Come calcolare la paga oraria

Tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Generalmente per paga oraria si intende il guadagno percepito da un lavoratore per un'ora di lavoro. Spesso, sia per i lavoratori dipendenti che per quelli autonomi, può servire calcolare la paga oraria per venire a conoscenza di tale valore. Questo calcolo, viene effettuato naturalmente tenendo conto di alcuni dati necessari e, non richiede grandi sforzi. Continuiamo a leggere attentamente i passi a seguire che sicuramente sapranno darci delle utili informazioni su come calcolare la paga oraria.

27

Occorrente

  • Busta paga
  • Calcolatrice
37

Retribuzione annua

Innanzitutto è necessario essere a conoscenza della retribuzione annua di lavoro. Questo è generalmente un dato noto, ma, qualora fosse necessario, si può facilmente rilevare da una busta paga recente, in quanto è obbligatorio che figuri. Naturalmente si dovrà considerare il valore lordo (non netto), quindi esente dalle tasse. Il momento in cui avremo in nostro possesso tale valore, dovremo moltiplicarlo per la mensilità percepita. Facciamo un esempio: se un lavoratore guadagna 2000 euro mensili e, il suo contratto di lavoro prevede la tredicesima, sarà sufficiente moltiplicare tale valore per tredici. Lo stesso procedimento verrà attuato per la quattordicesima ma, in questo caso il valore andrà moltiplicato per quattordici. A questo risultato, per una maggiore precisione, bisognerà includere anche tutte le somme di denaro extra, come mance o straordinari, qualora fossero presenti.

47

Calcolo delle ore di lavoro annue

Se si lavora 8 ore al giorno per cinque giorni, le ore totali di lavoro saranno: 8 ore giornaliere x 5 giorni a settimana x 52 settimane in un anno, quindi un totale di 2080 ore annue. Ovviamente questo è un calcolo rapido diciamo pure superficiale che, non tiene conto di alcuni dati, come ad esempio le settimane di ferie stipendiate o eventuali ore di straordinario. Tuttavia, per arrivare ad un calcolo più preciso, è necessario aggiungere al totale delle ore quelle di eventuali straordinari e poi, sottrarre quelle di ferie e permessi retribuiti. Per essere più precisi, si dovrà sottrarre anche il totale delle ore in cui si è entrati in ritardo o usciti in anticipo.

Continua la lettura
57

Calcolo della paga oraria

A questo punto, il calcolo può dirsi quasi terminato. Sarà infatti sufficiente dividere il valore dello stipendio annuo per il numero complessivo di ore. Supponiamo, ad esempio, che un lavoratore guadagni 23400 euro annualmente e che lavori complessivamente 2080 ore. La sua paga oraria si può facilmente stabilire dividendo euro 23400 per le ore 2080 e otterremo 11,25 euro. Ricordiamo che spesso nello svolgimento dei calcoli, si può incorrere in piccole imprecisione relative all'arrotondamento dei risultati che, incideranno in minima parte sul risultato finale.

67

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Aziende e Imprese

Come calcolare il costo del lavoro

Il costo del lavoro e la sua determinazione servono a pianificare le uscite aziendali e le spese di gestione dell'attività nel suo complesso. In qualsiasi busta paga sono visibili i costi del lavoratore, che tendenzialmente rappresentano la risultante...
Aziende e Imprese

Come comportarsi se l'azienda non paga i contributi

Il mondo del lavoro si trova in profonda crisi ormai da moltissimi anni. Sono tante le aziende italiane che hanno serie difficoltà a far quadrare tutti i conti, e proprio per tale ragione, le misure ricadono spesso sui lavoratori, con effetti molto negativi....
Aziende e Imprese

Come calcolare lo stipendio netto

A chi non è capitato, al momento del colloquio di lavoro, che il selezionatore comunicasse la futura retribuzione riferendosi ad una cifra lorda, ovvero comprensiva delle tasse e dei contributi? Questi però verranno detratti prima di arrivare nella...
Aziende e Imprese

Come calcolare e contabilizzare l'accantonamento Tfr

Il TFR, acronimo di Trattamento di Fine Rapporto, consiste in una liquidazione o buonuscita, maturata dal lavoratore dipendente presso un unico datore di lavoro e pagato al termine del rapporto lavorativo dal proprio sostituto. Essenzialmente il trattamento...
Aziende e Imprese

Come calcolare l'indennità di trasferta

Alcuni lavori richiedono al dipendente di spostarsi per periodi più o meno prolungati al di fuori della sede dove si svolge la normale attività lavorativa. Questa è chiamata trasferta, che deve essere retribuita in modo diverso rispetto alla normale...
Aziende e Imprese

Come calcolare i costi di gestione di un bar

Per avviare un determinato esercizio commerciale, bisogna assolutamente svolgere un'indagine di mercato. Così facendo si potrà valutare al meglio la tipologia di beni/servizi da fornire alla potenziale clientela del luogo analizzato. Le questioni principali...
Aziende e Imprese

Come calcolare il valore attuale netto di un investimento annuale

Ciascuna persona che decide di investire il proprio denaro dovrebbe conoscere bene alcuni valori davvero rilevanti da tenere in considerazione, tra cui il "Valore Attuale Netto" (VAN). Quest'ultimo si ottiene facendo la sottrazione tra il valore attuale...
Aziende e Imprese

Come calcolare quante tasse paghiamo sui buoni pasto

I buoni pasto sono delle agevolazioni che molto spesso spettano ai lavoratori dipendenti che hanno un orario che include la pausa pranzo. Questi consentono di acquistare prodotti alimentari, oppure di pranzare in locali convenzionati. Solitamente l'importo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.