Come calcolare la pensione 2012

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

La riforma pensionistica del 2012 è entrata in vigore il primo gennaio dello stesso anno e ha portato grandi innovazioni e modifiche nel campo pensionistico italiano. L'effetto principale di questa riforma si ha nel prolungamento del periodo lavorativo, sia per quanto riguarda gli uomini sia per le donne. Questo significherà andare in pensione con svariati anni in più rispetto all'attualità, sia per quanto riguarda la pensione contributiva che quella di anzianità. Inoltre sono state previste delle riduzioni nei compensi mensili spettanti al pensionato e altre piccole modifiche rendono questa riforma in parte negativa e non sempre benvoluta dai lavoratori, che in linea di massima si ritroveranno ad andare in pensione più vecchi e con meno denaro. Nei prossimi paragrafi andremo a vedere quali sono le principali novità legate a questa riforma. Questa guida parlerà infatti di come calcolare la pensione 2012.

26

Occorrente

  • conoscere la retribuzione lorda annuale per calcolare percentuali di accantonamento
  • calcolatore previdenziale
  • internet
36

Calcolo contributivo: i casi

Per coloro che sono andati in pensione prima del 31 dicembre 2011 verrà applicato il metodo retributivo che calcola la pensione in base alle ultime retribuzioni percepite, facendone una media. Dal 1° Gennaio 2012 occorrerà invece calcolare l'importo della pensione con un calcolo contributivo, il che significa verificare gli effettivi importi versati a fini pensionistici. È necessario invece utilizzare il metodo contributivo se l'iscrizione e i versamenti sono iniziati dal 1° gennaio 1996 in poi. Se al 31 dicembre 1995 il contribuente aveva meno di 18 anni di contribuzione versata, rientra nel sistema misto.

46

Percentuali di accantonamento

Con il sistema contributivo, bisogna calcolare l'importo accantonato a tal fine ogni anno. Un lavoratore autonomo accantona il 20% della retribuzione; un lavoratore a gestione separata accantonerà un importo che varia dal 17 al 27 %; un lavoratore dipendente accantonerà un 33% della retribuzione imponibile. La rivalutazione non vale però per l'anno in corso, bensì per il successivo. Per calcolare l'importo mensile della pensione con il sistema contributivo, occorre dividere l'importo annuo della pensione per 13, relativo alle dodici mensilità più tredicesima.

Continua la lettura
56

Condizioni per le donne

Dal 1° gennaio 2012 le donne lavoratrici autonome o con gestione separata potranno andare in pensione a 63 anni e 6 mesi; Quelle che lavorano nel settore pubblico aderenti a Fondi esclusivi, potranno andare in pensione a 66 anni, così come gli uomini che lavorano nel settore pubblico o privato. Per chi avesse ancora hai dei dubbi su importi ed età pensionabile, sul web si possono trovare degli utilissimi calcolatori, tra cui quello del Sole 24 Ore. Basterà inserire la data di nascita, il numero di anni di contributi versati, il reddito e l'inquadramento; cliccando in seguito su "calcola" apparirà l'importo della pensione e l'età pensionabile, abbastanza attendibile caso per caso, ovviamente nel caso non subentrino ulteriori modifiche al sistema pensionistico.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • fai un calcolo con le percentuali di cui all'articolo e verificale con il calcolatore
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lavoro e Carriera

10 lavori da fare dopo la pensione

La pensione può essere sicuramente un ottimo momento per sfruttare tutto il tempo libero che si ha a disposizione e per poter svolgere diversi lavori, che si è sempre sognato di fare. In questa breve lista vi indicheremo 10 lavori utili da poter fare...
Lavoro e Carriera

Come andare in pensione a 50 anni

Di questi tempi non è certo semplice andare in pensione prima del tempo. In ogni caso, facendo delle scelte oculate inerenti all'investimento del tuo denaro, ritirarti dal lavoro all'età di 50 anni è senz'altro possibile. In questa guida, passo dopo...
Lavoro e Carriera

Come calcolare i contributi sul contratto a progetto

Ecco una guida, pratica e veloce, mediante il cui aiuto concreto poter essere in grado d'imparare come e cosa fare per calcolare nel modo corretto e pratico, i contributi sul contratto a progetto. Eseguire tutto questo, è veramente utile ed anche molto...
Lavoro e Carriera

Come calcolare le trattenute nella busta paga

Cosa sono le trattenute? Iniziamo con questa semplice domanda.La busta paga oltre a contenere dati identificativi del datore e del dipendente, la posizione assicurativa INAIL, voci da cui è composta la retribuzione, è composta anche dalle trattenute...
Lavoro e Carriera

Come calcolare il TFR

Il TFR è il cosiddetto trattamento di fine rapporto. Consiste in una serie di retribuzioni che saranno trasferite sul conto del lavoratore alla fine del contratto di lavoro. Risulta possibile ormai tramite diversi calcoli capire e calcolare quale sarà...
Lavoro e Carriera

Come Calcolare Il Beneficio Economico Della Detassazione Dei Premi Di Produttività

Nel corso dell'anno 2008, è stata introdotta nella normativa fiscale italiana la detassazione dei premi di produttività. Per i primi due anni, è stato possibile detassare anche gli importi percepiti relativamente al lavoro straordinario. Successivamente,...
Lavoro e Carriera

Come calcolare lo stipendio netto del contratto a progetto

Uno dei contratti più diffusi nell'ambito del lavoro è sicuramente quella "a progetto": si tratta di un tipo di contratto firmato dal lavoratore che accetta di realizzare un determinato progetto dietro il corrispettivo di un prezzo. In questa guida,...
Lavoro e Carriera

Come calcolare le tabelle millesimali di un condominio

Una delle cose più importanti quando si parla di un condominio, è senza dubbio individuare un metodo per una giusta, equa e precisa ripartizione delle spese di gestione del condominio stesso, che come è noto, non solo vanno ripartite tra tutti i condomini,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.