Come calcolare un piano di ammortamento alla francese

Tramite: O2O 29/12/2016
Difficoltà: difficile
17

Introduzione

L'ammortamento alla francese prevede che le rate siano posticipate e che la somma ricevuta dal debitore all'inizio (t=0) sia il valore attuale di una rendita a rate costanti. Ciascuna rata è complessiva di parte del capitale (quota capitale) e i relativi interessi (quota interessi) calcolati sul capitale residuo non ancora restituito (debito residuo). Tale metodo è alternativo ai metodi di calcolo con rata anticipata e ai metodi "italiano" e "tedesco" a quota capitale costante e rata variabile. La semplicità concettuale e pratica di un rimborso tramite rate tutte uguali (salvo variazioni di tasso), ha determinato il grande successo del metodo di ammortamento alla francese a rata costante. Che si tratti di mutui, prestiti o leasing, quasi ogni finanziamento rateale viene proposto con l'ammortamento francese. Volete quindi capirne di più? Niente paura, questa guida fa certamente al caso vostro! Infatti, con pochi e semplici passaggi, vi spiegherò nella maniera più chiara e comprensibile possibile come calcolare un piano di ammortamento alla francese.

27

Occorrente

  • Calcolatrice
  • Programma Excel
  • Estremi del piano di finanziamento
37

Proviamo adesso ad applicare i concetti teorici, costruendo il piano di ammortamento di un mutuo di 50.000 euro, al 6% fisso da rimborsare con 10 rate semestrali di 5.861,53 euro. Iniziate calcolando la quota di interessi maturata alla scadenza della prima rata. Trattandosi di una rata semestrale, bisognerà moltiplicare il debito del periodo (50.000 euro) per il tasso del periodo. La quota interessi ammonterà perciò a 50.000 x 3% = 1.500.

47

Ricavate la quota capitale, attraverso la differenza tra rata e quota interessi. Una semplice sottrazione permetterà di ottenere la quota capitale: 5.861,53 (rata) - 1.500 (quota di interessi calcolata nel passo 1) = 4.361,53 .

Continua la lettura
57

Quantificate il capitale residuo dopo il pagamento della rata. Esso si ricava sottraendo dall'ultimo debito residuo del piano (in questo caso quello originario) la quota capitale calcolata nel passo 2, così 50.000 (debito) - 4.361,53 = 45.638,47. Il procedimento di calcolo della seconda riga sarà lo stesso. La quota interessi scenderà perché verrà calcolata sul nuovo debito residuo di 45.638,47. Applicandovi il tasso semestrale del 3%, gli interessi ammonteranno a 1.369,15.

67

La quota capitale crescerà di conseguenza e sarà pari a 5.861,53 (rata) - 1.369,15 (quota interessi) = 4.492,37. Quindi il debito residuo si ridurrà maggiormente con il pagamento della rata, in questo modo 45.638,47 (ultimo debito residuo) - 4.492,37 (quota capitale) = 41.146,10. Anche la seconda riga sarà così completata. Applicando la procedura per le altre otto rate il piano di completerà, come indica l'azzeramento del debito alla decima scadenza.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Case e Mutui

Differenze tra mutuo con ammortamento alla francese e mutuo con ammortamento all'italiana

Acquistare una casa al giorno d'oggi non è molto facile, anche se risulta essere un investimento tanto utile quanto consigliato. Ad occuparsi di quest'ultimo ci sono le banche ed ognuna di essere ha diversi piani di ammortamento, che possono essere alla...
Case e Mutui

Come Calcolare la quota capitale di una periodicità in un piano di ammortamento a Rata Costante

L'acquisto di una casa rappresenta per ogni famiglia l'investimento più importante di un'intera vita; per questo motivo, prima di fare questo importantissimo passo è necessario fare una serie di valutazioni affinché non ci si possa pentire di quanto...
Case e Mutui

Come fare un piano di ammortamento

Abbiamo bisogno di fare uno specifico piano di ammortamento? Dobbiamo quindi realizzare un determinato programma estintivo di un debito o del capitale di credito? Sappiamo che eseguire un piano di ammortamento rappresenta un'azione semplice e veloce....
Case e Mutui

Come calcolare la quota di ammortamento

La "quota di ammortamento" è uno dei principali concetti da dover determinare nella gestione finanziaria di una società ed può assumere due significati differenti. In ambito bancario, si tratta solamente di un calcolo per stabilire l'ammontare della...
Case e Mutui

Come calcolare la quota capitale di un mutuo a tasso variabile

Quando si deve accedere ad un mutuo è importante prima conoscere l'ammontare della quota capitale, in modo da sapere quali sono gli importi da pagare in base al piano di ammortamento concordato con la banca erogatrice. Per ogni singola rata che si paga,...
Case e Mutui

Come rimborsare la quota capitale del mutuo

Oggigiorno si ricorre sempre più spesso a stipulare un mutuo per realizzare i nostri sogni, come quello di comprare una casa. Naturalmente bisogna informarsi bene su tutte le indicazioni e le procedure da seguire. In particolare bisogna poi rimborsare...
Case e Mutui

Come calcolare la rata del mutuo a tasso fisso

Al giorno d'oggi è molto difficile ottenere un mutuo da una banca, soprattutto per i giovani. Questi, data la crisi che riguarda il mondo del lavoro, non sempre possiedono i requisiti richiesti. Una banca, infatti, concede il mutuo esclusivamente a chi...
Case e Mutui

Come calcolare la rata del mutuo a tasso variabile

Voglia di comprare casa? Se il tuo sogno è proprio questo, ecco una guida che fa per te. Leggendola scoprirai come calcolare la rata del mutuo a tasso variabile. Chi vuole acquistare un immobile, infatti, ha sempre un quesito da risolvere. È meglio...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.