Come calcolare le imposte sui rendimenti delle polizze vita stipulate entro il 2000

Tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

In questa guida, come da titolo, cercheremo di spiegare come, nella maniera più esaustiva, calcolare le imposte sui rendimenti delle polizze vita.
Il calcolo di tale imposta è sottoposto a diverse normative, infatti, esso varia in base al momento in cui sono state stipulate.
Come riferimento prenderemo le polizze stipulate entro l'anno 2000.

27

Nel caso in cui la nostra polizza sia stata stipulata entro il 31 dicembre del 2000, potremo considerarla parte della cosiddetta "vecchia fiscalità".
Dal 1 gennaio 2012, infatti, è entrata in vigore una nuova normativa valida per tutte le polizze sulla vita, eccetto per quelli previdenziali.

37

Al fine di eseguire correttamente il nostro calcolo, sarà, quindi, fondamentale conoscere il controvalore del contratto al 31 dicembre 2011.
Tale valore sarà ricavato dagli estratti conto inviati periodicamente dalla compagnia assicurativa stessa.
Una volta ottenuto ciò, bisognerà calcolare la differenza tra il valore appena ricevuto e i premi pagati fino a tutto l'anno 2011, così in questo modo potremo quantificare il rendimento della polizza.

Continua la lettura
47

Per scorporare l'imponibile, sarà necessario ridurre l'importo del rendimento in funzione degli anni del contratto, definiti "antidurata".
Nello specifico, la normativa stabilisce che l'imponibile venga determinato riducendo il rendimento del 2% per il numero di anni del contratto, superanti il decimo.
Quindi, di conseguenza, bisognerà sottrarre dieci anni all'antidurata e poi ricavarne la parte intera. Nel passo seguente vi verrà illustrato un esempio per compiere questo calcolo.

57

Se la polizza viene liquidata dopo 14 anni e 4 mesi, ossia ha 14,5 anni di vita, dovremo eseguire la seguente operazione: 14,5 - 10 = 4,5.
A questo punto prenderemo in considerazione solo il numero intero: 4.
Moltiplicheremo 4 x 2% = 8%.
Adesso dovremo considerare il rendimento, che, per esempio, potrebbe essere pari a 1000 Euro. Moltiplicheremo tale valore per 100%, meno 8%, ossia 92%.
Otterremo 920 Euro e questo sarà l'imponibile del contratto.
Tale imponibile dovrà essere moltiplicato per l'aliquota del 12,5%.
Nell'esempio appena descritto, otterremo, quindi, un'imposta pari a 115 Euro.

67

L'ultimo passo da eseguire, infine, sarà il calcolo del rendimento maturato nel 2012.
Qiundi effettueremo la differenza tra il valore della liquidazione e il controvalore al 31/12/2011 e sottrarremo i premi pagati nel corso del 2012.
Tale imposta (su cui applicheremo un'aliquota del 20%) dovrà essere sommata a quella di "vecchia fiscalità" per determinare l'imposta totale da pagare, così se in uno dei due periodi fiscali, la polizza avesse prodotto un rendimento negativo, l'altro periodo, se fosse positivo, potrebbe essere compensato senza nessun problema.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Previdenza e Pensioni

Come calcolare il valore di riscatto di una polizza vita a premi periodici

Le polizze vita sono polizze stipulate dal cliente con l'agenzia assicuratrice e garantiscono ingenti somme di denaro in caso di morte o invalidità, permanente o non. Queste polizze presentano una scadenza, e solo le persone minori di una certa età...
Previdenza e Pensioni

Come si calcola il costo medio annuo delle polizze vita

Il calcolo del costo medio annuo delle polizze vite rappresenta una voce molto importante sull'intero budget economico familiare. Le spese che una famiglia deve sostenere, all'interno di un anno, sono tante. Naturalmente per non avere delle brutte sorprese...
Previdenza e Pensioni

Come si calcola la rivalutazione delle polizze vita

Le polizze vita sono dei contratti stipulati tra privati e compagnie assicurative.Nel momento in cui dovesse accadere qualcosa al contraente, la compagnia dovrà liquidare il beneficiario con una somma di denaro oppure sotto forma di una rendita.Il...
Previdenza e Pensioni

Come si calcolano le provvigioni delle polizze sulla vita

Chi vuole intraprendere l'attività di agente assicurativo deve sapere che in genere questa figura professionale non percepisce un reddito fisso mensile come un impiegato, il reddito percepito dell'agente assicurativo è costituito dai compensi, che percepirà...
Previdenza e Pensioni

Come calcolare il valore di riscatto di una polizza vita a premio unico

In questo semplice ed esauriente articolo andremo a parlare del valore di riscatto di una polizza assicurativa sulla vita. Occorre, innanzitutto, partire dal presupposto che è necessario conoscere che il suddetto valore consiste nell'importo che viene...
Previdenza e Pensioni

Come calcolare la propria pensione

La legge Fornero ha dato vita alla riforma del sistema pensionistico cambiando i criteri in base ai quali prima si calcolava l' importo della propria pensione. Dal 1° gennaio 2012 per calcolare la pensione bisogna basarsi sul sistema contributivo, cioè...
Previdenza e Pensioni

Come controllare se la propria polizza vita è gestita correttamente

Chi decide di sottoscrivere una polizza sulla vita, ha bisogno in qualche modo di verificare che questa venga gestita nel modo più corretto dalla compagnia che offre questo servizio. L'accertamento dello stato della propria polizza, può essere effettuato...
Previdenza e Pensioni

Come vengono tassate le liquidazioni dei fondi pensione

La pensione è una obbligazione che consiste in una rendita[1] vitalizia o temporanea corrisposta ad una persona fisica in base ad un rapporto giuridico con l'ente o la società che è obbligata a corrisponderla per la tutela del rischio di longevità...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.