Come calcolare l'interesse di un buono fruttifero

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Il buono fruttifero è uno dei più comuni e semplici prodotti di gestione del risparmio ai quali si può accedere. La capillare diffusione del buono fruttifero è stata da sempre favorita dalla sua facilità di acquisto e soprattutto dall'elevato grado di sicurezza che, generalmente, questo tipo di prodotto è in grado di garantire. Il meccanismo di funzionamento di un buono fruttifero è molto semplice: il risparmiatore affida ad una società o ad un ente una quota di denaro che gli verrà restituita dopo un periodo di tempo concordato durante il quale avrà maturato un interesse prestabilito. Può quindi risultare importante per un risparmiatore sapere come calcolare l'interesse di un buono fruttifero e, di rimando, il suo valore.

25

Sul mercato sono presenti molteplici società disposte ad emettere buoni fruttiferi di differente durata, ad ogni modo è possibile ricondurre quasi tutti i buoni fruttiferi a due categorie principali: i buoni fruttiferi bancari ed i buoni fruttiferi postali. I primi sono dei buoni fruttiferi che, come è facile intuire, sono emessi da banche, mentre i secondi vendono emessi da Cassa Depositi e Prestiti e collocati da Poste Italiane, questa seconda tipologia è quella abbondantemente più diffusa. A prescindere però da quale tipologia di buono fruttifero si acquisti le modalità per determinarne il valore non cambiano.

35

Per determinare il valore di un buono fruttifero è fondamentale calcolarne l'interesse; esistono però due differenti tipologie di interesse: l'interesse semplice e l'interesse composto. L'interesse semplice non prevede che l'interesse maturato diventi a sua volta fruttifero ovvero ogni volta la quota pagata dal debitore resta costante (generalmente questo tipo di interesse si incontra con buoni fruttiferi di durata inferiore a un anno), viceversa se anche l'interesse maturato diventa a sua volta fruttifero, quindi ogni quota è maggiore rispetto alla precedente, si è in regime di interesse composto (questo secondo tipo di interesse è utilizzato in quasi tutti i buoni fruttiferi di durata superiore ad un anno).

Continua la lettura
45

La formula per il calcolo dell'interesse semplice è: I = Ci x r x n, dove I è l'interesse da ricavare, Ci è il capitale iniziale investito, r è il saggio d'interesse ed n è il numero di periodi ogniqualvolta viene maturata una quota dell'interesse (generalmente si utilizzano gli anni). La formula per il calcolo dell'interesse composto è invece più complessa: I = Ci x [(q elevato ad n) - 1)], dove: I è l'interesse, Ci è il capitale iniziale, q = 1+r (ovvero il saggio di interesse) ed n è il numero di periodi (anche qui si utilizzano nella maggior parte dei casi gli anni). Sommando poi il valore dell'interesse a quello del capitale iniziale è possibile ricavare il montante, ovvero la quantità di denaro che spetta alla fine del periodo concordato al risparmiatore.

55

Le più importanti società che si occupano dell'emissione di buoni fruttiferi hanno però previsto all'interno dei loro siti delle apposite sezioni che permettano al risparmiatore, una volta inseriti i dati relativi al suo buono fruttifero, di conoscerne immediatamente il valore.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Finanza Personale

Come investire in buoni fruttiferi a 18 mesi alla posta

Se volete investire qualche soldo, però non sapete a quale ente affidarvi per la vostra gestione ed amministrazione, in quanto non siete sicuri, visto il periodo brutto di questi mesi, ed anni, però non li volete tenere in casa per ovvi motivi, vi spiegheremo...
Aziende e Imprese

Come analizzare un bilancio bancario

È ben precisa la tecnica che ci descrive come analizzare un bilancio bancario. La comprensione dello stesso risulta di vitale importanza per diversi soggetti che, per motivi di prassi lavorativa quotidiana, sono costretti ad averne a che fare. Stiamo...
Banche e Conti Correnti

Buoni fruttiferi postali: come calcolare il valore

Quanto vale il tuo buono fruttifero postale? Sul sito di Poste Italiane è presente una funzione che ti permette di saperlo senza recarti alla Posta e senza essere registrato. In un attimo puoi calcolare il valore di tutti i tuoi buoni, siano essi cartacei...
Finanza Personale

Come calcolare il rendimento dei buoni fruttiferi postali

I Buoni fruttiferi postali (BFP) rappresentano una forma di risparmio sicura e flessibile, offrendo al risparmiatore la possibilità di disinvestire in qualsiasi istante con la totale garanzia del capitale investito, maggiorato degli interessi nel frattempo...
Case e Mutui

Come calcolare l'interesse semplice della cauzione locativa

Al giorno d'oggi, la maggior parte dei depositi cauzionali si caratterizza per un tasso di interesse maturato minimo. Di solito, questo fattore cambia di anno in anno. La legge statale provvede a fissarlo con precisione. Se si fornisce un deposito di...
Banche e Conti Correnti

Le banche piu potenti al mondo

Le banche, ovvero i luoghi e le imprese che hanno tra i loro compiti principali la gestione del traffico del denaro, esistono sin dalla Mesopotamia e dall'antica Grecia. Il traffico del denaro in questione include soprattutto il deposito di soldi da parte...
Finanza Personale

Come sottoscrivere buoni fruttiferi postali

I buoni fruttiferi postali, o BFP, sono dei titoli utilizzati soprattutto da coloro che, per far fruttare i propri risparmi, sono indirizzati a mezzi di investimento interessanti, ma poco complessi. Infatti, non appena essi giungono a scadenza, oppure...
Finanza Personale

Come investire in strumenti finanziari a basso rischio

I risparmi non sono altro che una parte di denaro che con sacrificio riusciamo a mettere da parte dopo aver pagato le moltissime tasse e le spese varie. Comunque se siamo riusciti a mettere da parte qualcosa, potrebbe essere utile investirli, in modo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.