Come calcolare la propria pensione

Tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

La legge Fornero ha dato vita alla riforma del sistema pensionistico cambiando i criteri in base ai quali prima si calcolava l' importo della propria pensione. Dal 1° gennaio 2012 per calcolare la pensione bisogna basarsi sul sistema contributivo, cioè sui contributi versati durante tutta la vita lavorativa. Ecco una guida su come calcolare la propria pensione.

25

I requisiti

Se si hanno questi requisiti si può calcolare la pensione spettante in base a 2 variabili principali: il cosiddetto montante contributivo, che è il capitale cumulativo di tutta la vita lavorativa, moltiplicato per il coefficiente di trasformazione, che si riferisce all'età del lavoratore al momento in cui decorrerà il trattamento pensionistico, o la data della morte nel caso si tratti di una indennità pensionistica indiretta. L'importo che risulterà dovrà essere diviso per 13 (le mensilità della pensione) e si otterrà la rata mensile + la tredicesima a dicembre di ogni anno. Il montante contributivo viene rivalutato dall'Inps ogni anno e reso pubblico nella sezione Circolari e Messaggi del sito. Il calcolo del montante contributivo si basa sull'aliquota (diversa per lavoratori dipendenti, autonomi o parasubordinati), in base al reddito annuo e alla somma dei contributi versati annualmente. Il calcolo non è facile, ed è sempre utile farsi assistere da un Centro di Assistenza Fiscale o da consulente pensionistico.

35

Le categorie

In base quindi a questa nuova legge si sono venute a creare tre categorie a cui fare riferimento con una data spartiacque che è quella del 31 dicembre 1995. Entro tale data, chi ha maturato almeno 18 anni di contributi avrà calcolato l' intero trattamento pensionistico in base al vecchio metodo di calcolo, e cioè quello retributivo Il calcolo retributivo era basato sulla media degli importi delle buste paga del lavoratore percepite negli anni conclusivi dell'attività lavorativa.

Continua la lettura
45

In conclusione

Per chi invece alla data del 31 dicembre 1995 non aveva ancora versato 18 anni di contributi si applica il sistema retributivo fino al 31/12/1995 e per gli anni di lavoro seguenti si applicata il sistema contributivo. Per quelli che hanno iniziato l' attività lavorativa dopo il 31 dicembre 1995 verrà applicata per tutta l' indennità pensionistica il sistema contributivo. Per le donne lavoratrici dipendenti è necessario aver compiuto 63 anni all' 1/1/2014, 65 anni all'1/1/2016, 66 anni all' 1/1/2018. Per le lavoratrici autonome si fa lo stesso calcolo: si parte dai 64 anni e 6 mesi dall'1/1/2014 e si aggiunge un anno come per le lavoratrici dipendenti. I contributi devono essere stati versati per un minimo di 20 anni. Per la pensione anticipata bisogna avere un'anzianità contributiva di 42 anni e 5 mesi per gli uomini, un anno in meno per le donne.

55

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Esistono anche dei calcolatori della pensione on line, ma è sempre meglio chiedere consiglio a un consulente fiscale
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Previdenza e Pensioni

Come calcolare la pensione Inps online

La pensione è il sussidio che viene erogato dall'INPS a tutti coloro che sono in possesso dei giusti requisiti. Al giorno d'oggi in Italia ci sono due tipi di pensione: la pensione di vecchiaia e la pensione anticipata. Per accedere alla pensione di...
Previdenza e Pensioni

Come calcolare la pensione col sistema misto

Tutti sappiamo purtroppo che, negli ultimi anni, stiamo attraversando un periodo economico di grande difficoltà e caos che non riesce a mettere chiarezza nei tempi di pensionamento delle persone che hanno già raggiunto o che stanno già raggiungendo...
Previdenza e Pensioni

Come calcolare il netto dal lordo della pensione

La pensione subirà, nel corso del 2014, diversi adeguamenti, anche se ciò non sarà applicabile su tutte le pensioni ma solo su quelle che presentano determinati requisiti. La rivalutazione delle pensioni sarà nell'ordine di circa l'1,2 per cento e...
Previdenza e Pensioni

Come calcolare la pensione minima

Come tutti sappiamo ogni lavoratore che, nell'arco della sua attività lavorativa, ha versato i dovuti contributi, ha diritto alla pensione. Si tratta di una somma mensile, erogata direttamente dall'INPS. Va a sostituirsi alla retribuzione lavorativa...
Previdenza e Pensioni

Come calcolare la futura pensione

Con il passare degli anni, le riforme riguardante le pensioni sono sempre più caratterizzate da una vera e propria complessità. In questo campo si sono sentite numerose novità che si sono susseguite anno dopo anno in base alle varie riforme esistite...
Previdenza e Pensioni

Come calcolare le trattenute sulla pensione

Quando si parla di pensione di anzianità, bisogna effettuare un calcolo periodico delle trattenute. Questo tipo di procedura si svolge in due casi. Il primo riguarda il superamento dei 7500 € annui per età fino ai 75 anni. Nel secondo caso, invece,...
Previdenza e Pensioni

Come calcolare la pensione di reversibilità

La reversibilità è una prestazione previdenziale, che spetta ai familiari della persona che durante la vita era già titolare di pensione. Quest'ultima potrà essere richiesta se il deceduto prendeva già una pensione di disabilità o anzianità se...
Previdenza e Pensioni

Come calcolare la pensione di un avvocato

Una delle professioni storicamente più rinomate e remunerative è sempre stata quella dell'avvocato. Tuttavia, c'è da dire che nell'ultimo periodo riuscire ad accedere all'interno di questo mondo è diventato piuttosto complesso. C'è un percorso di...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.