Come calcolare la rata del mutuo in base allo stipendio

Tramite: O2O 23/03/2017
Difficoltà: media
15

Introduzione

Hai deciso di acquistare casa ma ti spaventa l'idea di un mutuo troppo elevato? Hai alcuni dubbi sui parametri utilizzati dalle banche per calcolare tale rata, in base al tuo stipendio? In questo articolo troverai tutte le informazioni necessarie, non solo per fare un preventivo, ma anche su come ottenere un mutuo rateizzato nel modo migliore.

25

Autoanalisi e responsabilizzazione

Per prima cosa, devi accertarti (per quanto possibile) di essere in grado di ripagare il prestito. Considera quindi le entrate complessive del tuo nucleo famigliare; quindi la tua tipologia di contratto, le eventuali possibilità di crescita professionale e - perché no? - anche la qualità delle relazioni che intrattieni con colleghi e superiori. La conclusione a cui devi giungere è che il lavoro che svolgi è e sarà in grado di soddisfare i requisiti della banca.
Se al contrario non hai la certezza di un reddito costante e sufficiente (sempre secondo i parametri della banca), le possibilità di ottenere un mutuo si riducono. Non tutto però è perduto. Spesso - nel caso appunto di un lavoro precario o comunque a tempo determinato - ti verrà richiesta la firma di un garante: non ti preoccupare, è una garanzia per chi eroga il prestito, inoltre se scegli con cura questa persona la decisione diverrà una maggiore sicurezza anche per te. In ultima analisi, prima di calcolare un'ipotetica rata del mutuo, vale la pena fare un calcolo delle spese medie mensili, tenendo conto soprattutto di eventuali debiti in corso. Questi ultimi, sia che si tratti di prestiti personali o altri mutui, incidono sulla decisione della banca.

35

Come calcolare la rata del mutuo

In linea generale, vale la regola per cui la rata del mutuo non deve superare il 33% delle entrate nette mensili. Tuttavia ci sono delle differenze, riassumibili in due casi limite: 1) se il richiedente guadagna una cifra elevata (p. Es. 7000? netti al mese), la rata del mutuo potrà essere anche superiore all'1/3 appena citato; 2) al contrario, un reddito più basso (p. Es. 1500? netti al mese) difficilmente si discosterà da quel parametro.
Approfondiamo quindi l'argomento. Le banche utilizzano la seguente formula di base per calcolare la rata del mutuo in base allo stipendio:
Rmax = (R - Q) / (3 f)
dove Rmax è il limite massimo che la banca concede; R il reddito netto annuale del richiedente (o dei richiedenti); Q i debiti in corso; f il numero di rate annuali che si intende sostenere.
Detto questo, è possibile calcolare da sé la propria rata massima, confrontando il risultato con quello di altri sistemi di calcolo presenti in rete (sebbene i parametri siano quasi sempre gli stessi). Dunque è importante tenere conto: 1) del proprio reddito netto annuale (ed il numero di mensilità in un anno); 2) dei parametri della banca per determinare la percentuale destinata alla rata, prendendo in considerazioni eventuali offerte di mutuo a tasso variabile o inferiore al 33% della media.

Continua la lettura
45

Annotazioni importanti

Per un'autoanalisi preventiva, sarebbe più corretto non solo considerare il proprio reddito netto mensile, ma sottrarre da questa cifra tutte le spese consuete (bollette, spesa per generi alimentari, per esigenze famigliari o cure mediche non coperte, etc.). Le banche calcolano sempre questo reddito residuo, ognuna secondo i propri parametri, in modo tale da avere una certa garanzia che il richiedente non diverrà insolvente. Nel caso di un reddito mediamente basso o non costante è preferibile considerare la cointestazione del mutuo o la nomina di un garante: questo alzerà la rata di un mutuo altrimenti troppo basso, aumentando le possibilità che la banca accetti il prestito.

55

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Il mercato immobiliare è in continuo movimento, con i prezzi per metro quadrato che variano costantemente anche a distanza di pochi kilometri. Non è quindi di secondaria importanza riuscire a cogliere il momento opportuno per acquistare casa. Allo stesso modo, si può pensare di vendere o affittare una proprietà, sfruttando così questa entrata per negoziare al meglio il proprio mutuo.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Case e Mutui

Come calcolare la rata del mutuo a tasso variabile

Voglia di comprare casa? Se il tuo sogno è proprio questo, ecco una guida che fa per te. Leggendola scoprirai come calcolare la rata del mutuo a tasso variabile. Chi vuole acquistare un immobile, infatti, ha sempre un quesito da risolvere. È meglio...
Case e Mutui

Come ridurre la rata di un mutuo

Spesso si ricorre ad attivare un mutuo presso una banca oppure presso un'agenzia di prestiti per fare acquisti soprattutto onerosi che altrimenti non si riuscirebbero a pagare. Viene di solito concesso, un finanziamento con restituzione periodica delle...
Case e Mutui

Come abbassare la rata del mutuo

Dato il particolare periodo di crisi economica in cui viviamo, per molte famiglie è necessario ricorrere ad un finanziamento bancario ogni qualvolta sia necessario affrontare un acquisto particolarmente oneroso. Per la maggior parte delle volte, quello...
Case e Mutui

Come Calcolare la quota capitale di una periodicità in un piano di ammortamento a Rata Costante

L'acquisto di una casa rappresenta per ogni famiglia l'investimento più importante di un'intera vita; per questo motivo, prima di fare questo importantissimo passo è necessario fare una serie di valutazioni affinché non ci si possa pentire di quanto...
Case e Mutui

Come calcolare la quota capitale di un mutuo a tasso variabile

Quando si deve accedere ad un mutuo è importante prima conoscere l'ammontare della quota capitale, in modo da sapere quali sono gli importi da pagare in base al piano di ammortamento concordato con la banca erogatrice. Per ogni singola rata che si paga,...
Case e Mutui

Come calcolare il tasso d'interesse di un mutuo

Uno dei fattori principali da considerare prima di chiedere l'erogazione di un mutuo è il tasso d'interesse: esso rappresenta l'importo aggiuntivo che il cliente deve versare alla banca. Il calcolo del tasso di interesse è influenzato molto dalle dimensioni...
Case e Mutui

Requisiti indispensabili per ottenere un mutuo

Il sogno di tutti gli italiani è avere una casa propria ma purtroppo non tutti hanno la possibilità economica di comprarla. Per questo le banche istituiscono dei prestiti di denaro ai richiedenti chiamati ''mutuo''. Chi richiede un mutuo deve dimostrare...
Case e Mutui

Come estinguere parzialmente un mutuo

L'acquisto di una casa è sicuramente un passo molto importante e gratificante. Tale decisione però non è priva di impegni e responsabilità economiche, infatti il continuo aumento della crisi, porta spesso le famiglie ad avvalersi di un mutuo che gli...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.