Come calcolare la percentuale di profitto quando si vende un titolo

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Esistono numerosi tipi di titoli diversi tra loro, ovvero titoli di debito come le obbligazioni ed i certificati di investimento ed i titoli di capitale come le azioni. I primi attribuiscono al possessore la qualifica di creditore della società emittente mentre, i secondi, conferiscono la posizione di comproprietario di una società per azioni, di una in accomandita semplice, di una cooperativa e di quant'altro. Ognuno di questi titoli ha delle modalità di contrattazione differenti e viene trattato su mercati diversi. Ecco come calcolare la percentuale di profitto quando si vende un titolo.

24

Per prima cosa supponiamo di aver comprato il titolo in questione, infatti, nel caso di azioni, potrebbe trattarsi di un titolo di una società da noi fondata. In questo secondo caso il procedimento di calcolo sarebbe molto più complesso dovendo tenere conto dei costi da noi sostenuti per l'avvio lo sviluppo dell'attività ecc. Consideriamo, per questo, l'ipotesi di un titolo che abbiamo acquisito in un determinato momento e che desideriamo ora rivendere sul mercato. Ricordiamo intanto, che il guadagno derivante da un titolo può essere di due tipi ossia il profitto conseguito dalla vendita tiene conto unicamente del prezzo di vendita del titolo. Il profitto complessivo del titolo che prende in considerazione gli eventuali "Frutti" conseguiti dal suo possesso, si pensi alle cedole per le obbligazioni, ai dividendi per le azioni ecc.

34

Prendiamo in considerazione il guadagno derivante dalla vendita e vediamo ora come calcolare la percentuale di profitto. Il procedimento è quello per il calcolo del rendimento in generale. Si rapporta quindi la differenza tra Prezzo di Vendita (PV) e quello di Acquisto (PA) al Prezzo di Acquisto del Titolo espresso al valore nominale di 100. Pertanto avremo: Profitto = (PV - PA) / PA V. N. Vediamo un esempio pratico. Ipotizziamo di comprare un'azione a € 100 e di rivenderla dopo un mese a € 105. In questo caso la percentuale di profitto sarà data da (€ 105 - € 100) / € 100. Sarà quindi pari a € 5/ € 100 ovvero al 5%.

Continua la lettura
44

Bisogna infine ricordare, che questi profitti sono sempre tassati. Le aliquote possono essere diverse a seconda della tipologia di titolo. Dobbiamo sapere che dal 2014, i titoli obbligazionari, sia che abbiano una scadenza inferiore che superiore ai 18 mesi, sono assoggettati ad un'imposta sostitutiva pari al 20% sia che lo strumento finanziario appartenga ad una persona fisica che ad imprenditore individuali o ad enti non commerciali con obbligo di includere i proventi derivanti dal titolo nella dichiarazione dei redditi.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Aziende e Imprese

Come usare i flussi di cassa efficacemente

I flussi di cassa, che sono più comunemente conosciuti con il termine inglese cash Flow, rappresentano i movimenti di denaro sia in entrata che in uscita all'interno di una qualunque attività commerciale. Tramite il conteggio di tali flussi è possibile...
Lavoro e Carriera

Come trarre profitto dalla disoccupazione

L'Italia, come altri Paesi europei, sta attraversando un periodo di crisi economica che ha, tra le conseguenze più drammatiche, un elevato tasso di disoccupazione. Moltissime persone sono quindi prive di lavoro, e questo spesso significa non solo la...
Finanza Personale

10 consigli per investire bene

Investire i propri risparmi potrebbe essere un valido espediente di guadagno. L’unica accortezza consiste nell’agire bene e gestire oculatamente i propri investimenti. Per evitare errori ed ottenere dei risultati concreti, è necessario seguire delle...
Case e Mutui

5 consigli per vendere casa con maggior profitto

Vendere la propria casa a volte può essere un'operazione abbastanza difficile, soprattutto in momenti di crisi come quelli attuali. Il mercato immobiliare attualmente è veramente saturo di offerte. Ma come si può rendere più appetibile l'immobile...
Finanza Personale

Come calcolare il guadagno o la perdita derivante dalla vendita di un'opzione call

Le "opzioni call" rappresentano una particolare tipologia di strumento derivato e la perdita oppure il profitto derivante dalla loro cessione si può calcolare abbastanza agevolmente. Nella seguente semplice e rapida guida che vi andrò ad enunciare immediatamente...
Aziende e Imprese

Come determinare lo stato di avanzamento con il Metodo delle ore lavorate

Una metodologia utilizzata nella determinazione dello stato di avanzamento di una commessa, è il cosiddetto metodo delle ore lavorate. Con riferimento al metodo in argomento, nella presente guida vengono forniti le basi teoriche nonché uno schema pratico...
Finanza Personale

Come Calcolare Lo Sharpe Ratio

Non sono in poche le persone che si appassionano della Borsa e delle regole del mercato internazionale, tentando la fortuna investendo capitali in azioni o fondi di ogni genere. Ma non tutti sono cosi' fortunati, in parte perché non sono a conoscenza...
Aziende e Imprese

Come funziona un gruppo di acquisto solidale

Se un gruppo di consumatori decide di comprare un prodotto le quantità crescono e di conseguenza il potere di acquisto aumenta. In questo modo si ha la possibilità di pagare un prezzo inferiore e di poter usufruire di conseguenza di un risparmio economico...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.