudorazione forte, palpitazioni accelerate, rigidità nei movimenti. Per combattere tutti questi sintomi, potrebbe essere sufficiente rassicurarsi, valutando il lavoro di preparazione da noi svolto in precedenza. Se a questo piccolo esame rispondiamo in maniera positiva, allora potremmo cominciare a fugare una parte delle nostre paure. Molte volte potrebbe anche essere necessario effettuare qualche facile esercizio di respirazione, magari facendoci aiutare da qualcuno del quale abbiamo la piena fiducia.

Continua la lettura
45

Mostrare al pubblico un meraviglioso sorriso

Una volta che facciamo la nostra apparizione sul palcoscenico la prima cosa da fare sarà sicuramente quella di cercare di fare colpo sul pubblico ed attirarlo dalla nostra parte. Per fare questo la tattica migliore è quella di entrare e mostrarci al nostro pubblico con un bellissimo sorriso, e magari successivamente scambiare due parole non sarebbe del tutto sbagliato. Seguendo questi pochi e semplici consigli, riuscirete facilmente a superare la vostra ansia da palcoscenico e a mettere in atto un fantastico spettacolo.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lavoro e Carriera

Come sostenere l'ansia da disoccupazione

Con la crisi, molti posti di lavoro sono andati perduti; una situazione che ha coinvolto a vari livelli più fasce d'età con diversi titoli di studio. Si passa dal brillantissimo neo laureato che ha conseguito il titolo regolare con il massimo dei voti,...
Lavoro e Carriera

Come iniziare bene in un nuovo posto di lavoro

Se vi apprestate ad iniziare un nuovo lavoro ed intendete evitare di partire male e nel contempo incorrere in un periodo di stress dettato magari da ansia eccessiva, potete adottare una sorta di self control che sappia farvi superare facilmente il problema....
Lavoro e Carriera

Come trovare lavoro in una compagnia teatrale

Lavorare in una compagnia teatrale è sicuramente il sogno di tutti i giovani attori; è in teatro che nasce e cresce il vero attore. Quest'ultimo sa che salire sul palcoscenico è qualcosa di diverso che recitare in un film. Vengono messe in gioco battute...
Lavoro e Carriera

10 cose da sapere sul burnout da lavoro

La sindrome del Burnout è causata da stress lavorativo e tutti i problemi che esso comporta. Questa malattia porta problemi di salute come il deterioramento cardiovascolare, ansia, insonnia, palpitazioni e molti altri ancora. In questa guida vi elenco...
Lavoro e Carriera

Come iniziare a lavorare come fotografo

La fotografia non è soltanto un'arte o un hobby: per i più fortunati diventa un mestiere entusiasmante, che permette di girare il mondo, fare conoscenza con tante persone ed esprimere se stessi e la propria creatività. Nella seguente guida, passo dopo...
Lavoro e Carriera

Come diventare consulente artistico

Tra le varie attività lavorative da intraprendere ce ne sono alcune molto particolari, come ad esempio quelle legate al settore artistico. Infatti, è possibile diventare consulente ed occuparsi di tutto ciò che riguarda prodotti di una casa editrice...
Lavoro e Carriera

Come affrontare il capo senza avere paura

Quante volte vi è capitato di voler comunicare qualcosa al vostro capo per poi tenervi tutto dentro e lasciar correre? Questo, però, è un atteggiamento che non fa affatto bene a voi stessi: in primo luogo perché continuerete a rimuginare per ore e...
Lavoro e Carriera

Come difendersi dal recupero crediti

Generalmente per il recupero crediti l'azienda titolare del credito dapprima avvia una prima fase di sollecito, attraverso il proprio ufficio legale interno e, se dopo questa prima fase di sollecito, rimane insoluto, le pratiche passano ad un'agenzia...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.