Come calcolare la pensione di reversibilità

Tramite: O2O 01/09/2017
Difficoltà: media
15

Introduzione

La reversibilità è una prestazione previdenziale, che spetta ai familiari della persona che durante la vita era già titolare di pensione. Quest'ultima potrà essere richiesta se il deceduto prendeva già una pensione di disabilità o anzianità se al momento della morte, aveva versato 15 anni di contributi minimi. In questo tutorial di oggi vi vogliamo spiegare nella maniera più semplice possibile, come calcolare la pensione di reversibilità.

25

La procedura dei contributi

Dovrete sapere prima di tutto, che nel caso dove la persona deceduta non ha maturato i contributi facendo ottenere ai parenti la pensione di reversibilità, i familiari aventi diritto, dovranno ricevere un'indennità una tantum, (in genere quattro volte all'anno). Essa dovrà essere calcolata in base all'assegno sociale mensile moltiplicandolo per gli anni dove il defunto ha maturato i contributi propri, sempre che rientri nei cinque anni prima la data del decesso.

35

Le ripartizioni e la documentazione occorrente

Per ottenere la pensione di reversibilità occorre compilare la domanda. Vi dovrete recare presso un ufficio INPS a cui apparterrete, o anche un Patronato, ma la potrete anche mandare online mediante il sito INPS. In base alla Legge numero 355/95, le quote di previdenza che spetteranno, saranno in questo modo ripartite: al coniuge il 60%, coniuge e un figlio o due figli l'80%, soltanto un figlio o nipote il 70%, coniuge con due o più figli il 100%. La pensione di reversibilità è soggetta quindi a riduzioni del 25% se il beneficiario prende altri redditi, che sono superiore a tre volte il trattamento minimo annuo del fondo pensionistico, riservato ai lavoratori dipendenti. La documentazione che dovrete allegare alla domanda sarà la seguente: stato di famiglia alla data della morte, il certificato di morte, la dichiarazione dei redditi e modalità con cui ricevere il pagamento, cioè posta o banca. Se la domanda verrà presentata dal coniuge divorziato oppure separato, dovrà essere allegata la sentenza di separazione o quella di divorzio. Se viene invece presentata dai figli che ancora frequentano la scuola, occorrerà anche presentare l'attestato di frequenza.

Continua la lettura
45

A chi spetta la pensione di reversibilità

La pensione di reversibilità spetta al coniuge anche se separato consensualmente, siccome gli sia stato riconosciuto l'assegno o divorziato, di mantenimento, e non risposato e titolare dell'assegno alimentare versatogli dall'ex coniuge. La pensione di reversibilità, inoltre, in certi casi spetta anche ai figli, se sono minorenni e se non lavorano, oppure se sono inabili a questa funzione. Ai figli nati dopo la morte del genitore (entro 35 giorni), inoltre spetta la pensione di reversibilità, però con delle aliquote ben definite determinate dall'ente previdenziale.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Previdenza e Pensioni

Come richiedere la pensione di reversibilità

La pensione di reversibilità consiste nell'erogazione, da parte dell'istituto nazionale di previdenza sociale, di un assegno a favore dell'erede in caso del decesso di un soggetto assicurato o comunque pensionato. La normativa attualmente in vigore prevede...
Previdenza e Pensioni

Come calcolare la pensione Inps online

La pensione è il sussidio che viene erogato dall'INPS a tutti coloro che sono in possesso dei giusti requisiti. Al giorno d'oggi in Italia ci sono due tipi di pensione: la pensione di vecchiaia e la pensione anticipata. Per accedere alla pensione di...
Previdenza e Pensioni

Come calcolare la pensione di un artigiano

La pensione è un trattamento previdenziale, vita natural durante, che percepisce un soggetto di natura fisica. La pensione nasce e si sviluppa in relazione ad un legame giuridico. Quest'ultimo si fonda su un contratto tra la persona fisica ed un ente...
Previdenza e Pensioni

Come calcolare la pensione col sistema misto

Tutti sappiamo purtroppo che, negli ultimi anni, stiamo attraversando un periodo economico di grande difficoltà e caos che non riesce a mettere chiarezza nei tempi di pensionamento delle persone che hanno già raggiunto o che stanno già raggiungendo...
Previdenza e Pensioni

Come calcolare la propria pensione

La legge Fornero ha dato vita alla riforma del sistema pensionistico cambiando i criteri in base ai quali prima si calcolava l' importo della propria pensione. Dal 1° gennaio 2012 per calcolare la pensione bisogna basarsi sul sistema contributivo, cioè...
Previdenza e Pensioni

Come calcolare la pensione minima

Come tutti sappiamo ogni lavoratore che, nell'arco della sua attività lavorativa, ha versato i dovuti contributi, ha diritto alla pensione. Si tratta di una somma mensile, erogata direttamente dall'INPS. Va a sostituirsi alla retribuzione lavorativa...
Previdenza e Pensioni

Come calcolare il netto dal lordo della pensione

La pensione subirà, nel corso del 2014, diversi adeguamenti, anche se ciò non sarà applicabile su tutte le pensioni ma solo su quelle che presentano determinati requisiti. La rivalutazione delle pensioni sarà nell'ordine di circa l'1,2 per cento e...
Previdenza e Pensioni

Come calcolare le trattenute sulla pensione

Quando si parla di pensione di anzianità, bisogna effettuare un calcolo periodico delle trattenute. Questo tipo di procedura si svolge in due casi. Il primo riguarda il superamento dei 7500 € annui per età fino ai 75 anni. Nel secondo caso, invece,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.